Secondi
comments 11

Colfondo # 4 – Polpettone col Prosecco

Lo giuro, giurin giurello, non avevo nessuna intenzione di scrivere un quarto post con una ricetta Colfóndo.
Poi per caso una sera, uscita dal lavoro, mi è venuta una voglia di puro e semplice polpettone. Ho pensato a cosa avevo in frigo e subito mi son detta “Ma ho ancora due gocce di Prosecco Colfóndo di Bele Casel, usiamolo!”. La tircheria ehm volevo dire avedutezza economica che in me ha portato a questa ricetta.

Te ne scrivo, perchè è risultato un piatto delicato, sai ideale per quegli ospiti che vogliono solo piatti ricercati. Sì, è per loro perchè l’abbinamento del Colfóndo con le verdure in contorno al polpettone è ricercato nella sua semplicità. E’…è…buono, oltre ogni mia più rosea aspettativa. Forse tu puoi elaborare ancora questo piatto, ne son certa. Ma mi pare un’ottima base da cui partire.

Ti riporto le dosi casuali del mio polpettone serale:

Polpettone col Prosecco Colfóndo

460 gr di carne macinata di bovino adulto (descrizione impersonale, dato che all’ora della mia scelta culinaria potevo andare solo al supermercato)
1 cucchiaino di sale
pepe bianco
1 uovo
2 cucchiani di pane gratuggiato
poco Prosecco Colfóndo (tipo 2 cucchiai)

Ho lavorato questi ingredienti insieme. Ho lasciato da parte un attimo il polpettone vero e proprio per dedicarmi alle verdure di contorno.

50 gr di porri
50 gr di sedano
50 gr di carota
50 gr di pastinaca

Ho tagliato i porri a rondelle e sedano, carota e pastinaca a dadini. Li ho messi in una pentola con 2-3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Li ho fatti cuocere con poca acqua per circa 5 minuti.

Mi son messa poi a dare una forma, quasi da grande polpetta, al polpettone. L’ho passato nel pangrattato, come da tradizione. Infine, l’ho piazzato al centro della pentola con le verdure a contorno.

Ho irrorato del Prosecco Colfóndo di Bele Casel sopra la carne e le verdure.
Ho fatto cuocere a fuoco moderato per 20-30 minuti, finchè la carne è risultata cotta. Ho rigirato il polpettone un paio di volte, ho aggiunto acqua quando serviva (solo una volta, nel mio caso). Ho cotto il polpettone mezzo coperto dopo che il Prosecco Colfóndo è stato assorbito.

Servito e… divorato.

Lo so, tutti i blogger sono entusiasti dei loro piatti, un po’ anche perchè ciò che arriva sul blog è sottoposto a qualche forma di selezione naturale. Ma Sinceramente l’aggiunta del Colfóndo ha fatto la differenza.

Altri ricette col Prosecco Colfóndo son state il pane , un risotto ai porri e mirtilli e l’orzotto con topinambur e lime.

11 Comments

  1. Come detto a Daniela, se Luca scende a Roma creiamo un evento con te e SEnza panna in cucina e il buon Ferraro alla mescita!

  2. rossdibi says

    @Andrea Sono disponibilissima. Ferraro deve scendere, sto finendo la scorta di Colfondo 🙂

  3. rossdibi says

    @Luca Tua moglie passi, ma l’avvocato…Tic tac tic tac è il tempo che passa per pensare 🙂

  4. roberto says

    Con questo poker di ricette la ricerca di questo prosecco viene spontanea.
    Il polpettone poi ,per me è un piatto del cuore , mia madre praticamente mi ci ha tirato su, una sorta di dejavu!

  5. -se dico a mia moglie che vengo a roma poi devo chiamare l’avvocato
    -se dico a mia moglie andiamo a roma assieme non sappiamo dove mettere i pupi
    – se dico a mia moglie andiamo a roma coi bimbi …. no meglio di no!

    lasciatemi trovare una soluzione

  6. Luca, ho trovato la soluzione!!!! il 30 ottobre la Giuli (per chi non lo sa è la moglie 🙂 ) mi ha detto che per amor tuo viene pure fino a Roma!!!!

    Per i bimbi troviamo una soluzione!! 🙂
    Devo chiedere anche ai nonni e alla zia?? (o la Piccola Pao la porti?)

    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *