Pasta
comments 6

Amatriciana con speck e Montasio

Gli spaghetti all’Amatriciana sono un classico piatto romano, perchè rivoluzionarlo? Cosa mi son messa in testa? Che senso ha sostituire il guanciale col nordico Speck? E poi il formaggio Montasio? Che ci azzecca?

E’ un’idea nata passo per passo. Il tutto è partito dalla gita a Venezia, di cui ti ho già scritto per presentarti il Mercato del Pesce e lo Squero. Cos’altro ho fatto in quei due giorni?

Sono andata a cena insieme a Nan di LivingInVenice e caposaldo di Voga Girls. Da brava neo-sommelier ed ospiti ci ha portati a scoprire un’Osteria non da turisti, guarda caso (le coincidenze della vita!) in un viottolo che già conoscevamo da precente gita. Ci ha portato all’Osteria Promessi Sposi, da lei molto amata. A parte la Tartare, i cannolicchi come aperitivo, i ravioli a non ricordo quale pesce, c’era il piatto scelto e approvato dalla Cavia: l’amatriciana di Speck e Asiago.

E allora il Montasio del titolo?

Il Montasio, formaggio friulano, è venuto fuori non per campanilismo, ma per scoperta effettuata al supermercato. Già non è facile trovare il Montasio nei negozi che bazzico durante la settimana lavorativa qui a Roma, ma se poi lo trovo e scopro che viene dalla latteria dei miei parenti, dalla via di casa mia (quella lassù in Friuli)…beh dimentico tutte le beghe famigliari e lo compro.

Il Montasio da Coseano City 🙂 venduto a Roma

Risultato culinario? Una ricetta molto gradita. Eccola.

SPAGHETTI ALL’AMATRICIANA DI SPECK E MONTASIO

Ingredienti per 2 persone

200gr di spaghetti (ho preso quelli che si cuocevano in 6 minuti)

4 pomodori medi da sugo

1/4 di cipolla

olio extra vergine di oliva

60gr di Speck

60gr di Montasio (il mio era giovane, certo non di malga…di questo parlemo presto)

peperoncino

sale

Ho cominciato con lo scottare in acqua i pomodori e a spellarli.

Poi ho salto in padella con circa un cucchiaio di olio lo speck tagliato a dadini. Saltato, l’ho messo in un piatto a parte. Nella stessa padella ho fatto imbiondire la cipolla tagliuzzata in padella con un po’ di peperoncino. Poi ho aggiunto la polpa dei pomodori. Se hai ospiti e vuoi fare un sughetto ad hoc, ti consiglio di fare una salsa  madre (clicca qui per vedere come si fa). Ho salato leggermente e ho fatto cuocere per 8-10 minuti.

Nel frattempo ho cotto la pasta al dente. Scolata l’ho fatta saltare col sugo e lo speck saltato. Infine, ho aggiunto il formaggio grattugiato.

6 Comments

  1. non per fare il precisino, ma oltre al montasio e allo speck anche la cipolla non c’è nella amtriciana e ci sono i pelati…ma è solo un problema di “nomencaltura” perchè i tuoi spaghetti sono invitanti e buoni!
    so un po’ un rompi scusa 😉

    devo farti i complimenti per la precisione dei tuoi post, e per la scrittura veramente piacevole

  2. rossdibi says

    @Paolo Mi fido di te. Ho seguito la ricetta della Amatriciana che ho trovato nel Carnacina.
    Per i pelati, sono io che non li amo. Tendo sempre a fare tutto sul momento o quasi…anche perchè in una casetta piccina piccina un barattolo in meno è tanto spazio in più 🙂
    Ogni commento qui è sempre ben accolto…se mi gira bene 🙂

  3. Chissà perchè quando ho letto il titolo mi è venuta subito in mente una pasta in bianco… Ma poi l’amatriciana ha il sugo quindi come poteva essere senza??
    Un idea gustosa direi ame piace moltissimo il montasio. Bacione

  4. rossdibi says

    @Maaaaaaaaaaaaaaaacs facciamo gli ironici ! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *