Menu
comments 7

Un cena romana per gli amici tedeschi

E’ bellissimo avere ospiti specialmente quando vengono da lontano.

Relativamente lontano in questo caso, dal Monaco di Baviera, o Munich in inglese, o Muenchen in tedesco. In giapponese non lo so.

Ancora più bello è potergli presentare delle persone che vivono qua e che vengono dalla loro stessa città.  Ed io ce l’ho fatta.

La scorsa settimana è venuta in vacanza, beata lei, Claudia con Oliver e gli ho presentato Hande e Theo.

La cosa più buffa che entrambe le coppie erano miste. Non ridete, intendo dire che in entrambe le coppie di amici la ragazza è tedesca acquisita, Claudia è nata in Romania e Hande in Turchia.

 

Il primo problema è stato: ma che gli faccio da mangiare? Pensa e ripensa, col timore di cadere nel banale, ho scelto un menù relativamente romano. Sapevo che a Claudia piaceva assai il pecorino romano e che alla Cavia piace assai il Semifreddo al cioccolato bianco. Lo so, il semifreddo non è romano ma se una Cavia vi implora di farlo da tempo, voi che fate? Gli osate dire no ad oltranza, pur sapendo che ne mangerà troppo?

 

Ahimè ho scoperto che gli spaghetti cacio e pepe in realtà sono una ricetta di origine napoletana, ma questo agli ospiti non glielo vado mica a dire (Hande non leggere questo !).  Però ho compensato tutto questo, offrendo anche la fagiolina del Trasimeno, che Hande conosceva solo di nome.

Per chi è curioso sulle origini degli spaghetti Cacio e Pepe, vada qua .  E fatemi sapere cosa ne pensate.

Se invece non siete sicuri sul tipo di pasta da usare per la ricetta, Coquinaria ha sentenziato che sono gli spaghetti per la pasta al cacio e pepe.

 

Oserei dire che conoscete tutte le ricette, ma per autocelebrazione eccovi il menù:

 

************************************

 

ANTIPASTO

Fagiolina del Trasimeno

Mini bruschette con le alici

 

PRIMO

Spaghetti Cacio & Pepe

 

SECONDI

Saltimbocca alla romana

Insalata di rucola, pere, Parmigiano Reggiano

 

DOLCE

Semifreddo al cioccolato bianco

 

************************************

 

 

Per le ricette:

Fagiolina del Trasimeno, la ricetta la trovate qua . Stavolta, nella prima mezz’ora di cottura ho aggiunto uno scalogno che poi ho utilizzato per decorare il piatto.

 

Mini bruschette con alici

La ricetta è semplicissima.

 

Ingredienti:

 

1 baguette

50 g di stracchino o crescenza

Filetti di alici sott’olio

 

Tagliare la baguette a fette alte una o due dita. Distribuirci sopra un po’ di stracchino. Aggiungere mezza alice. Porre nel forno a microonde, non alla massima potenza, per alcuni secondi.

 

Spaghetti Cacio & Pepe, andate qua

 

Saltimbocca alla romana, andate qua

Insalata di rucola, pere, Parmigiano Reggiano, andate qua

Semifreddo al cioccolato bianco, andate qua

 

La Cavia e gli ospiti hanno apprezzato tutto quanto.

La dipendenza da semifreddo della Cavia non è stata smentita, ha fatto il tris. Ma anche Claudia si è concessa un bis.

 

La serata si è conclusa con l’assaggio dell’ IceWine canadese, che aspettavo di stappare per un’occasione speciale.

Che alternative proponete per un’altra cena romana?

 

 

7 Comments

  1. rossdibi says

    @ Mattop Quei fagiolini sono magnifici, cosa darei per averne ancora un po’ !

    @ Annamaria la bellezza e bontà dei saltimbocca è nella loro semplicità

  2. Complimenti come sempre per il menù!!!
    Dopo la notizia che la ricetta della mitica pastiera della Mamma della mia cara amica Cinzia è presa dal vaso di grano cotto … questa del cacio e pepe e la seconda certezza che viene incrinata quest’anno … non so se riuscirò a reggere …
    su un muro degli edifici del parco di san giovanni a trieste c’è scritto “la verità è rivoluzionaria” … concordo pienamente
    :- )

    buona cena a tutti
    Elena

  3. Pingback: I menù del 2008 « Ma che ti sei mangiato…

  4. Pingback: Fagioli all’uccelleto « Ma che ti sei mangiato…

  5. Pingback: I fagioli dell’uccelletto « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *