Viaggi
comments 3

Mamma a Roma

Consigli occasionali e spassionati su un giro turistico-curioso per la città eterna. Adatto per tutte le fascie di età, dai 37 ai bip anni 🙂

Alice nel Paese delle Meraviglie.
Così è lei. Mette piede a Roma e si attiva. Parla, chiacchiera, ride, parla, chiacchiera, ride, parla. Non si ferma mai.
Piccola ma tosta, col suo caschetto biondo, i jeans aderenti, la borsetta sottobraccio.
Moderna e spigliata. Parla, chiacchiera, ride, parla, chiacchiera, ride, parla. Non si ferma mai.
Non si fida del primo, nè del secondo che capita. Ma non se ne fa un problema. Qualcosa da dire o ridere lo trova.
Ha sempre da fare. Galleria Pamphili, un cono di gelato da Giolitti, il suo primo kebab a Monti, due passi fino al Mosè, sale sul bus e pure sul trenino metropolitano.
Lei ti segue e si arrangia. Non demorde. E’ venuta a trovarti dopo un anno e mezzo e ha molto da dire.

Alice nel Paese delle Meraviglie.
E’ lei. La mia mamma, Ivetta. Arrivata a Roma, strattonata da qualche mio impegno di lavoro. Coccolata con la mia solita voglia di non farmi avvinghiare. Ma mi sono lasciata abbracciare.
Portata al pub, al nostro preferito il Big Hilda a Vicolo del Cinque (dove molti gesti e proposte si sono consumati). Si è bevuta una Guiness mentre ci raccontava di come si fa a levigare il legno, sottile arte che ha imparato all’Università della Terza Età e dell’Eterno Capriccio.
Il giorno dopo poco più, almeno con me. Di suo ha sgambettato aiosa in giro per Roma e la pizza vicino alla Pace non credo abbia eguagliato il suo primo Kebab. Eppure a casa, “da noi” come dice lei, non credo che ci siano molte cose a frenarla verso le novità. Ma Roma…”Roma ha un fascino con le sue cose vecchie“…
Nel mentre lievitava del pane alle erbe di Coseano e un pizzico di farina di segale oltre di farro. Rametti di basilico, origano, alloro e molto altro si sono fatti un bel viaggio sul FrecciaArgento.

pane erbe

Quando gli acquazzoni si pubblicizzarono su Roma, me la portai in quel di Eataly dopo un cappuccino con cornetto all’Emporio alla pace. Con metodo e pazienza, di corsa e determinazione, gliel’ho fatto veder tutto l’Eataly. “Ma cos’è?…Bio?… Bio per cittadini?…Ma come fa a costare tanto del pesto?“. Eppure a casa dopo delle tagliatelle al farro di Luciana Mosconi conditi con pomodorini e Trota di San Daniele alle erbe lo ha ammesso. Le è piaciuto anche se “non ci andrei ogni giorni“.
No, mamma, non ci vado ogni giorno, stai tranquilla“.

Il colpo di grazie? A casa, al sicuro dalle gocce.
OOOOooo ma è lui…Il Mont Blanc…quello del matrimonio
Sappi che serve poco per far colpire al cuore una mamma. Basta un sms digitato in gran segreto alla Stazione Ostiense ed inviato all’uomo giusto. “Andresti da Cinque Lune a prendere un Mont Blanc piccolo?” “Quanto piccolo?” “Fai tu, mi fido di te“.

E subito dopo il Mont Blanc quel goccio di Pommeu. Vedrai che ne parlerà ancora.

pasta farro

Rinfoccilata la mamma, tanto vale stancarla ancora.
Lei voleva starsene sul divano a sfogliare i miei libri,  ma dopo averle lasciato in mano Il mondo di Gianni Cosetti ho pensato bene di mantenerla in forma.
Una passeggiata a Prati, tra Peroni, Castroni e Comptoir du France. Un paio di regalini per la sorellina rimasta nella sua nuova casa. Un pizzico di pazienza, un po’ di orecchie da mercante. Fino ad arrivare a cena con una zuppa di carote e mele, qualche fetta di pane alle erbe con guanciale passate rapidamente al forno.

Parla, chiacchiera, ride, parla, chiacchiera, ride, parla. Non si ferma mai, neanche la domenica mattina.
Eccola che ti saluta dal treno.
Un po’ ti commuovi e un po’ fai finta di niente.
Così son fatte le mamme, le figlie e Roma.



3 Comments

  1. parla, chiacchiera, ride. mi piace la signora Ivetta.. 🙂 e a leggere di cosa avete mangiato e di dove avete passeggiato ho l’ impressione che questo we a Roma ve lo siate proprio goduto molto!
    ti abbraccio

  2. pasticciona says

    Ma quanto ride, parla, chiacchiera la tua mamma;ha il cuore gonfio di affetto chiacchierino!

  3. Sorellina says

    Chiacchiera, parla, ride, è il bello della mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *