Secondi
comment 1

Bistecca al pepe e brandy con porri e Julia Child

La settimana scorsa era toccato al petto di pollo alla paprika e alle carote glassate, questa settimana lo scettro di piatto delizioso spetta alla bistecca al pepe e brandy e ai porri stufati.
Cos’hanno in comune questi due piatti? Vengono entrambi da Mastering the Art of French Cooking. La mia mania per Julia Child non da segni di cedimento da quanto ho letto My life in France. Sebbene l’innamorata platonica della Francia sia mia sorella Fiorella, che parla un francese perfetto senza mai essere andata in Francia (un applauso prego), e sebbene l’innamorata con molte esperienze turistiche della Francia (Paris, Normandia, e non ricordo) sia mia cugina Laura, io sono innamorata a distanza della cucina francese…alla Julia Child.
Ma veniamo al dunque, ossia alle ricette. Vi anticipo che anche stavolta il risultato sono stati dei piatti ripuliti fino all’ultima goccia, sia da parte della Cavia (il che potrebbe essere scontato) sia da parte mia.

Serata #2 Julia Child

BISTECCA AL PEPE E BRANDY
2 bistecche (nel mio caso lombi)
1 cucchiaino di pepe nero
1 cucchiaino di pepe bianco

Tritare sul momento i pepi e poi massaggiare la carne con essi. Questa è una parte che mi affascina molto. Non ce niente da fare, per me cucinare è un’esperienza tattile.
Allora, massaggiata la carne, va riposta coperta con carta forno per almeno un’ora-ora e mezza. Io l’ho lasciata profumarsi col pepe per due ore e mezzo.

Olio extra vergine di oliva
Un pezzettino di burro

Ho fatto poi sciogliere il burro nell’olio, mentre bolliva in padella. Ho aggiunto le bistecche e le ho fatte saltare per almeno 3-4 minuti per parte. La durata della cottura dipende dal vostro grado di cottura preferito. Raggiunto tale punto le ho tolte dalla padella.

15gr di burro
un cucchiaio di porri tagliati a rondelle (anche la cipolla va bene, anzi meglio. Ho usato i porri per usare i resti dell’altra portata)
2 cucchiai di brodo di carne (o acqua, va bene uguale)
2 cucchiai di brandy

Nella stessa padella ho aggiunto il burro e l’ho fatto sciogliere. Poi ho unito i porri e li ho fatti cuocere per un minuto. Successivamente ho unito il brodo e il brandy e li ho fatti evaporare per alcuni minuti.
Infine, sopra le bistecche già sistemate nel piatto ho messo questo invitante sughetto.

Accanto ho servito i:
PORRI STUFATI
Versione adattata e per 2 persone

3 porri grandi
acqua
30 gr di burro
sale
formaggio Gouda

Ho tagliato 3 porri, eliminando le foglie verdi finali, nonché dividendoli in pezzi da circa 10-15 cm (date le dimensioni della mia pentola) e poi li ho tagliati a metà.
Li ho messi in una pentola alta e ricoperti di acqua. Meglio abbondare che deficere 🙂 con l’acqua. Al limite vi proverete con un eccesso di brodo al porro, che si può riutilizzare il giorno dopo. Infine ho aggiunto il burro e un pizzico di sale.
Ho lasciato cuocere per 30-40 minuti coprendo parzialmente la pentola.
Poi ho trasferito i porri in una pirofila forno con un po’ del loro liquido di cottura.
Ho messo la teglia nel forno preriscaldato a 170° e ho fatto cuocere per 25-30 minuti.
Infine, a forno spento ho aggiunto dei pezzettini di Gouda stagionato 48 mesi.

Vi ho fatto venir gola?
Quali altre ricette di Julia Child o della cucina francese mi consigliate?

1 Comment

  1. Pingback: Gratin, bistecca, burro alla Julia Child « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *