Antipasti
comments 3

Pomodorini secchi sott’olio

Non credevo proprio che una soluzione del genere potesse piacere, ma così è stato. Quindi è giunto il tempo di motivarti a fare dei pomodori secchi sott’olio col trucco. E sì, più che una ricetta questo è un trucco.
L’unica regola è puntare sugli ingredienti di qualità.

I miei ospiti si stupiscono di trovare i pomodorini secchi e non i più adulti pomodori. Io ho lo spacciatore di fiducia.

I passi sono: unire alcuni giorni prima l’olio ai pomodorini e aromatizzarlo con la parte verde del cipollotto o dell’aglio fresco, prezzemolo o foglie di sedano, sale, pepe in grani con moderazione o peperoncino secco.

Nulla di più.
Lo so, è semplice e banale. Ma ha un suo perchè, sopratutto quando si hanno tanti ospiti in giro per caso.
Se nella foto noti pochi pomodori, ehm la “colpa” è di chi si è abbuffato alla festa di compleanno di sabato 🙂

3 Comments

  1. Io ne vado pazza! li adoro e secchi li metto ovunque 🙂
    grazie del trucco!

  2. La foto è veramente terribile. Non li ho mai provati, vediamo se in futuro ne avrò occasione.

  3. A questo punto propongo una ricetta io:

    Pomodori secchi sott’olio
     Ingredienti per 2 vasetti medi: mezzo kg di pomodori secchi, 2 dl di aceto, sale, capperi, semi di finocchietto, peperoncino, aglio, olio d’oliva extravergine.
     Scaldate l’aceto con la stessa quantità di acqua e poco sale. Sciacquate rapidamente i pomodori sotto l’acqua corrente poi tuffateli nel liquido in ebollizione. Lasciate cuocere per 4 o 5 minuti al massimo, quindi scolateli con cura.
     Stendete i pomodori su uno strofinaccio da cucina e copriteli con un altro strofinaccio. Dovete assorbire tutta l’acqua rimasta: eventualmente ripetete l’operazione con strofinacci asciutti.
     Sistemate i pomodori nei vasetti coprendo ogni strato con olio e aggiungendo gli ingredienti di vostre scelta. Potete usare capperi e peperoncino, oppure aglio e semi di finocchio, oppure mischiare i sapori come più vi piace.
     Alla fine i pomodori devono essere completamente immersi nell’olio. Lasciate riposare per almeno 1 settimana prima di consumare. Conservate in cantina e, una volta aperti i vasetti, in frigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *