Biscotti, Torte
comments 4

Biscotti con olio e cocco

Biscotti. Sì, ancora loro. Non è un segreto che io ami i biscotti.
Un po’ bambina, un po’ golosa ed un po’ chioccia mi diverto, letteralmente, a sfornare un biscotto dietro l’altro. Stavolta però lascio il burro da parte. Basta! E’ tempo di cambiare. Con questo animus da rivoluzionaria ironica ti invito ad addentare questi biscotti dove la farina tipo 0 si mescola alla semola, e nel mezzo cocco grattugiato e arancia si lasciano trascinare dall’olio extra vergine d’oliva.

Quasi a voler stuzzicare i commenti sagaci della mia parca madre, non trovo nulla di meglio da fare che sottolineare che la scelta dell’olio è cosa importante. Oramai da mesi in cucina gira l’olio extra vergine d’oliva che abbiamo scoperto presso l’Agriturismo Buonasera di Bagnoregio (Viterbo). Viene prodotto presso il Frantoio di Piensi. Ci convinse per il suo garbato sentore di erbe selvatiche e foglie. Da solo fu in grado di rendere memorabile una cena a base di prodotti del territorio.

Questa ricetta è già stata pubblica sul numero di Maggio 2013 di q.b. Quanto Basta del Friuli Venezia Giulia in occasione sei miei consigli sull’uso dell’olio extra vergine d’oliva nei biscotti. La ripropongo qui in occasione di ExtraDOLCEMENTE, un’iniziativa che coinvolge 100 blogger in occasione di Dolcemente. Infatti sabato 9 e domenica 10 novembre 2013 alla Stazione Leopolda di Pisa si terrà una manifestazione dedicata ai dolci della tradizione italiana. Compito delle 100 blogger è di preparare un dolce utilizzando l’olio extravergine d’oliva.
Io ho scelto di riproporre questa ricetta, perché, sebbene oramai l’olio extra vergine d’oliva lo tendo ad usare sempre più spesso, questa è una ricetta dove credo dia il meglio di sè.

Ecco allora che la ripropongo.

Biscotti con olio e cocco

Galletti olio lato rdb

250 gr farina tipo 0
60 gr semola rimacinata
20 gr cocco grattugiato
70 gr zucchero (o zucchero e miele)
2 uova
90 gr olio extra vergine d’oliva
facoltativo: 1 cucchiaio di succo di arancia
Ringrazio Lorella per essersi accorta dell’omissione dello zucchero. E scusa tu per il mio errore.

In una ciotola mescolare le varie farine (tipo 0 e semola rimacinata) con il cocco grattugiato e lo zucchero.
A parte, meglio se con il frullatore ad immersione, lavorare le uova con l’olio extra vergine d’oliva.
Unire le farine al composto a base di uova e aggiunge il succo di arancia (se lo si desidera).
Lavorare con le mani l’impasto fino a renderlo omogeneo. Questa ovviamente è la fase preferita da parte di chi ama avere le mani in pasta.
L’impasto finale deve risultare liscio e compatto.
Poi è tempo di lasciar riposare l’impasto avvolgendolo con la pellicola alimentare e lasciandolo in frigorifero per almeno un’ora, anche se resiste fino a 2-3 giorni.

Dopo la fase di riposo, togliere l’impasto dalla pellicola alimentare che risulterà ben unta.
Preriscaldare il forno a 180°C.
Tagliare un quarto dell’impasto e stenderlo sul piano da lavoro leggermente infarinato usando un mattarello altrettanto infarinato. Per rendere la stesura più agevole lavorare prima rapidamente l’impasto con le mani. Non stendete eccessivamente fine l’impasto, altrimenti si corre il rischio rottura dei biscotti.

Con i propri tagliabiscotti preferiti, creare i biscotti.
Procedere in questo modo fino esaurimento dell’impasto.
Cuocere i biscotti in forno caldo a 180°C per 15 minuti circa.
Farli raffreddare ed offrirli, prima però assaggiateli 🙂

 logo.Dolcemente

4 Comments

  1. Ho provato a fare dei biscotti sostituendo il burro all’olio, ma devo essere sincera, non mi sono venuti un granché bene. Ho trovato difficoltà a stendere la frolla, si sbriciolava ed era particolarmente unta. Questa tua ricetta però mi ha fatto venire la voglia di riprovare, chissà che stavolta non riscuota più successo!

  2. Ciao Rossella,
    la ricetta mi attira molto e senz’altro la proverò. Vorrei però chiederti tre cose: il fatto di mettere olio piuttosto che burro non rende l’impasto duro una volta cotto?
    Poi, come mai hai messo la farina 0 (e non quella 00? In genere la farina 0 non si usa per fare il pane?);
    in ultimo, la semola rimacinata si trova comunemente in commercio? O sei tu che l’hai rimacinata?
    Grazie!!
    Un abbraccio,
    Lorella.

  3. rossdibi says

    @Lorella La farina 0 l’ho usata per compensare all’uso della semola (che è quella che trovi comunemente al supermercato). Ma puoi usare la farina 00 senza problemi. I biscotti sono croccanti, non duri, come tutti i biscotti.
    Oramai è un’annetto che uso frequentemente l’olio al posto del burro e non ho mai notato che renda i dolci duri.

    @Chiara Un po’ sbricioloso l’impasto lo è. Ma molto dipende da quanto fine lo si stende. Stavolta ho deviato dalla mia solita mania per i biscotti fini fini. Facendoli un po’ più alti, non ho perso la pazienza con l’impasto sbricioloso.

  4. Pingback: Biscotti con olio extravergine di oliva e cocco | Dolcemente Pisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *