Torte
comments 3

Anne Torte alla grappa

Una torta misconosciuta ai molti eppure la sua storia non si discosta molto dalla molto più famosa Sacher Torte. Anzi, la pasticceria Demel, sempre di Vienna, si contende coi Sacher la stessa paternità della Sacher Torte. Altre versioni dell’annosa questione riportano l’origine della Sacher al pasticciere Demel.
Difficile risolvere la questione da un divano romano e avendo solo visitato ed onorato la pasticceria Demel. Qui non posso che limitarmi a riproporvi la ricetta dell’Anne Torte , tanto apprezzata da La Cavia. Cavia che mi implorava da tempo di rifarla, io che dubitavo perché col forno “nostro” avevo timore di incorrere in un fallimento. Ma dovendo pur testare in cucina la Grappa Casetta della Vallagarina arrivata giorni fa (e di cui ho parlato qui), non ho potuto più tirarmi indietro.
Ci tengo a dirvi che questa è l’Anne Torte forse non originale. E’ basata su una ricetta trovata online in tedesco anni fa, tradottami dalla mia amica di Munchen. E tra l’altro priva di glassa. Per una torta casalinga è già abbastanza ricca così e fa un effetto stupendo per il palato in questa versione semplice.
Se avete altre versioni della ricette, io sono qua pronta a testarle.
ANNE TORTE con la Grappa Casetta della Vallagarina
250 gr di burro lasciato alcune ore fuori dal frigorifero
250 gr zucchero
1 pacchetto di vanillina
1 cucchiaio di Grappa Casetta della Vallagarina
4 uova grandi
250 gr farina 00
1 ½ cucchiaino di lievito per dolci
125 gr di cioccolato amaro tagliuzzato finemente
100 gr di mandorle spellate grattugiate finemente
50 gr di cedro candito (o anche arancia candita, io questa volta ho usato un mix di frutta candita)
Lavorate a crema il burro. Unite gradatamente ( a circa 30gr alla volta) lo zucchero e poi la vanillina, continuando a mescolare continuamente. Unite un uovo alla volta mescolando man mano fino ad ottenere un composto omogeneo. La pazienza si tradurrà in un ottimo impasto, ricordate. Poi unite sempre man mano la farina mescolata col lievito. Infine è la volta prima della cioccolata, poi delle mandorle e dulcis in fundus del cedro.
Versate il composto in una teglia imburrata da 26cm di ampiezza (con cerchio apribile). Cuocete in forno preriscaldato a 160° (se ventilato) per circa un’ora. Vi consiglio di controllare la cottura dopo 40-45 minuti.
E’ ottima mangiata i giorni dopo, sempre che resista.
Esito dell’utilizzo della grappa? Fantastica, se possibile ancora più del solito. Il profumo della grappa si è amalgamato bene con la torta. Quindi mi sa che userò ancora tale grappa per l’Anne Torte.

3 Comments

  1. Bersio says

    Conosco la Anne Torte, con e senza glassa. E’ buonissima e devo proprio dire alla mia ragazza di prepararmela…

  2. Pingback: Vivere, cucinare e sedurre (o quasi) - Amore Seduzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *