Month: Luglio 2010

Donna Hay Day: pane di pizza

Hay hay it’s Donna day è un contest che anima da anni la blogosfera degli appassionati di cucina. Dopo un periodo di pausa, l’evento è stato rilanciato recentemente da Denise di Chez Us. Le regole sono semplici, ogni mese il blogger vincitore del turno precedente scegli un piatto di Donna Hay e chi vuole si cimenta. Si deve seguire la ricetta,  ma modifiche sono ben accette in termini di presentazione del piatto e di aggiustamento degli ingredienti (fino ad un massimo di due). Tramite Juls Kitchen sono venuta a conoscenza del rilancio del HHDD (Hay Hay Donna Day). Lo scorso mese ho provato la zuppa di piselli, questo mese grazie a Reb di So Long and Thanks for all the Food mi sono cimentata col pane da pizza. Data la mia recente passione sfrenata per il lievito madre, non potevo sottrarmi dall’usa questo magnifico ingrediente nella ricetta.

Donna Hay Pizza Bread

Hay hay it’s Donna day contest is alive and acquires new energy every month. Donna Hay creates recipe while her fans test them daily. In the blogosphere, fans organize themselves with events as HHDD. The soul of the event is Denise of Chez Us, while monthly host is the winner of the past month challenge. For July 2010, a very hard time in kitchen given increasing temperature outside, Reb of So Long and Thanks for all the Food has selected a very Donna Hay and Italian recipe as Tomato, Ricotta and Spinach Pizza Bread. I would describe the recipe as Italian given that it was easily adapt to the Danubio , a recipe from Naples. I simple adapt the recipe to sourdough. Result? Great, I will re-use the recipe in the future for sure. Maybe I’ll reduce the quantity of filling.

Idea estiva con la polenta

Buon sangue non mente. Da friulana inside neppure in mezzo a questa calura riesco a resistere alla polenta. Tra l’altro avevo ancora della buona farina di polenta, gialla e bianca mischiate, del Mulino di Godia di Udine. Ecco l’idea per gustare pure d’estate la polenta. Di sicuro fattibile in ogni casa, nonostante la foto goliardica qui a fianco. E’ un piatto da gustare freddo, potenzialmente e agevolmente trasportabile. Nonchè il ripieno è adattabili a tutti i gusti e le esigenze. Ok, scrivo troppo, ecco la …

Percorsi di mezza estate di vino

Alla scoperta del gusto per caso durante una serata romana. Si arriva all’Osteria dell’Incannucciata superando l’ingorgo classico di Corso Francia, si assapora per un attimo l’aria più fresca, ci si allieta con qualche battuta alla vista delle confezioni OneGlass, si acchiappa un posto a tavola e via alle degustazioni e alla chiacchiera libera. Ecco i ricordi, fatti di piccole scoperte del gusto.

3 Insalate con i prodotti Agrycult

Le verdure fresche vanno mangiate sul momento. Col caldo bisogna mangiare frutta e verdura. La cassetta di prodotti Agrycult è arrivata ed i suoi 7 kg lordi vanno consumati in tempo utile. Ecco allora che per il bene dell’economia, della Cavia, della salute 🙂 ho cercato di trarre il massimo da questo dono. Mi son fatta venire un po’ di idee per usare tutto o quasi e non buttare via nulla, ma senza annoiare me e la Cavia a tavola. Le idee che mi son venute sono state: