Friuli, Secondi, Torte salate
comments 7

Fritàe cul Montasio

Alias Frittata col Montasio. L’ho fatta per l’aperitivo friulano usando, però, al posto del Montasio, l’Asiago per mere esigenze di dotazione. Ricetta semplice, come per quasi tutte le frittate, arricchita dal formaggio di qualità e dal latte. Nonchè la cottura non richiede olio, dato che non viene fatta in padela sul fuoco, ma nel forno.

Si può mettere in una pentola resistente al forno o in una tortiera rivestita con carta forno. Mi raccomando la carta forno, io mi sono arrabbiata con due tortiere a cerchio apribile prima di rendermi conto che le perdite, più o meno piccole, di liquido si potessero evitare con la carta forno. Alla fine però ho puntato su una tortiera da crostata più ampia del 20 cm ideali.

Me venendo alla ricetta…

Fritàe cul Montasio

Da Vecchia e Nuova Cucina di Carnia di Gianni Cosetti

8 uova
200 gr di Montasio (io ho usato Asiago)
1 ciuffo di erba cipollina
1 ciuffo di prezzemolo
una noce di burro (io l’ho eliminata)
sale e pepe
1/2 bicchiere di latte
Un tegame antiaderente da 20 cm di diametro

Prima ho tagliato a dadini l’Asiago. Poi, ho sbattuto le uova, poi ho aggiunto il latte e sbattuto il tutto di nuovo. Ho aggiunto sale e pepe e sbattuto ancora. Ho aggiunto il formaggio a dadini e mescolato. Infine ho aggiunto le erbe e mescolato ancora.

Ho preriscaldato il forno a 150°C. Ho versato il composto nel tegame ricoperto di carta forno e cotto in forno non per i 15 minuti suggeriti ma per mezz’ora. Per i tempi del forno, tieni conto che io ho un forno elettrico ventilato per forza di cose.

La frittata deve essere cotta e gonfia alla fine.

Buon assaggio 🙂

7 Comments

  1. Pingback: Tweets that mention Fritàe cul Montasio -- Topsy.com

  2. Siccome sono fortunella,e a Udine si trova il montasio in tutte le sue stagionature, userò quello!!!!
    😉

  3. rossdibi says

    @Solema @Eleonora Sto giusto per istruire mia madre perchè corra a comprarmi del Montasio ora che faccio un rapido salto sù

  4. Pingback: Cucina SMS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *