Menu
comments 4

Menù per cena tra amici

Un post più recente che raccoglie vari menù per cene tra amici, lo trovi cliccando qui.

Avete amici per cena? E’ un’eventualità che capita regolarmente a casa mia. I primi momenti sono di entusiasmo: chi invito? quanti saremo?

Poi subentra un po’ di stress da prestazione: ma cosa sa cucinare chi viene da me? Come posso stupirlo?

Poi viene il momento delle defezioni, a volte le più improbabili. Ma noi ci premuniamo allargando gradualmente il numero di invitati.

Infine, siamo alla resa dei conti. Il menù. Il tema menù  mi è molto caro, ne ho parlato varie volte (ad esempio con una lista dei menù 2008 o parlando della cena fatta per i colleghi della Cavia o dei tempi di lavorazione del mio menù perfetto, anche se la perfezione richiede evoluzione costanti :), ma ne ho parlato anche per una cena estiva con un’amica. Ho del menù per la festa di compleanno 2009 della Cavia ).

Ne riparlo ora per suggerirvi il menù che ho proposto la settimana scorsa a due amici, metà nuovi e metà da conoscere meglio (tal Tania di A Bagnomaria). Loro si sono generosamente concessi, apprezzando persino le posate. E sì che mi avevano spaventato parlando di quanto poco cibo gli avessero servita a colazione 🙂

Il menù, completo è stato:

***********************************

Menù per 4 persone

Pane cafone

Risotto di pere e radicchio rosso

Seppie e carciofi

Muffin al triplo cioccolato con fragole

***********************************

Vino offerto dalla casa : Ribolla gialla di Comelli

Vino offerto dagli invitati: Falanghina e Dolcetto.

Ricette? Uffa, quante storie, me le sarei ricordate 🙂

Per il pane cafone ho seguito la ricetta proposta qua, solo che ho usato solo farina di tipo 2 e in quantità lievemente superiore. Risultato? Alveolatura meno marcata ma molto regolare.

Il risotto pere e radicchio rosso è un classico, come pure oramai il fatto che il brodo è rigorosamente home made e fatto con sedano, carote e cipolla rossa.

Le seppie e carciofi le ho fatte in dose doppia rispetto a qua.

Mentre i muffin li ho fatti sia doppio che al triplo cioccolato. Ho servito con una macedonia di fragole (400gr)  irrorate con limone e pochissimo zucchero (circa 1 cucchiaino).

Mi è parso 🙂 che il risotto sia piaciuto dato anche un bis, le seppie abbiano stupito per l’abbinamento coi carciofi, i muffin? Beh, ne ho regalati alcuni per la colazione altrui del giorno dopo.

Grazie a Tania e Davide per essere venuti e averci insegnato molte parole nuove come distopia 🙂 


4 Comments

  1. rossdibi says

    @Elisa Don’t worry, prima o poi riesco ad invitare tutti gli amici a cena. Ci vuole solo pazienza 🙂

  2. Paolo Maniglio says

    Mi rincresceva fare la sfoglia,quella industriale non mi garba e quindi niente strudel. Il tuo suggerimento ed i commenti, mi hanno tolto un cruccio.Vi farò sapere come è andata.
    Grazie a tutti e………AUGURONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *