Pane e lievitati
Leave a comment

Pane di semola con semi di zucca

Con un po’ di ritardo mi sono avvicinata anch’io al meraviglioso mondo della semola di grano duro. Dopo la farina tipo 1, 0, 00, di farro, kamut e Senatore Cappelli, eccomi ad impastare con la semola.
Non solo il colore è diverso, al tatto la sensazione è differente, ma persino il rapporto tra farina e acqua è altra cosa rispetto il solito. La sorpresa finale viene poi dalla cottura. Il profumo e sapore del pane si coglie subito particolare. E come accade con ogni buon pane, anche in questo caso un boccone tira l’altro anche a giorni di distanza.
Giusto per arricchire il sapore e con l’entusiamo dell’avere quell’ingrediente in più, ecco che ho aggiunto alcune manciate di semi di zucca. Inoltre, ho offerto il pane durante l’ultima cena della tribù.

Bando alle ciance e via alla ricette, che ben si adatta anche ai giorni lavorativi.

Pane di semola con semi di zucca

300 gr semola di grano duro
75 gr lievito  madre
180 gr di acqua
1 cucchiaino di zucchero
6 gr di sale
50 gr di semi di zucca

Ho unito il lievito madre alla semola e all’acqua con il cucchiaino di zucchero. Ho lavorato il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Ho allora aggiunto il sale ed i semi di zucca. Quindi ho lavorato ancora l’impasto.
Dopo circa 10 minuti di lavorazione, ho posto l’impasto nella ciotola, le cui pareti avevo prima leggermente bagnato con dell’olio extra vergine d’oliva.

Ho lasciato riposare per un paio d’ore e poi ho fatto le pieghe a libro.
Ho fatto una seconda lunga lievitazione fino ad un massimo di dieci ore. Quando l’ho fatto durante la settimana, ho fatto durare la prima lievitazione una notte intera e questa seconda per tutte le ore di lavoro (le classiche otto).

Fatta la seconda lievitazione ho dato all’impasto lievitato la forma della pagnotta e l’ho posto sulla teglia coperta con carta forno. Ho fatto lievitare per un’altra ora, prima spenellando il pane con un mix di acqua e olio extra vergine d’oliva.

Infine, ho fatto cuocere in forno preriscaldato a 250°C. Per i primi 15-20 min ho fatto cuocere l’impasto a 250°C e per altri 40 minuti a 200°C.

A compendio di Lievito madre per le mamme specifico che i tempi cottura vanno adattati al forno. Io ho un forno ventilato in automatico. Le prime volte ho fatto cuocere troppo il pane, ciò può portare o croste belle dure. Ma sbagliando si impara. Inoltre, il tempo di cottura, come è naturale, dipende anche dalle dimensioni del pane. Facendo una dose doppia di questo pane e facendo un’unica pagnotta ho allungato la cottura di 10 min circa.

Un altro pane testato con i semi di zucca è quello di semola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *