Year: 2013

Quel Ein Prosit 2013 da foodblogger

Sappilo non c’è nulla di più divertente ed educativo di andare in giro come foodblogger. La parte migliore sono le altre foodblogger che ti accompagnano e ridono con te. Come si suol dire in questi casi, non so dove cominciare per spiegarti come ho combinato sotto l’hastag #5xEinPrositXV. Tante foto, tanti assaggi degustativi, tanti momenti di ascolto ammirato. Ma prima di tutto voglio farti capire cos’è Ein Prosit. Lo faccio fingendomi giornalista, pardon blogger. Ogni blogger che sia food ha alcune domande fisse in testa: Dove, Chi, Quando, Perché, Come e …Mi è piaciuto? Con l’ordine repentino che da qualche parte si annidia nei miei geni, comincio con: Dove Tra Tarvisio, Malborghetto e Camporosso. A Tarvisio abbiamo aperto le danze noi #5xEinPrositXV partecipando alla cena al Ristorante Raibl con le pizze di Ciro Salvo e le birre del Birrificio Foglie d’Erba e della Wold Top Brewery. Ed ho imparato come il Conciato di San Vittore stia bene pure su un ottimo impasto di pizza. Mi sono lasciata affabulare dalla pizza fritta con cui si è aperta …

EinProsit si fa in 5, anzi in 15

#5xEinPrositXV Non preoccuparti non sto dando i numeri, o almeno non ancora del tutto. Dico questo a ragione veduta. Mi, anzi, ci aspetta Ein Prosit dal 14 al 17 novembre tra Tarvisio e Malborghetto. A suon #5xEinPrositXV di Theodora Hurustiati, Valentina Cipriani, Alessandra Colaci e Giulia Godeassi ed io ti terremo aggiornato via Facebook, Twitter, Instagram. Non ti resta che sintonizzarti su questo hastag. Contandoci scopri che noi blogger con le radici in Friuli siamo il 5. Mentre è Ein Prosit che quest’anno fa 15.  Il programma di questa XV edizione ne ha per tutti i gusti, prova a scoprirlo su Ein Prosit. Se ti coglie un attimo di  smemoratezza geografica, Tarvisio è là in alto, in Friuli sul confine con Austria e Slovenia. Difficile da raggiungere? Dai, un minimo di buona volontà. Cosa non si fa per scoprire i vini arancioni o imparare qualcosa di più sul Ramandolo. Oppure…eh il programma ne ha veramente molte da svelare di buone ragioni. Noi intanto stiamo scaldando i motori, le macchine fotografiche, i cellulari, ma di sicuro …

Atmosfere di Vistorta per #saperiesapori

Viviamo in un mondo fatto tweet, social media ed hastag. Poi nel mezzo mettiamo i piedi per terra ed assaporiamo le origini delle nostre emozioni. In questo palcoscenico  #saperiesapori mi ha fatto prendere un treno, lo scorso fine settimana, e respirare l’aria del Friuli. Era in programma il  Pordenone Food & Wine e lì mi attendeva un allegro gruppo di food and wine blogger. Sara Roccutto, gli Amici DiVini nelle vesti di Riccardo Vendrame e Giacomo Manzoni, Elena Roppa col suo It’s a wine world, Andrea Fasolo, Valentina e Raffaele Paro di Diario in viaggio, la Soavemente Maria Grazia Melegari. Ed ancora Valentina Casetta per Wining, Cristina Fracchia da Soul & Food, Thaise Bacelar per Confortatemi con le mele e non ultima Daniela Dal Ben di Daniela&Diocleziano. Nonostante la mia vita virtuale come blogger,  #saperiesapori ha accesso emozioni e ricordi. Istanti vissuti e riassaporati già sabato mattina in giro per l’Azienda Conte Brandolini D’Adda – Vistorta. Dovrei parlarti del loro Merlot e consigliarti ad esempio il 2002. Ma sono blogger, capricciosa e donna. Mi sono …

Quell’albume in più

La grande cuisine demande beaucoup de temps. La grande cucina richiede tempo. Leggo sprofondata sul divano. Ci sono giornate snob e altre un po’ meno. Spesso quella mia timidezza là è stata mal interpretata. Stavolta però faccio a modo mio. Incurante di ciò che si dice, o si mormora. Indifferente alle passate briciole di crostata alla crema di marroni o di Quattro quarti autunnale. E’ tempo di esagerare. Trifle makes perfection mi racconta di Soulé, mi fa sognare tavole ricercate e locali d’incanto. Poco importa se ieri sera mi ero lasciata trastullare da I diari di Carrie. Sarò snob ma decisamente a modo mio: quasi sognante. E’ innegabile. Appartengo alla generazione del più sobrio e snob “Ambrogio, ho voglia di qualcosa di dolce“. E se Ambrogio non risponde so che devo alzarmi. Poggiare il libro, sgranchirmi un po’ le gambe ed andare in cucina. I lussi d’oggi sono altri. Sporcarsi le mani col cioccolato fondente, rivitalizzare una ricetta, lasciarsi distrarre dal buono non dando peso a quel nervoso che fa dell’ufficio un’insensata giungla. La grande …

Crostata alla crema di marroni

Le occasioni vanno prese al volo. Se un giorno di ferie ti svegli e ti metti a sfogliare Pâtisseries Maison di Florence Edelmann. Se ti capita che la sua Tarte au chocolat blanc ti convinca seppur ti permane il dubbio “sarà la ricetta giusta?“. Se durante una passeggiata ti dirigi in libreria sperando di trovare la primissima copia del primo libro di Rossella Venezia, alias Vanigliacooking. Se il libro non c’è ancora, ma trovi Crostate de La cucina di Calycanthus. Se sai già che Crostate lo regalerai presto ad amici fidati. Se, se, se … Ma ti metti a sfogliarlo. Ooops ed eccola, l’illuminazione: una crostata con la crema di marroni. E sì, ora tu puoi adattare la ricetta della tarte di Florence Edelmann alla tua voglia di farina di castagne e già intravedi che in serata una crostata un po’ tua, un po’ di Florence ed un po’ dei Calycanthus sarà in tavola. Non ti resterà che trascrivere la ricetta con le dita ancora zuccherine sul blog. Le occasioni vanno impastate al volo 🙂 …