Biscotti
comment 1

In azione per il Natale #9: Vanilla Kipferl

Ossia chifelletti di Cansado, per chi bazzica il forum di Coquinaria. Fino a questo Natale non li avevo mai fatti, salvo nella versione col cioccolato. Però quest’anno, dato l’ammontare di biscotti in gioco, ho voluto puntare sul classico e sulla leggiadria della vaniglia.

Sono un classico viennese, che ad occhio e croce ben si adatta ai gusti semplici della famiglia della Cavia. Sono delicati, soprattutto appena cotti. Sono anche molto eleganti da presentare e resistono benone. Si suggerisce, anzi, di mangiarli dopo una settimana. Ma mi sembra assai difficile che resistano tanto.

E allora perchè non farli?

Vanilla Kipferl

280 gr di farina 00
210 gr burro
100 gr mandorle tritate finemente
50 gr di zucchero
io ho aggiunto mezzo cucchiaino di essenza di vaniglia
zucchero a velo per decorare (andrebbe in realtà zucchero a velo vanigliato)

Ho mescolato la farina con le mandorle sminuzzate.

Ho aggiunto lo zucchero e l’essenza di vaniglia.

Ho unito il burro e lavorato fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Ho fatto riposare in frigo per una notte avvolgendo l’impasto nella pellicola alimentare.

Mentre il forno si preriscaldava a 170°C, ho formato dei rotolini di impasto che ho poi piegato a mo’ di cornetto.

Ho fatto cuocere i biscotti a 170°C per 12 minuti.

Sfornati, ho trasportato la carta da forno coi biscotti sul tavolo e ho ricoperto ben bene i biscotti di zucchero a velo.

Ho lasciato raffreddare e poi ho riposto i chiffeletti in una scatola di latta.

1 Comment

  1. Anche molto veloci da fare e penso siano veloci anche nello sparire!!!
    Tantissimi auguri di Buone Feste!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *