Pesce
comments 4

Polpo al vino rosso luculliano

La semplicità e la bontà: ancora queste due compagne fedeli di ogni buona tavola si sono fatte avanti.
Non sono una grande esperta di pesce, ma meno male che mia madre ha un’amica, Wanda, straordinaria. Straordinaria perchè non ti sta vicina o non ti aiuta con le semplice parole. Lei si fa viva coi fatti. Ogni tuo minimo gesto gentile viene ricambiato con un gesto significativo. Così se dei tuoi tre mesi in Canada lei riceve una tua cartolina da Ottawa, lei ricambia sorprendendoti con Il Carnacina, tutto per tè.
Se poi capiti al volo a casa sua, assieme a tua madre e a tua sorella e compagno, lei ti offre a scelta un libro sugli antipasti o uno sul pesce. Così tu lasci gli antipasti alla giovane sorellina e ti prendi curiosa e stupefatta dalle mani di Silvano il tuo libro sul pesce.

Ecco allora che quando torni dal lavoro con del polpo, il primo gesto è cercare nel libro di Silvano e Wanda. Ti ricordi di loro, della decisa ed insieme fragile Wanda che si rintana in casa come reazione ad un momento difficile e del grande Silvano che abbellisce la casa con sapienti lavori di falegnameria ridonando vita a mobili antichi o comunque dimenticati. Ma ci sono anche i gatti ad aspettarti fuori dalla loro villetta e anche l’ombra della suocera, che sempre incombe nel Nord-Est d’Italia.
Grazie Wanda e Silvano, questo piatto rende giustizia a voi e ai golosi e buongustai.
Assicuro che è alla portata di tutti e che stupisce per il suo sapore raffinato e diretto. Io ho seguito le dosi del libro in parte, avendo una ricchezza di cipolla in casa.

POLPO AL VINO ROSSO

Ingredienti per 2 persone golose

500gr di polpo
1 cipolla rossa
1 carota
3 cucchiai di aceto di vino rosso
1/4 di vino rosso, corposo

Per la vinagrette finale:
prezzemolo
olio extra vergine d’oliva (ad occhio: 3 cucchiai)
sale, pepe

Ho pulito e tagliato il polpo come fatto per il Polpo al vino bianco. Sostanzialmente ho tagliato in tre parti i tentacoli e la testa in quattro parte. Io avevo 500gr di polpi medio-piccoli.
Ho tagliato a ronderelle la cipolla rossa e la carota.
Ho messo nella pentola il polpo e sopra di esso le verdure (prima la cipolla e poi la carota) e ho coperto a filo con dell’acqua. Poi ho aggiunto l’aceto ed un po’ dale. Ho fatto, poi, cuocere per circa 25-30 minuti. Successivamente ho aggiunto il vino rosso e cotto per altri 20 minuti, sempre a fiamma media.
Verso fine cottura, ho preparato la vinagrette mescolando un ciuffo di prezzemolo tritato con l’olio, il sale ed il pepe.
A fine cottura, ho scolato il polpo e le verdure e poi li ho insaporiti con la vinagrette mescolando il tutto.

Il risultato, oggettivamente, è stato luculliano. Grande entusiasmo da parte della Cavia e mia. La vita ci è sembrata subito più bella.
Come dire, i prossimi ospiti sono avvisati: vi ritroverete questo piatto nel menù.

4 Comments

  1. Delizioso mai provato con il vino rosso… Io con il pesce non me la cavo gran che, ma queste ricettine sfiziose e semplici mi ispirano e potrei cimentarmi. Bello avere amici così!

  2. @Elisa
    Come, una romana non esperta di pesce? Quanto ti capisco, qui urge imparare presto a far bene il pesce, sennò che foodblogger siamo 🙂

  3. Mai cucinato il polpo così, ma stai certa che ci provo. L’idea del vino rosso mi incuriosisce… e poi, di pesce devo cucinarne di più. Insomma, mi hai indotto buoni propositi culinari… grazie!
    A presto

    Sabrine

  4. @Sabrine
    Fai fai fammi sapere i risultati e le eventuali varianti. Qui bisogna imparare tutto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *