Antipasti
comments 7

Quanto smart è la crema di fagioli

riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta e ricorda.
Un mantra che fa al caso mio. Ben si adatta a questa vita che corre, accumula, desidera e appunto ricorda.
Spesso tutto questo si trasforma in cucina in stupore quando tocca gettare con riluttanza quel resto del pranzo  o quella fetta di dolce fatto con tanto amore, ma che gli impegni quotidiani avevano relegato in un piatto nascosto.

Presa da questo mantra non ho potuto che reagire vedendo che quell’ottima insalata di fagioli bianchi sonnecchiante in cucina. Doveva essere il mio pranzo della domenica, ma a volte il marito vuole che tu vada dalla suocera. Poi però lui fa lo schifiltoso il lunedì o potrebbe farlo, a seconda dell’umore. Umore che tu però non puoi conoscere prima.

Così mantra-invasa ho pensato bene di ripetermi …riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta e ricorda.
In vista di un aperitivo a suon di birra in terrazza, impavidi di fronte al vento, cercai di essere altrettanto impavida verso il destino di quei fagioli.

riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta e ricorda.
Dei fagioli bianchi raccolti da la Pecoranera e conditi con olio extra vergine d’oliva, cipollotto, carota, ravanello e quell’onnipresente pizzico di sale e pepe cosa possono diventare?

riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta e ricorda.
Li ho riusati riducendoli in una crema, risparmiando sullo stuzzichino, riflettendo sul loro destino.
Li ho riposti in cucina una volta ridotti in crema ed insaporiti col Parmigiano Reggiano.
Ho rispettato gusti e voglia di novità e ho ricordato come mamme, nonne e chi ha fame non vogliono che del buon cibo venga sprecato.
Così ho dato la possibilità a quei fagioli di diventare:

Crema di fagioli al Parmigiano Reggiano

2-3 manciate di fagioli bianchi lessati già conditi con olio extra vergine d’oliva, cipollotto, carota e ravanello
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato
pepe nero macinato sul momento

Serve poco. Un tritatutto e un attimo di pazienza.
Ho messo nel tritatutto 2-3 manciate di fagioli già conditi a dovere.
Li ho tritati, sennò cosa facevo col tritatutto.
Quando sono diventati una crema quasi astratta le ho donato un nuovo volto. Ho infatti aggiunto un cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato sul momento.
Tocco finale poco pepe nero macinato anch’esso sul momento.
Ho mescolato il tutto e lasciato riposare una mezz’oretta. Con le temperature che correvano non avevo bisogno di ricorrere al frigo.

Qualche fetta di pane casalingo, dei cucchiaini e via in terrazzo per gustarsi il tutto.

Questa ricetta nasce anche grazie allo SmartCooking e al suo mantra. Perché anche un piatto di fagioli così merita una seconda chance 🙂

 

C’è tempo fino al 9 giugno 2013 per farsi vedere smart. Mentre c’è molto più tempo per ripetersi …riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta e ricorda.

7 Comments

  1. Letizia says

    Ciao Rossella,
    grazie per aver partecipato con questa Smartissima crema di fagioli alla nostra Parmigiano Reggiano Chef, la gara di ricette online a tema smartcooking!!
    E grazie per aver condiviso i principi dello smartcooking (riduci, riscopri, riutilizza…), sono davvero importanti!
    a presto
    Letizia

  2. Ho proprio dei fagioli bianchi in frigo che attendono di essere riutilizzati. Purtroppo, qualche volta capita anche a me di avere avanzi che poi non vengono consumati e alla fine devono essere gettati, ed è sempre un peccato. Ogni tanto cerco di riciclare, di destinarli al mio pranzo a lavoro, ma non sempre è possibile.
    buon inizio settimana
    Chiara

  3. Such a lovely version of fagioli! I wish I could figure out how to translate on my ipad…but will check out the recipe later 🙂

  4. rossdibi says

    @Liz It’s very easy. You just need already cooked white beans. I had a 2-day old bean salad with oil, pepper, radish and carrots. I used a Blender Grinder, then I add 1 spoon of grated Parmigiano Reggiano. I add few black pepper. I serve with cracker and beer.

  5. pasticciona says

    Dal vecchio adagio:-in cucina non si butta via niente- si giunge alla sempre valida
    considerazione,specie ora che la crisi incombe:-il cibo è sacro e va rispettato.
    Sei una “donnina” giudiziosa!

  6. Smart la crema, smart tu. Io l’ho provata con pochissimi capperi (sotto sale) tritati, al posto del pepe.
    Brava 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *