Pane e lievitati, Torte
comments 7

#Twelve Loaves: Pan brioche con datteri e cioccolato

For the English version click here.

#Twelve Loaves è una grande scusa (pardon opportunità) per imparare sempre qualcosa di nuovo sul grande e meraviglioso mondo del pane.
Con Twelve Loaves ho imparato a fare sia gli scones che il soda bread ed anche a dare nuova vita a ricette rodate negli anni. Per il mese di Febbraio 2014 il tema di Twelve Loaves è decisamente accattivante: il Cioccolato.

Il cioccolato nel pane è molto invitante e persino banale da farsi. Basta mettere qualche pezzo di cioccolata, rigorosamente amara per me, nell’impasto ed il gioco è fatto.
Ma così è troppo  🙂

Per complicarmi la vita ho allora aperto uno dei quei libri sulla cucina medio orientale di cui vado letteralmente pazza ultimamente. Non sapevo esattamente cosa stavo cercando. Cercavo e basta. Volevo quel guizzo di originalità che solo il cercare nel luogo apparentemente “sbagliato” può portare con sè.
E quel qualcosa l’ho trovato in The Jewelled Kitchen di Bethany Kehdy. Vi era, infatti, la ricetta di una brioche armena chiamata tahinov hatz. Bethany la rivisitava mescolando cioccolata e tahina.Ma non mi sono fermata qui. L’avventura da ricercatrice è proseguita. Ho imparato, allora, che la ricetta originale prevedeva i datteri almeno nelle versioni denominate Mahlab e Chorak.

Nella dispensa avevo guarda caso dei datteri rimasti dal periodo natalizio.
Ho fatto uno più uno e ho personalizzato la ricetta di  The Jewelled Kitchen con datteri e cioccolato.
Continua quindi questo rapporto stretto col pane armeno, dopo l’esperimento fatto per Panissimo a gennaio. Mi piace questo modo di viaggiare impastando nella mia piccola e profumata cucina.

Il risultato finale ha compensato la grande fatica (ironia consapovole) del cercare. La brioche è cioccolatosamente potente e con quell’equilibrio di sapori che solo le ricette millenarie sanno avere. Non posso che dirti: prova a fare la tua brioche, perché la mia è tutta per me…e forse qualche briciola per la Cavia 🙂
Ma almeno la ricetta te la lascio, perché non c’è segreto che un po’ di dosi e di ingredienti non possano svelare.

Pan brioche con datteri e cioccolato

brioche dates chocolate

3-4 cucchiai di latte
3 grammi (1 cucchiaino) lievito di birra secco
250 grammi farina di farro
3 cucchiai zucchero di canna
2 uova medie
125 grammi burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

8 datteri
50 grammi cioccolato fondente

Per decorare:
1 bianco d’uovo
1-2 cucchiaini di zucchero

Scalda il latte finché diventa tiepido.
Poi mescola il latte assieme al lievito di birra.

In una ciotola lavora assieme la farina di farro, lo zucchero, il latte con il lievito di birra sciolta in esso e le due uova.
Usa le mani, a meno che non abbia la planetaria.

Poi amalgama, sempre servendoti delle mani, il burro. Aggiungilo gradatamente e tagliato a pezzettini.
Alla fine unisci anche il pizzico di sale.

Lavora l’impasto finché diventa omogeneo, elastico, liscio e leggermente appiccicoso, direi burramente appiccicoso.

Lavora l’impasto alla fine sul piano di lavoro leggermente infarinato e non solo nella ciotola.
Versa poi il poco olio extra vergine d’oliva dentro la ciotola. Con le mani distribuisci l’olio all’interno della ciotola e con le mani ancora unte dai la forma di un panetto all’impasto e ponilo a lievitare nella ciotola stessa.

Lascia lievitare fino al raddoppio del volume. Direi che bastano 3 ore, ma molto dipende dalla temperatura di casa tua.

Raddoppiato l’impasto, dividilo in 8 parti uguali.
Poi taglia a dadini sia i datteri che il cioccolato. Dividi quindi ingredienti in 8 parti.
Ad ogni parte dell’impasto dai la forma di una pallina. Appiatiscila. Poni all’interno una parte di datteri e cioccolato. Richiudi la pallina su di sè. Lavorala per un po’ tra le mani per chiudere bene, ma sempre delicatamente, tutti bordi.

Ripeti l’operazione otto volte fino ad esaurimento dell’impasto.
Poni le palline di impasto in uno stampo da plumcake di 22 cm di lunghezza.
Se ti rimangono, come è successo a me, alcune scaglie di cioccolato non mangiarle subito e non buttarle. Bensì distribuiscile sopra l’impasto nello stampo da plumcake.

Lascia ancora lievitare per altre 2-3 ore fino a raddoppio del volume.
Ammetto che da me faceva un po’ freddo e ho dovuto aspettare ben 5-6 ore. Ma ora non mi lamento visto il risultato.

Preriscalda il forno a 180°C.
Intanto, lavora in un bicchiere l’albume con lo zucchero. Si deve montare leggermente.
Spennella l’albume sopra la brioche.
Cuoci a 180°C per 35-45 minuti.
Quando lo stecchetto di legno esce pulito (tranne per le tracce di cioccolato) dall’impasto allora il pan brioche è pronto.

Lascia raffreddare ed affetta generosamente.

Ed ora tocca a te.

#TwelveLoaves di Febbraio 2014 è Cioccolato.
Gennaio puntava alla semplicità, ora è tempo di concedere qualcosa di più alla golosità. Il tema di #TwelveLoaves diventa allora il Cioccolato.
Scegli una ricetta dove il cioccolato sappia farla da padrone. Puoi usare gocce di cioccolato, cacao in polvere, tutto quello che vuoi basta che sia cioccolato. Puoi usare ogni lievito che funzioni e fare pani lievitati, veloci, crackers, muffin etc. Mettiti al lavoro e non solo di fantasia.

Se vuoi  puoi aggiungere il tuo pane al cioccolato a quelli della collezione di Twelve Loaves usando il If Linky Tool che appare in fondo al post. Poche sono le regole da seguire.

TWELVE-LOAVES101. Quando posti il tuo pane per Twelve Loaves nel tuo blog accertati solo che sia in tema. E questo mese il tema è il cioccolato. Menziona Twelve Loaves così anche noi possiamo scoprirlo.

2. Aggiungi il link al tuo pane per Twelve Loave inserendolo nel Linky Tool che appare in calce a questo post.

3. Pubblica il tuo pane entro fine Febbraio 2014 e postalo non pià tardi del 28 Febbraio 2014.

#TwelveLoaves è una festa del pane che si ripete mese dopo mese e che nasce da un’intuizione e dalla buona volontà di   Cake Duchess. e Magnolia Days.

Altre ricette da cui trarre ispirazione, se vuoi, per Twelve Loaves di Febbraio sono:

Qual è il tuo pane al cioccolato?

Powered by Linky Tools

Click here to enter your link and view this Linky Tools list…

7 Comments

  1. You never disappoint, Rossella! I am a huge brioche fan and your chocolate and date version sounds amazing!

  2. Rossella aspettavo questo post tu lo sai.
    La tua ricetta mi intriga non poco!
    E cioccolato sia…dovrò fare brainstorming domani, spero di produrre un pane interessante.
    Un abbraccio e buona serata
    Lou

  3. pasticciona says

    Tu sai come pigliare per la gola anche i più pigri ai fornelli!

  4. quello che mi piace sempre molto delle tue ricette è l’ uso delle farine “alternative” chiamiamole così, della frutta secca, del cioccolato usato con parsimonia.
    dolci un po’ rustici e ruvidini come garbano a me, di quelli che non stancano neanche dopo 10 fette, di quelli che sono buoni la mattina a colazione ma anche il pomeriggio con un tè per merenda o in qualsiasi momento venga voglia di coccolarsi un po’.
    mi piaci per questo. mi piace molto quindi tutta l’ armonia che c’ è dentro ed intorno alla tua ricetta.

  5. rossdibi says

    @la signorina pici e castagne. Uno dei più toccanti commenti che ho mai ricevuto. Ora mi de-emoziono e penso ad un’altra ricetta all’altezza del tuo commento.
    @Pasticcione Allora vai in cucina a fare la brioche? 🙂
    @Lou Attendo una delle tue magnifiche creazioni.

  6. Pingback: Daring Bakers: White Chocolate and Pistachio Flower Brioche / Daring Bakers: Fiore di brioche al cioccolato bianco e pistacchio | rise of the sourdough preacher

  7. La ricetta di un [ane speciale mi ha portato al tuo blog, dove non solo scopro un altrettanto speciale ricetta, ma anche tutto il resto! Il mio pane di cioccolata con la banana é arrivato troppo presto, peccato. Io cmq continuo a seguire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *