149 Search Results for: lievito madre

Cracker col lievito madre e paprika

Cracker col lievito madre, paprika, Luisa e fantasia   Non brillava certo per iniziativa: cantava Fabrizio De Andrè. Da qualche parte però dovevo pur ricominciare a giocare in cucina. L’ ho fatto con del lievito madre e con tutta la croccantezza della ricetta di Rise the sourdough preacher, alias Luisa. Era una (abbastanza) calda mattina di fine agosto. Dal mercato ero tornata e non mi rimaneva molto oltre rinfrescare il lievito madre. Prima però un po’ di Facebook. Lì, sul social media, quel coso un po’ intrusone nella nostra vita, che è successo il fattaccio. C’era un link … non cliccare quel link, mi dissi. C’erano le parole di Luisa: rincuoranti ed entusiaste. C’era persino la parola magica: lievito madre. Anzi, resti di lievito madre. Lì, tra Facebook e realtà, necessità e capriccio, è cominciato l’impasto. Luisa pensa in grande. Il mio lievito madre era disponibile solo in piccola quantità. La sua ricetta parlava di 1 kilogrammo di lievito madre, io avevo alcune centinaia di grammi di pasta madre destinata al secchio dell’organico. Decisi di …

Il pane inglese Bloomer Loaf col lievito madre

Ci sono poche certezze. Adoro il pane e ho un debole per il lievito madre. Poi se un’amica mi scrive del pane inglese Bloomer Loaf, eccomi pronta in cucina ad impastare. Ognuno ha le sue amiche fidate. Una di quelle che ho scoperto da poco è Laurie Colwin. In realtà non l’ho mai conosciuta di persona, ma il suo Home Cooking ed More Home Cooking sono due libri che sfoglio sempre volentieri. Non sono proprio libri di cucina e non sono solo romanzi. Laurie racconta la cucina con stile ed ironia. Ha l’abilità di far sentire ogni ricetta come un’alchimia casalinga. Facile da farsi e dal risultato sicuro. Come le migliori amanti della cucina cita le sue fonti. Così capita che se lei cita in Home Cooking il libro della collega Elizabeth David, English Bread and Yeast Cookery, tu ce l’hai lì accanto a te. Perchè? Perché tu (io), un anno prima, hai letto More Home Cooking e lì lei consigliava quel libro, che tu (io) hai cercato, con successo, nel mondo dei libri usati. …

Biscotti al lievito madre con fichi e cardamomo

Ci sono ricette che una volta che si sono intrufolate in cucina non ne escono più. E’ il caso della mia scoperta dell’acqua calda del Dicembre 2013 🙂 Una volta intuito che il lievito madre nei biscotti ci sta benissimo, non avevo altra necessità che adattarlo ai gusti della suocera. I “vicini”, capeggiati dalla suocera, hanno gusti particolare. A parte l’intramontabile odio per l’aglio e una viscerale resistenza alla cipolla, in fatto di dolci ecco…come dire…con le spezie non vanno d’accordo. Non ditegli che negli amati Stollen e Panforti le stesse spezie ci sono, ma i biscotti al lievito madre, caffè e pan d’epice non erano stati graditi, settimane fa, come meritavano. Ma io non mi lascio demoralizzare. Friulana sono e quindi anche testa dura. Se il nemico non l’annietti subito, tanto vale convincerlo con le buone maniere. Non ti piacciono le spezie, ma le mangi? Non mi resta che aggrazziarti i sapori con l’avvolgente cardamomo ed avvicinarti al mio Natale con i fichi. Ed eccoli qua i biscott al lievito madre con fichi e …

Lievito madre e caffè nei biscotti

Biscotti al caffè con lievito madre: Per fare un albero ci vuole un fiore. Per fare un fiore ci vuole un ramo. Per fare dei biscotti ci vuole Rossella. Ma quale? 🙂 Quando leggo la dedica di Rossella Venezia, alla mia preziosa e già  molta viva copia di Profumo di biscotti, sorrido. Poi lo sfoglio tra una lettura di un post e l’altro e non è raro che mi appisoli sognante tra le ricette di Con le mani in pasta. Per fare i biscotti ci vuole il desiderio. Per desiderare ci vogliono un paio di blogger. Per fare le blogger ci vuole un tavolo…in cucina. E per fare un tavolo? Ci vogliono i biscotti al caffè 🙂 Bando alle ciance. Sono partita dalla ricetta di Rossella dei Biscotti morbidi con pasta madre, orzo e mandorle, mi sono lasciata ispirare dai Biscotti alla cannella e pasta madre di Con le mani in pasta e dulcis in fundus ho pensato ai gusti della Cavia e al Natale. Nascono così i biscotti al caffè. Di mezzo ho inserito …

Lievito madre mon amour

Ossia eccomi nel pieno dell’entusiasmo trasmetto dal Slow Food Day di sabato scorso. Il mio compito era semplice: distribuire il lievito madre. Non so come, ma Andrea di Percorsi di vino ha pensato a me per questo compito. Ed io mi sono preparata. Ero incerta su chi mi sarei trovata di fronte. Ero pronta a tutto: entusiasmo, scetticismo, indifferenza. Son tornata a casa scattante come un grillo, persino pronta a raccontare tutto a quella mamma che ho convertito tempo fa al lievito madre. Un po’ di parole sul lievito madre, su cos’è, cosa serve, come si rinfresca, come si usa…spero di averle distribuite a quasi tutti. Mi ha molto divertito, senza cattiveria, invogliare la gente a prendere quei sacchettini. Tentare non nuoce, io ho provato assai col lievito madre. Sì, col lievito madre bisogna osare, tentare, provare come San Tommaso cosa vuol dire cambiare farina, come il ciclo delle stagioni incide sul lievito madre, provare i diversi approcci all’universo del lievito. Poche regole di base: