30 Search Results for: pestat

Blecs al Pestat rosso

Partiamo dall’antefatto, fino al 10 ottobre c’è tempo per partecipare a Blecs are on the table. Ed ora concentriamoci sul dato di fatto, ossia pochi giorni fa mia madre, dopo soli 4 anni :), è tornata a Roma a trovarmi. Unendo i due elementi troviamo l’unica soluzione dell’equazione emotiva di una foodblogger per bene: “mi tocca fare i blecs”. Perché se si insiste con un argomento online e nella vita reale, bisogna dimostrarsi all’altezza della propria faccia tosta. Io mi sono un po’ semplificata le cose. Le recenti ferie trascorse in parte in Friuli mi hanno riportata al Casale Cjanor, dove ho comprato la mia seconda dose di Pestat Salsa Rossa. Presidio Slow Food questo che Carolina, di Casale Cjanor, mi ha suggerito essere questo Pestat l’ottimo ed ideale abbinamento per i Blecs. Il Pestat Rosso mi ha permesso di fare un pasta in casa come i Blecs anche in presenza di ospiti in giro. Il risultato è stato molto gradito da romani e friulani. I Blecs sono risultati molto facili da farsi, data la …

Antipasti: polenta e Pestat SalsaRossa

Come dare avvio alle danze di un barbecue? Una risposta semplice e veloce l’ho trovato. Fare un salto al Casal Cjanor e prendere il Pestat SalsaRossa. Ho già scritto di cos’è il Pestat e di come ho scoperto il Casale Cjanor di Fagagna (Udine). Oggi metto insieme tutto questo. Domenica ho servito dei crostini di polenta con sopra del Pestat SalsaRossa, il quale non è altro che Pestat arricchito di salsa di pomodoro. Quindi oltre il pomodoro sono entrati in scena anche lardo di maiale, cipolla, carote, porro, sedano, prezzemolo, aglio, sale, pepe e come molti hanno notato spezie.

Casale Cjanor ed il Pestat

Lo ammetto, io a volte sono vittima della fiducia che una faccia può trasmettere. C’era un tempo, non lontano, in cui la mia amica di una vita, Laura, mi regalò delle marmellate per formaggio veramente intriganti. Le chiesi da dove venivano e lei mi raccontò incantata del Casal Cjanor di Fagagna (presente anche su Facebook). Ma la cosa rimase lì. Poi venne il tempo di una mia nuova visita in patria. Fuori pioveva. Ero nella cameretta di un tempo, la tv era accesa, io un po’ annoiata. Capitai su un canale locale, uno di quelli che spesso snobbo, ed ecco un servizio sui prodotti friulani al Salone del Gusto. Vedo una ragazza che sento “friulana”, cioè delle mie parti, non so come dire, aveva un modo di essere che capivo perchè c’era nata e cresciuta in mezzo da una vita ed così mi metto ad origliare meglio la tv e sento Casale Cjanor. E da lì le cose cambiarono. Poche ore dopo ero in volo per Roma ed il giorno dopo presi coraggio e scrissi …

Pestat #2: Asparagi ed uova

E se ieri si è proposta una prima ricetta a base di Pestat, oggi si replica con un’idea nata dalla lettura di Sale & Pepe. La ricetta non è proprio identica a quella pubblicata nella rivista, ma è  innegabile che ad essa si rifà. L’ingrediente principe sono gli asparagi, ahimè non quelli bianchi del Friuli a cui accennavo su Asparagus 2011. Ecco la ricetta degli: Asparagi ed uova 2 cucchiai di Pestat 400 gr di asparagi verdi freschi 1 cipollotto 2 uova Ho cominciato pulento e tagliando la parte legnosa degli asparagi. Poi li ho lessati per 20 minuti circa. Una volta sgocciolati li ho tagliati ciascuno in 3-4 pezzi. Ho cominciato a far sciogliere il Pestat in una padella, mentre tagliavo i cipollotti a rondelle. Poi nella padella son finiti sia il cipollotto che gli asparagi. Ho dato una rapida mescolata e ho fatto cuocere per 15 minuti. Il passo successivo è stato rompere le uova e metterle direttamente sopra gli asparagi, cuocendole come uova all’occhio di bue. Dopo 8 minuti circa il piatto …