Menu, Secondi
comments 5

Menù per un'amica

Tra poco più di una settimana volerò verso Ottawa per 3 mesi di lavoro in Canada.

Oltre a viziare la Cavia, sto cercando di salutare degnamente le mie care amiche di Roma.

La settimana scorsa è toccato ad una mia cara Cavia: Concy. Spesso usciamo insieme per ristoranti, prediligendo quelli etnici. Con lei condivido anche la passione per la cucina indiana. Ma non si parla con un’amica come lei di solo cibo, ma questi sono temi top secret.

La scorsa settimana, si diceva, l’ho invitata a cena a casa della Cavia, ma senza Cavia. Ahimè quella era impegnata ad una cena di laurea di una nipote.

Andando al sodo, almeno una Cavia ha potuto assaggiare questo menù:

 

ANTIPASTI

 

Polenta con Asiago

 

*********

 

SECONDI

 

Polpette speziate

Patate in agrodolce

 

**********

 

DOLCI

 

Si  mi  è stato detto: “Sono a dieta”

 

Il menù è stato molto rustico, ma almeno personale. La polenta voleva anche colmare il lungo ed inaspettato tempo di cottura delle patate.

La ricetta delle polpette speziate viene da Cuocapercaso , mentre quella delle patate da Fiordizucca .

 

 

POLPETTE SPEZIATE

Ingredienti per 3 persone, anche se sono state divorate tutte da 2 persone

polpette

 

300 gr di carne macinata

1 uovo

1 cucchiaio di parmigiano

½ cipolla rossa tagliuzzata fine

Pepe

Sale

Paprika dolce

Una punta di coriandolo

Cumino (abbastanza, perché piaceva a Concy)

Noce moscata

Cannella

Chiodi di garofano

Curry vero dall’India (in assenza dello zenzero)

Vino rosso (in assenza di quello bianco, ma si è sposato bene col cibo)

 

Mescolare la carne con l’uovo, unire la cipolla, il formaggio. Mescolare. A differenza della ricetta de Cuocapercaso io ho messo la cipolla nell’impasto e non ha per niente guastato il risultato finale. Unire le spezie.

Formate delle piccole polpette. Adagiarle in una padella di media grandezza con un cucchiaio di olio. Aggiungere quasi subito un mezzo bicchiere di Chianti e un mezzo bicchiere di acqua. Cuocere finchè il sughetto non si sarà assorbito.

 

Sono eccellenti.

 

PATATE IN AGRODOLCE

patate

 

500 gr patate

100 gr olive verdi denocciolate

1 cipolla rossa (si capisce che abbonda ora nel frigo?)

1 cucchiaio di capperi

Sale

Pepe

1 cucchiaio di zucchero

5 cucchiai di aceto

 

Lavare le patate e tagliarle a dadini. Saltare in padella la cipolla tagliata a rondelle con poco olio. Aggiungere le patate, poi le olive ed i capperi. Versare un bicchiere di acqua e cuocere per almeno 15 minuti. In realtà io ho dovuto aspettare un’ora prima di avere delle patate abbastanza morbide. Unire verso la fine lo zucchero, l’aceto, il sale ed il pepe. Se la cottura vi va per le lunghe come a me, aggiungete acqua e controllare l’ “agrodolcità” man mano, ma senza esagerare.

 

Concy, mi ricorderai ancora a luglio?

5 Comments

  1. Avevo letto del tuo viaggio e credo che sarà un’esperienza bellissima!!
    In bocca al lupo e torna con tante idee, foto e amici nuovi.
    CI leggiamo su @twitter!
    😉

  2. rossdibi says

    Certo, sto diventando molto tecnologica per questa esperienza. Punterò al lavoro ma anche al cibo locale, al mercato e sempre con una macchina fotografica.

    Grazie mille del sostegno

  3. Pingback: Polpettone Casalingo

  4. Pingback: Buon compleanno Cavia 2009 – Menu « Ma che ti sei mangiato…

  5. Pingback: Alla scoperta della Puglia con un’amica « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *