Eventi
Leave a comment

A cena con gli ottomani: le ricette senza casa

La giuria medita, sfoglia i siti e le ricette.
Alcune di queste però non hanno trovato ancora casa online. Non mi resta che farvele scoprire attraverso il mio blog.
Le non blogger si sono difese egregiamente. Chissà se qualcuno di loro gabberà le fanatiche come me? 🙂

Le ricette giunte sono decisamente variegate.
In ordine di arrivo si parte con le polpette melanzana per poi condersi una fetta (o due) di torta al cioccolato di Mara.
La Paklavà ci ricorda un altro lato dolce (e storico) della Turchia.
Infine c’è una crema di ceci speziata con manzo al caffè. Mica si scherza fuori dai blog.
E’ tempo di sbirciare tra queste ricette lasciando la parola ai non blogger.

Polpette di Melanzana di Manuela R.

Ingredienti
Per 4 persone

4 melanzane,
1 patata
2 uova
100 gr.feta o sostituire con un asiago/brovola affumicata
spezie prezzemolo tritato con menta romana, aglio, timo, una spolverata di curcuma/curry

peperoncino
pangrattato
olio d’oliva

Pulire le melanzane togliere pelle a tocchetti e lessarle in acqua sale e curry/curcuma fino a che siano tenere
lasciatela scolare e freddare scolando bene l’acqua in eccesso.
Nel frattempo bollite la patata e unitela alle melanzane, le uova, il formaggio scelto, il composto di spezie in un trito di aglio, il prezzemolo eventualmente il peperoncino con dell’olio e pangrattato.
Iniziate a fare delle palline del diametro a vostro scelta…se volete fare un finger food da presentare in un bastoncino grazioso
Versate il composto in una teglia da forno unta e   su carta da forno spolverate il tutto con del pangrattato con dell’olio.
Passate in forno preriscaldato a 180-200° e cuocete per 50minuti.

Questa ricetta rivista e corretta in casa mia non manca mai nei buffet e le cene della mia famiglia…a seconda che ci siano amici/parenti celiaci e/o intolleranti caseina il pangrattato e il formaggio subiranno modifiche o sostituzioni.

Il caffè….bè dopo questo piatto un bel caffè shekerato con ghiaccio e guarnito di menta e zucchero di canna ….per un fine pranzo diverso???

Torta al cioccolato aromatizzata al caffè turco di Mara

Ingredienti

100 gr di zucchero
100 gr di burro
100 gr di cioccolato fondente
200 gr di farina (anche qualcosa in più)
1 bustina di lievito
3 uova
2 tazzine di caffè ristretto
3/4 cucchiaino di cardamomo
albicocche candite per decorare

 

Far sciogliere il cioccolato fondente con 2 cucchiai d’acqua a bagnomaria

Lavorare a spuma burro e zucchero, quindi unire le uova, il cioccolato, la farina setacciata con il lievito, il caffè e il cardamomo.

Imburrare ed infarinare lo stampo, versarvi l’impasto e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti. Decorare la superficie con le albicocche a piacere. Da accompagnare con caffè al cardamomo oppure con thè nero.

Paklavà di Glam Food

Per la pasta

Utilizzare la pasta sfoglia di tipo Fillo, già confezionata, reperibile in negozi di alimentari medio-orientali.

Per il ripieno

100 gr di noci
50 gr di pistacchi
50 gr di mandorle
(tutti e tre questi ingredienti devono essere tritati finemente)
Le scorze candite di un’arancia, ½ pompelmo rosa, un limone di Sorrento, tagliate a dadini

Per lo sciroppo

400 gr di zucchero
3 dl di acqua
2 cucchiai di caffè armeno (dose personalizzabile, a seconda del gusto più o meno intenso che si desidera ottenere)
alcune gocce di acqua di rose

Inoltre: 200 gr di olio extravergine di oliva fruttato leggero (tipo Librandi)

Mettere tutti gli ingredienti per lo sciroppo in una casseruola piccola e portare ad ebollizione. Abbassare la fiamma e sobbollire per una decina di minuti circa, fintanto che si otterrà un composto che lasci una pellicola sul dorso del cucchiaio. Metterlo da parte a raffreddare.

Spennellare con l’olio una teglia rettangolare. Adagiarvi, uno alla volta, 10 strati di sfoglia sottile (Fillo), spennellandoli ciascuno con l’olio. Spargere uno strato sottile del composto di noci, pistacchi e mandorle tritati e scorze di agrumi. Sovrapporre altri 5 strati di pasta e cospargere quindi con il resto del ripieno, continuando fino ad esaurimento della pasta. Spennellare l’ultimo strato con olio.

Con un coltello a sega incidere il paklavà tracciando una serie di tagli longitudinali e paralleli. Tracciare poi altrettanti tagli nel verso opposto in modo da dar forma a tanti rombi regolari. Preriscaldare il forno ed infornare ad una temperatura di 180°. Dopo circa 10 minuti, ridurre leggermente la temperatura e far cuocere per 20 minuti circa, finché la superficie risulterà ben dorata. Togliere la teglia dal forno e versare subito uniformemente lo sciroppo freddo. Lasciar raffreddare e servire.

Caffè armeno -Surtch

Tradizionalmente viene preparato in un apposito bricco di rame o ottone con il manico lungo. In mancanza va bene anche un casseruolino.

Versare 3,5 dl di acqua fredda nel bricco, aggiungervi 6 cucchiaini da tè di zucchero e metterlo sul fuoco, a fiamma moderata, mescolando fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Togliere il bricco dal fuoco, aggiungere 6 cucchiaini abbondanti da tè di caffè macinato molto fine, mescolare e riportare ad ebollizione. Quando in superficie salirà una densa spuma, togliere il bricco dal fornello ed attendere che il contenuto si depositi. Dopo aver ripetuto la medesima operazione una seconda volta, servire il caffè bollente.

Crema di ceci speziata con manzo al caffè di Claudia R.

Ingredienti per 2 persone

Per la cottura dello spezzatino di manzo

250 g manzo
Caffè turco
Cipolla
Peperoncino
Olio e sale q.b.

Per la crema di ceci

400g ceci precotti
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di curcuma
aglio
Olio e sale q.b.

PROCEDIMENTO

Preparare per prima cosa il caffè turco lasciarlo raffreddare, e metteriamo a “marinare” il manzo a cubetti con il peperoncino per circa tre ore.

Per la crema di ceci: mettiamo in una padella con dell’olio e dell’aglio mezzo cucchino di curry e curcuma  e giriamo per far amalgamare le spezie, aggiungiamo i ceci e lasciamo andare a fiamma bassa per 5 minuti aggiungendo un po’ d’acqua e uniamo a metà cottura il curry e la curcuma rimasta. Infine frulliamo il tutto e creiamo la nostra crema di ceci, per la consistenza più o meno densa ci si può aiutare con un po’ d’acqua( io prima di frullare ho tolto l’aglio per una questione di gusto personale).

Per ultimo cuociamo la carne marinata (che abbiamo salato dopo averla strizzata dalla marinatura), con un filo d’olio  e la cipolla, fin quando il tutto non sarà ben rosolato.

Completiamo il piatto mettendo alla base la crema di ceci e i cubetti di manzo sopra, con la cipolla cotta; per decorare della cipolla fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *