Danimarca, Viaggi
Leave a comment

Scoprire Copenhagen: 6 idee dalla bicicletta alla birra

Scoprire Copenhagen non a caso e non per caso

Copenhagen non smette di farsi notare e non scompare la voglia di tornare. I motivi per farlo non mancano mai e sembra che, in questo 2015, la capitale danese stia facendo nuovi grandi passi in avanti.
Oramai l’uscita della Guida Michelin Nordic Cities 2015 ha acceso ancora di più i riflettori sulla città. Ma 2015 per l’intera Danimarca vuol dire anche festeggiare un secolo da un evento importante per le donne come il diritto al voto.
Fioccano offerte, ma pure piacevoli scuse per scoprire Copenhagen trattandosi al meglio.
Lasciando parlare i fatti, ho 6 idee per avventurarsi a Copenhagen in aggiunta alle 5 cose da fare a Copenhagen che ti ho suggerito entusiasta dopo il mio primo incontro con la città.

Prendere un’amica e scoprire Copenhagen

Nel 2015 si può!
Si festeggiano i 100 anni dall’emendamento della costituzione danese che riconobbe il diritto al voto e l’eleggibilità delle donne. Come ogni popolo concreto, questi festeggiamenti si traducono in opportunità, anche per noi turiste molto motivate a scoprire usi e costumi danesi.

Un esempio su tutti è l’offerta dell’Hotel Kong Arthur di Copenhagen. Fino al 1 settembe 2015 le donne che soggiorneranno un weekend presso questo rinomato albergo a 2 stelle, potranno usufruire di vantaggi grazie al codice di prenotazione WE4WOMEN. Il pacchetto all inclusive parte da  DKK 561 a persona (circa 75 €) per giorno in camera doppia.
L’offerta prevede 2 pernottamenti, l’immancabile ricca colazione a buffet, un buono all’annesso centro benessere Ni’mat Spa e 2 biciclette a noleggio per l’intero soggiorno.
Sotto il nome Arthur Hotel ricadono due boutique hotel gestite da tre donne: Kirsten Brøchner (CEO), Helle Bisholm (COO) e Pia Schmølker (CCO). L’offerta riguarda l’Hotel Kong Arthur.

Per maggiori dettagli e per prenotazioni contattare:
Hotel Kong Arthur
Nørre Søgade 11
1370 Copenaghen K

Da un ristorante all’altro

Non esiste solo il Noma a Copenhagen.
Si contano fino a 21 stelle Michelin assegnate, dalla rinomata guida, a ben 18 ristoranti tra Copenhagen e Aarhus, la seconda città della Danimarca.
La notizia è recente e non tale da trascurarla.
La Guida Michelin Nordic Cities 2015 nella sola Copenhagen ha assegnato 2 stelle al Noma, al Geranium e all’AOC.
Mentre con una stella Michelin troverai ben 12 alternative tra cui scegliere, quali: Clou, Era Ora, Formel B, Grønbech & Churchill, Kadeau, Kiin Kiin, Kokkeriet, Marchal, Relæ, Den Røde Cottage, Søllerød Kro, Studio at The Standard.
Buona scelta e buon appetito!

Scoprire Copenhagen in bicicletta

Gadeliv scoprire copenhagen

Non mi stuferò mai di dirlo. Su due ruote il mondo è migliore.
Le dimensioni della città, lo spirito dei suoi cittadini, le strade permettono di scoprire facilmente Copenhagen pedalando. D’inverno, probabilmente, è qualcosa da lasciare agli impavidi danesi, ma col sole in faccia vale la pena provarne l’ebbrezza.
Appena si esce dalla stazione centrale di Copenhagen ci si accorgerà che le biciclette abbondano in città.
Si possono persino pianificare online i percorsi in bicicletta. Il pianificatore è stato ideato dalla Federazione ciclistica danese e permette di muoversi virtualmente (e poi realmente) per tutta la Danimarca.
Scoprilo: trovi il pianificatore di pedalate su Cyclistic.dk.

Tra design e Copenhagen

Il design danese sta lasciando un’impronta forte nei nostri gusti. Non è oramai solo relegato alla Danimarca.

Illums_Bolighus
Non sono un’esperta, nè un’esteta raffinata, ma durante i pochi giorni trascorsi a Copenhagen l’energia dello stile minimalista danese mi è rimasta impressa. E qualche effetto lo stile danese ha sortito in me.
Per aiutarti a scoprirlo meglio chiamo in causa una collega blogger molto più competente come Italian Bark.
La Copenhagen design guide di Italian Bark la trovi su Interior Break.

Scoprire Copenhagen in un coffee shop

C’è una rivista che piace molto ai foodies, si chiama Kinfolk.
La si può sfogliare, in parte, anche online. Tra un click e l’altro ho notato una cosa, Kinfolk dedica molta attenzione alla scena del caffè di Copenhangen. Non è un caso mi son detta, dopottutto già passeggiando per la capitale danese fui molto tentata dai coffee shops come:

Altre fonti stilano persino una top 10 dei coffee shops a Copenhagen.

Copenhagen è birra

Copenhagen, in fatto di birra, non è solo Carlsberg.

Mikkeller_cover
Una visita a Copenhagen non è completa senza una birra da Mikkeller. Per Mikkeller 2015 significa anche l’uscita del suo primo libro. Infatti, è questione di giorni l’uscita di Mikkeller’s Book of Beer, che promette, tra le altre cose,  25 ricette per indimenticabili birre. Il libro però si prospetta interessante non solo per i mastri birrai, ma anche per chi vuole saperne di più su storia, fatiche, successi e modus pensandi di Mikkeler. Tutto questo perché un buona birra non si ferma ad una pinta.

Però, questi danesi sanno trattarsi bene. Quando andiamo a Copenhagen?


PS. Visit Denmark ha scattato le belle immagini che animano questo post. Tutto il resto è frutto del mio entusiasmo per una città che mi ha conquistato e che seguo a distanza. Stile, understatement, qualche ironia qua e là: non riesco a dimenticarla Copenhagen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *