Matrimonio
comments 5

Ma ci sposiamo #16: fai da te

Dettagli di un matrimonio.
La saga Ma ci sposiamo non sembra finita.
Oggi si parla di come arrangiarsi con quel poco che la fantasia sa offrire. Alcune idee veloci e piacevoli da pensare e da fare.
Perchè se le emozioni sono sempre quelle, ognuna di noi (spose) sa di essere speciale.

Internet, forbici, colla e un po’ di olio di gomito. Essenziale una fotocopisteria vicino casa e un po’ di abilità nel far da sè (con o senza futuro sposo al seguito) e saper mischiare le varie proposte del fantasmagorico pianeta sposi.

Ecco un elenco delle cose da farsi…ossia cose fatte, almeno da noi. Così per avere un’idea in più.
Ma ricorda quando uscirai dalla cucina….oops da casa, inizierà il giorno speciale. Tu, l’abito, lui e gli altri. Dopo tanta organizzazione ammetto di essere entrata in chiesa e aver pensato: “E ora che devo fare?” 🙂
Semplice, dovevo solo godermi la giornata.

1- Inviti, detti anche partecipazioni

Basta una foto speciale, fatto per caso qualche anno prima, ed ecco una partecipazione che sa strappare un sorriso. Per la produzione su larga scala, meno male che c’è Moo.

2-Pensieri per le damigelle

Io avevo due povere amiche che si son sorbite sfoghi e prove di abito e due testimoni che si son sorbite me stessa per oltre vent’anni. Quindi un pensierino alla sorellina, alla cugina e a Concy e Agnese ci voleva.


Dentro i sacchetti c’erano:

– un braccialettino blu, colore della sincerità;
– dei fazzolettini per piangere meglio 🙂 ;
– delle caramelle  colorate per distrarsi un attimo.

3- Libretto

Il contenuto l’ha deciso la liturgia, la copertina è stata personalizzata con una foto di un viaggio fatto assieme.
Brugges, nostra meta per birre e momenti romantica è finita a dare l’avvio alle grandi promesse.

Pregare, riflettere, ci si perde tra le dimensioni della vita

4- Per mandare gli invitati…

…nel posto giusto. Ossia indicazioni in loco. Sia mai che uno si loro si potesse perdere nei 50 metri tra casa e chiesa.

Per questo e altri dettagli ho usato un logo che rappresentasse me e lo sposo in maniera diretta. Date le nostre vacanze in bici non poteva che essere l’immagine di due sposi che pedalano.

5- Menù

Due ricevimenti, 140 invitati, festa in piedi. Aiutiamo pure gli amici a scoprire che cosa li attende.
Tutto rigorosamente fai te. Immagini e grafica casalinga.

6- Qualcosa di personalizzato

Un formaggio? E sì e non solo. Nel tavolo degli antipasti sono riuscita a far stare il mio Friuli. Formaggi Di Bidino, salame affumicato di Sauris, marmellate Casale Cjanor, Miele Mil. Coseano, Sauris, Fagagna e Villa Santina: piccoli tesori che han saputo tener testa al caput mundi.

7- Bomboniere

La mamma le voleva, io un po’ meno. Se la sposa fa i capricci, li fa anche personalizzando l’ultimo  pensiero per tutti quanti. Un pensiero per dire GRAZIE di essere venuti.
E grazie alla fotografa ufficiale dell’evento: l’amica Elena Tubaro.

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *