Eventi, Friuli, Viaggi
comments 3

Atmosfere di Vistorta per #saperiesapori

Viviamo in un mondo fatto tweet, social media ed hastag. Poi nel mezzo mettiamo i piedi per terra ed assaporiamo le origini delle nostre emozioni.
In questo palcoscenico  #saperiesapori mi ha fatto prendere un treno, lo scorso fine settimana, e respirare l’aria del Friuli. Era in programma il  Pordenone Food & Wine e lì mi attendeva un allegro gruppo di food and wine blogger.

Sara Roccutto, gli Amici DiVini nelle vesti di Riccardo Vendrame e Giacomo Manzoni, Elena Roppa col suo It’s a wine world, Andrea Fasolo, Valentina e Raffaele Paro di Diario in viaggio, la Soavemente Maria Grazia Melegari. Ed ancora Valentina Casetta per Wining, Cristina Fracchia da Soul & Food, Thaise Bacelar per Confortatemi con le mele e non ultima Daniela Dal Ben di Daniela&Diocleziano.

Nonostante la mia vita virtuale come blogger,  #saperiesapori ha accesso emozioni e ricordi. Istanti vissuti e riassaporati già sabato mattina in giro per l’Azienda Conte Brandolini D’Adda – Vistorta. Dovrei parlarti del loro Merlot e consigliarti ad esempio il 2002. Ma sono blogger, capricciosa e donna. Mi sono persa, dispersa e ritrovate negli attimi di poesia che tra la tenuta e la cantina lasciavano ad intendere.

Ecco che apparve la noblesse oblige di un patio con veranda illuminato.

pordenone vistorta sedia rdb

I campanelli quasi filosofici attirarono l’attenzione.

pordenone vistorta campanello rdb

I colori autunnali che donavano quel tocco di mirata e spontanea nostalgia.

pordenone vistorta foglie rdb

Le case di una volta, quelle dove si correva nei cortile e si aspettava il caldo durante l’inverno. Quasi testardamente.

pordenone vistorta finestra rdb

E poi quello che non ho vissuto. L’epoca dei bachi in Friuli, quando si tirava a campare anche con loro. Racconti di nonni. Resti da scorgere ancorché vuoti.

pordenone vistorta bachi rdb

Ma dopotutto eravamo lì per il vino. Quindi via in cantina.  Fasi di lavoro e decisioni raccontate dall’enologo Alec Ongaro a rendere accattivamente il lavoro di ogni giorno.

pordenone vistorta enologo rdb

Mentre i blogger ascoltavano e trasmettevano in real time. Parole carpite al tempo.

pordenone vistorta volti ombra rdb

Le scelte di vita e dei legni per la barrique. Appunti e domande, ombre e luci.

pordenone vistorta botte rdb

E alla fine solo lui: il Merlot.

pordenone vistorta bottiglia rdb

Noi inchiodati
qui
a scrivere poesie.
So
che questa
non è poesia.
È la storia di ….

#saperiesapori d’una mattina a Vistorta.
(Adattamento ardito di Bum di Federico Tavan)

 

3 Comments

  1. pasticciona says

    Emozioni e immagini carpite nel soffio di un week -end davvero puntuali

  2. E’ stata una bellissima esperienza , oltre al piacere di poterti nuovamente incontrare. Un saluto Daniela.

  3. Pingback: Pordenone wine and food love, ovvero imparare assaggiando | Il blog di Sara R

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *