Eventi
Leave a comment

Wrap up culinario

Ci sono giornate dedicate a mettere in ordine … oggi è una di quelle giornate.

Sento proprio l’esigenza di mettere in ordine, di fare il punto della situazione.

Sarà perché sono stanca, sarà perché sono in procinto di condividere con voi un nuovo menù…e si sa che l’effetto attesa ha i suoi benefici.

Ecco allora un riassunto di quello che ho fatto gli ultimi giorni. Con qualche nuovo link.

Il 15 ottobre era il Blog Action Day 2008 ed io modestamente c’ero. Per chi ha avuto pazienza di leggere persino il mio inglese ha letto il post sui cibi poveri italiani di una volta. Per chi non conosce l’inglese, beh se cliccate sui link trovate le ricette di questi piatti cosiddetti poveri in italiano.

Ho condiviso con voi anche il menù di una cena romantica con fettuccine al cacao e mousse alle fragole . Tutto questo per continuare il Blog Event Menu Q&A Session .

Evento che continua anche con le interviste che vi ho proposto e che proporrò.

Se volete addentrarvi nel mondo dei menù dell’accoglienza degli ospiti a casa,le interviste che finora trovate online sono:

L’aspetto estetico di un menù

Hosting a post-vacation dinner

Un menù dalla terra

In particolare per l’ultima intervista sul menù dalla terra, ossia il menù coi prodotti dell’orto e del bosco, vi invito caldamente a leggere anche la discussione sulla bravura dell’intervistata, AnnaMaria, che si è svolta su Coquinaria (cliccate qui per leggerla)

Infine, vi ringrazio per aver partecipato in massa al sondaggio sul Natale. Ben 134 risposte sono raccolte, a brevissimo riceverete tutti il catalogo dell’artista, Laura, che ha indetto il sondaggio. Per chi non ha ancora risposta alla decina di domande, beh c’è tempo. Non c’è scadenza.

Infine …infine, vi segnalo anche una rivista online di un nuovo amico. Si tratta di Lo Scribacchione . Se invece siete più interessati alla persona che all’opera, o se volete conoscere tutte le opere della persona, tal Davide Nonino, andate qui .

Perché grazie al cielo non si vive di solo cibo, ma non si vive senza cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *