Torte
comments 2

Castagne e cioccolato bianco

L’autunno. Lo chiamano così.Le foglie che cadono. I colori che si convertono. Quel pizzico di malinconia. Il tepore del focolare domestico che si fa sentire.
La slitta di Babbo Natale è ancora lontana. In pieno centro di Roma anche l’autunno sembra non essere ancora giunto. Eppure il ciclo e riciclo delle stagioni sull’umore si fa sentire.
C’è voglia di qualcosa di dolce, quel poco in più per lasciarsi andare a quei piccoli peccati di gola che fanno del freddo una bella sensazione.
Scatta anche il desiderio di viziare quel maritino, altro che Nove Settimane e Mezzo.
Voglio viziare quel povero maritino che startuna sul divano…mentre vorrei vedermi Nigella. Lo guardo. Etciù. Si tira la copertina sopra, ma non molla la presa sulla maratona di Venezia. Proprio l’emblema del malatino, pronto a scattare se la mamma lo chiama per il pranzo della domenica.

Lo guardo, prendo la farina di castagne. Penso a viziarlo. Solo perché …non lo so.
C’era la voglia di una torta morbida tutta per lui. Tutta come pensiero, quasi come entità filosofica. Di fatto già mi pregustavo delle fette per me durante un sonnolento pomeriggio dove ci sarei stata solo io ed i miei libri (di cucina).

Ho mischiato il tutto con quel cioccolato bianco di cui lui, il malatuccio, è vittima consapevole.
Già una precedente Quattro Quarti mi aveva convinto ad usarlo, il cioccolato non il  marito, nell’impasto e una più recente torta a base di crema di marroni mi aveva insegnato a mischiare le consistenze.

Risultato? “Le devi dare un nome. Sembra fatta in pasticceria per la consistenza. Ottima
Dopo sole quattro fette gli ho dato ragione anch’io 🙂
L’uso del kefir (o yogurt) rende questa Quattro quarti autunnale più etica sotto l’aspetto dell’apporto calorico.

Quattro quarti autunnale

torta castagne alto rdb

1 uovo intero
3 tuorli
3 albumi
70 gr zucchero di canna
150 gr zucchero semolato
100 gr farina di castagne
140 gr farina di farro
180 gr kefir (o yogurt)
50 gr cioccolato bianco

Per la decorazione:
40 gr cioccolato bianco
1 cucchiaio kefir

Sciogliere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato bianco. Una volta raffreddato mescolate il cioccolato bianco con il kefir (o yogurt).

Separare in due ciotole separate i 3 tuorli dai 3 albumi.
Nella ciotola con i tuorli aggiungere un uovo intero. Montare i tuorli e l’uovo assieme allo zucchero di canna e semolato. Continuare ad usare le fruste elettriche finché il composto diventa bello gonfio e chiaro.

Unire gradatamente e delicatamente le farine di castagne e di farro. Meglio se prima le avete mescolate assieme. Alternate le farine al cioccolato bianco fuso e al kefir.  Se aggiungete in un colpo solo le farine il composto verrà immediatamente secco e farete fatica ad amalgamarlo agli ingredienti liquidi evitando che si vengano a formare dei grumi.

Montare a neve i bianchi d’uovo ed unirle delicatamente al composto.

Preriscaldate il forno a 150°C.
Versate il composto omogeneo in una teglia rotonda da 22 cm di diametro.
Cuocere in forno caldo a 150°C per 60-70 minuti. Fate la solita prova dello stecchino per controllare dopo 55 min il livello di cottura.

torta castagne fetta rdb

Lasciate raffreddare.
Intanto preparate la leggera glassa. Basta sciogliere a bagnomaria o nel forno a microonde il cioccolato bianco e mescolarlo col cucchiaio di kefir (o yogurt).
Versate il composto a base di cioccolato sopra la torta. Distribuitelo bene. Deve diventare un velo, non deve sovrastare il gusto delicato e ricercato della torta.

Allora, come vi e ti sembra?



2 Comments

  1. mi piace come hai utilizzato la farina di castagne! spezzandola con quella di farro, impastandola con il kefir e poi la glassa al cioccolato bianco!
    non è così facile da utilizzare, io lo so fin troppo bene, ma quando è buona davvero la si può quasi mangiare così a cucchiaiate tanto è dolce (io lo facevo sempre da piccina :)) ).
    questa torta è una coccola per tutti quelli che passano di qui.. anche se non hanno il raffreddore!
    bacio!

  2. pasticciona says

    Il malatino guarirà presto con il tuo magico dolce, ma mi viene il sospetto che fingerà il raffreddore a lungo per godersi le tue coccole culinarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *