Eventi, Zuppa
comments 10

Zuppa e semi di zucca

Ci sono blog che sanno parlare ogni lingua persino che si esprimono in un idioma che non conosci.
Oltre che a leggere ti invitano anche a comunicare. Così tempo fa, dopo aver scoperto Bea W Kuchni, corsi su Google Translator, carpii la bellezza della ricette e rimasi affascinata dalla bella e salutare sequenza di foto. Non contenta mi misi a scrivere a Bea e a consigliarla come Amore (non solo) estivi.

Dato poi che quando una cosa piace non va abbandonata, ecco che alcuni giorni fa “lessi” sul suo blog della raccolta di ricetta sul tema zucca, o meglio il Festival Dyni 2011. In che lingua parla Bea? Semplice polacco.
Il suo Festival Dyni 2011 può però parlare qualsiasi lingua, basta postare una ricetta a base delle amate zucche dal 22 al 31 ottobre. Perché non farlo mi sono detta. E perché non farlo anche tu, dato che il Festival parte domani: è così stimolante superare le barriere e quella linguistica è una delle più agevoli da oltrepassare. Credo che la comunicazione sia talmente complessa e semplice assieme, che due essere umani che non parlano la stessa lingua possono comprendersi mentre a volte due persone che parlano lo stesso idioma riescono a non dialogare. Quasi se la comunicazione non fosse fatta solo di parole, ma di stati d’animo.

Ma bando alla filosofia spiccia, andiamo alla ricetta. Zucca abbiamo detto, zuppa ho pensato io, ma non solo la polpa. Scartabellando allegramente nel blog 101 cookbooks ho trovato una bella idea per utilizzare anche i semi. Non resta che andare a vedere che cosa ho combinato.

Zuppa di zucca e peperone

Serata in stile rustico con la zuppa, i semi di zucca ed il pane della casa 🙂

25 gr burro
3 patate pari a circa 150gr
1 peperone verde (peso netto utilizzato 100 gr)
1 cipolla rossa
500 gr di polpa di zucca ( i semi sono stati usati come decorazione e come spiegato nel seguito)
sale
pepe
noce moscata
mezzo cucchiaino di zenzero gratuggiato
mezzo cucchiaino di curcuma
mezzo cucchiaino di curry
mezzo cucchiaino di coriandolo

Acqua calda o brodo vegetale leggero

Ho cominciato con il pelare, pulire e tagliare a dadini le patate. Poi ho tagliato la buccia di peperone verde e tagliato a pezzi la cipolla rossa. Nonchè ovviamente ho tagliato a dadini la polpa di mezza zucca (il peso della parte di zucca utilizzata semi e filamenti compresi era di 550 gr).

Poi ho fatto fondere il burro in una capiente pentola. Ho unito le patate e le ho fatte cuocere da sole con burro per 5 minuti. E’ arrivata allora la volta della cipolla. Dopo 3 minuti ho unito la zucca e fatto cuocere per altri 3-5 minuti.

Infine, per il momento, ho versato il brodo di modo da coprire tutti gli ingredienti e ho fatto cuocere per 25-30 minuti.
A metà cottura ho regolato di sale, pepe e noce moscata. Le altre spezie le ho aggiunte verso fine cottura.

Ultimo passo è stato frullare il tutto ed aggiustare le dosi delle spezie. Nonchè di servire con i…

Semi di zucca  al curcuma

1 albume
2 cucchiani di curcuma
mezzo cucchiano di sale
i semi della zucca utilizzata per la zuppa

Ho mescolato il bianco con la curcuma ed il sale. Ho sbattuto a mano alcuni minuti.
Poi ho uniti i semi puliti e asciutti. Ho mescolato perché tutti familiarizzazzero con il composto.
Li ho scolati con lo scola pasta.
Ed li ho fatti cuocere in forno preriscaldato a 190°C per 12 minuti circa.

Irresistibili anche da soli.

10 Comments

  1. pasticciona says

    che bella idea, della serie… non si butta via niente in cucina. Comprerò al più presto la zucca e precisamente il tipo Violino Romana perchè è adatta anche per gli gnocchi

  2. Ottima questa zuppa zuppa, un’idea originale che voglio provare presto. Ho in casa tuuti gli ingredienti.
    Ciao Daniela.

  3. Grazie per la segnalazione del blog di Bea , l’ho appena visitato è molto interessante; ho inserito anch’io una ricetta per il suo festival della zucca.

  4. rossdibi says

    @Daniela Che bello! Grazie di esserti unita. E’ bello superare i confini col pensiero ed in tavola.
    @Pasticciona Che precisina, beh essendo stata una docente 🙂 (messaggio in codice ehehehe)
    @Cristina L’idea dei semi è geniale, appena l’ho letto ho capito subito che faceva per me

  5. Molto interessante la tua ricetta! e questi semini al curcuma devono essere squisiti, mi viene voglia di prepararli subito:)
    Saluti.

  6. Bellissimo! Sono lieta que il mio Festiwal ti piacere (scusa per il mio italiano ;)).

    Saluti!

  7. Pingback: Festiwal Dyni 2011 - podsumowanie « Bea w Kuchni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *