Collaborazioni, Libri, Senza categoria, Zuppa
comment 1

Zuppa di zucca e pere

Zuppa di zucca e pere da Scuola di cucina di Martha Stewart

Amo follemente la zucca. Non è per la fiaba di Cenerentola. Non è neppure per Halloween.
La zucca è …come si dice…la magia di un momento. Sa riportarmi indietro a quando, in una fredda sera invernale a Monaco di Baviera, Claudia mi aprì le porte sul mondo delle zuppe. Un’amica mi insegnò come una calda zuppa si potesse nascondere in un giorno qualunque.
Così quando mi è arrivata la Scuola di Cucina di Martha Stewart la prima sezione che sono andata a scoprire è stata quella delle zuppe.

Martha Stewart: chi è?

Partiamo dai fatti e partiamo da Wikipedia. Il suo vero nome è Martha Kostyra, il cognome Stewart è quello dell’ex  marito.
Martha Stewart è una donna d’affari, una scrittrice ed un popolare personaggio televisivo americano. Infatti, Martha è a capo della MSLO, la Martha Stewart Living Omnimedia. Ha scritto oltre 50 libri e ha condotto vari programmi televisivi.
Martha Stewart, classe 1941, rimane un punto di riferimento per la cucina ed il saper vivere e comportarsi. Dopotutto il suo primo libro del 1982, Martha Stewart’s Entertaining, è il libro di cucina più venduto dai tempi di Mastering the Art of French Cooking di Julia Child.
Dato che è anche un personaggio pubblico è a rischio gossip soprattutto dopo il divorzio ed  i mesi in prigione per insider trading.
La notorietà le viene anche dalla rivista Everyday Food che si trova in quasi tutti i supermercati degli Stati Uniti e del Canada. Io l’ho conosciuta così e tramite il libroMartha Stewart’s Hors d’Oeuvres Handbook.

Ora, grazie a Giunti, i suoi libri sono tradotti anche in italiano.

Scuola di Cucina

martha stewart scuola di cucina zucca

Scuola di Cucina di Martha Stewart è il libro giusto per chi è alla ricerta di un testo di cucina affidabile che copra le varie portate di un pasto.
Nelle sue oltre 500 pagine insegna le basi di una buona e classica cucina casalinga. Non è un Talismano delle Felicità e neppure un libro simile a quello di  Julia Child. E’ lontano anche dell’essere un libro di Benedetta Parodi.
E’ un compendio a metà strada tra la cucina di tutti i giorni e la cucina per quando si hanno ospiti a casa.

Sfogliandolo e leggendolo ispira una gran fiducia. E’ anche merito dell’introduzione.
Martha comincia col dire che ha sembra desiderato insegnare e si ha subito la prova del nove seguendo le dettagliate istruzioni che abbina ad ogni ricetta.

Per cominciare ad usarlo consiglio di impratichirsi sul suo rimando alle ricette base. Ad esempio la zuppa di zucca e pere ha come ricetta base quella del passato di verdure. Il banale passato di verdure diventa con Martha la scusa per imparare a fare fino a 6 zuppe diverse.

Zuppa di zucca e pere

E ora veniamo a lei: la zuppa di zucca e pere.
Martha Stewart mi ha insegnato ed insieme convinto ad arrostire in forno la zucca prima di aggiungerla alla zuppa.
Il zuppa si è rivelata, nonostante la semplicità degli ingredienti utilizzati, ricca. Il sapore mi ha stupito subito. Temevo che risultasse scialba, invece vuoi per l’uso del burro e per la zucca abbrustolita, è stata al limite del sorprendente.
Ammetto che vorrò proporla a qualche amica. Tra me e la Cavia ha avuto un tale successo che fatta con dosi per 6 persone è sparita tutta, ma proprio tutta, nel corso di un unico pranzo.

Zuppa di zucca e pere

zuppa zucca martha stewart

Ingredienti per 6 persone

550 grammi di zucca
1-2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
25 grammi di burro (Marthasuggerisce due cucchiai)
70 grammi di porro (Martha suggerisce della cipolla  bianca)
1 pera Kaiser (la mia pesava 250 grammi)
1 litro di acqua calda
sale grosso, pepe
1 cucchiaio di yogurt

Preriscalda il forno a 200°C.
Taglia la zucca a fette grandi.
Versa nella teglia del forno l’olio extra vergine d’oliva e spennella con l’olio anche le fette di zucca.
Cuocile a 200°C per 25-30 minuti.
Ti suggerisco anche di girare a metà cottura le fette.

Nel frattempo scalda l’acqua.
Quando la zucca è pronta si può cominciare a prepare il resto.
Taglia a rondelle la parte bianca del porro e a dadini la pera. Io non ho spellato la pera dato che era di origine biologica. L’ho solo pulita bene.

Poni sul fuoco la pentola. Aggiungi il burro.
Unisci anche la parte bianca del porro tagliata a rondelle. Mescola.
Aggiungi i dadini di pera. Mescola e lascia stufare il tutto.
Intanto, togli la buccia alle fette di zucca e taglia la polpa a pezzetti. Uniscili al resto degli ingredienti in pentola.

Mescola e versa l’acqua calda. Non versarla tutta. Io ho preferito tenerne da parte un po’ (circa 100 grammi).
Aggiungi un cucchaino di sale grosso e del pepe. Mescola e lascia cuocere per circa 20 minuti.

Cotta la zuppa è tempo di frullarla.
Aggiungi lo yogurt.
Mescola e riscaldala un minuto prima di servirla.

Fammi sapere se ti è piaciuta o come la fai tu.
In fatto di zuppe sono sempre curiosa.

1 Comment

  1. Deve essere un bel libro, intanto so già che una ricetta mi piace molto, ma penso che è soprattutto perché l’hai eseguita tu alla perfezione! 🙂 Le tue foto sono sempre più belle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *