Canada
comments 3

Canadian Wines

Cara Cavia,

l’ultima volta che ti ho scritto ti avevo lasciato col dubbio di cosa fosse la LCBO e di cosa ci andassi a fare là ogni sabato. La LCBO non è una brutta malattia, è solo la catena di negozi che vengono i vini in Canada.

LCBO sta per Liquour Control Board of Ontario. Decidono loro quali vini possono venduto nell’Ontario, non in tutto in Canada. Il grande Canada è infatti diviso in Province e Territori, alquanto autonomia anche in materia di alcolici.

Nelle grandi città, come Ottawa, ci sono vari punti di vendita. Ovviamente io vado in quello non proprio sotto casa, ma che offre una grande varietà. Ben due piani di scelta tra vini d’annata, vintage e roba forte (whisky e company). C’è anche una bella scelta di birre, sebbene siano di più diretta competenza del The Beer Store .

Finora ho visitato il LCBO solo due volte, non si può definire di già una relazione stabile, ma rischia di diventarlo.

Certo di concentrare la mia attenzione sui prodotti locali, mi lascio influenzare dalla mia voglia di capire i canadesi e la loro vita e dallo slogan Go Local. Go Local, che qui forse assume più importanza parlando in generale di cibo, dato che al supermercato non è raro trovare accanto ai prodotti locali, anche quelli da terre non vicine come la Florida, il Messico, il Paraguay ed il Cile.

Tornando ai vini, ecco il primo vino locale di cui mi sono deliziata nel corso della scorsa settimana.

Si tratta di un White Merlot dei tal Jackson-Triggs .

Lo sai che non sono un’esperta, devo però riconoscere una certo debole per i rosè, anche se non saprei se presentare questo vino come un rosé. E’ un vino da antipasto, ma che si sposa bene coi piatti speziati, come il pollo allo zenzero e garam masala di cui ti ho scritto qualche giorno fa.

Se ti domandi, invece, che cosa sia un white merlot è una relativa novità. E’ stato messo in commercio a partire dagli anni ’90 dello scorso secolo (insomma 1990) e si ricava lasciando per poco tempo le bucce dell’uva col succo. Se ne sai di più, dimmelo o ditemelo. Gli aspetti tecnici per me non sono secondari al sapore.

Cin Cin.

3 Comments

  1. Il rosè è un vino di tutto rispetto, l’ho scoperto in Francia. devo dire che anche gli effetti sono di tutto rispetto!!! Eh, eh!

  2. rossdibi says

    Grazie Laura
    E sì i vini fanno magie a volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *