Month: Settembre 2008

Un cena romana per gli amici tedeschi

E’ bellissimo avere ospiti specialmente quando vengono da lontano. Relativamente lontano in questo caso, dal Monaco di Baviera, o Munich in inglese, o Muenchen in tedesco. In giapponese non lo so. Ancora più bello è potergli presentare delle persone che vivono qua e che vengono dalla loro stessa città.  Ed io ce l’ho fatta. La scorsa settimana è venuta in vacanza, beata lei, Claudia con Oliver e gli ho presentato Hande e Theo. La cosa più buffa che entrambe le coppie erano miste. Non ridete, intendo dire che in entrambe le coppie di amici la ragazza è tedesca acquisita, Claudia è nata in Romania e Hande in Turchia.   Il primo problema è stato: ma che gli faccio da mangiare? Pensa e ripensa, col timore di cadere nel banale, ho scelto un menù relativamente romano. Sapevo che a Claudia piaceva assai il pecorino romano e che alla Cavia piace assai il Semifreddo al cioccolato bianco. Lo so, il semifreddo non è romano ma se una Cavia vi implora di farlo da tempo, voi che fate? …

Bonilli or not Bonilli ?

Nel mio piccolo mi occupo anche di cose serie. Non so se avete seguito la vicenda, ma la scorsa settimana il fondatore, ideatore e direttore del Gambero Rosso è stato licenziato. Lo so, è un periodo in cui questo è un fatto quotidiano e può sembrare stupido preoccuparsi di chi ha comunque una reputazione tale da poter trovare subito altri ruoli professionale quando l’Alitalia è lì lì per dirci addio. Ma certe figure sono un punto di riferimento. Mi permetto solo di darvi l’indirizzo nuovo del blog, dato che il Gambero Rosso ha anche oscurato quello preesistente. L’indirizzo è: http://blog.paperogiallo.net/ Un aspetto curioso della vicenda, è che i mezzi di informazioni tradizionali non hanno diffuso la notizia. Sono stati i tanto diffamati blogger a dare rilievo alla vicenda e solo dopo quotidiani e televisioni. Si invito a leggere i commenti al post di Bonilli del 14 settembre. Danno uno spaccato di quanta passione ed interessi si possano celare dietro il mondo dei blogger e dell’enograstronomia.   Tra l’altro da tutta questa vicenda, mi son messa …

Melone e riso

L’estate sta finendo oh oh Così si cantava un tempo, ai tempi della mia gioventù. Mi sembra il momento adatto ora per presentarvi un riso freddo. Anche perché se non lo faccio ora, mi tocca aspettare un bel po’ prima di riproporlo. La ricetta viene da Coquinaria e l’ho provata, con mia soddisfazione, alcune settimane fa. RISO FREDDO CON ZAFFERANO E MELONE Ingredienti per 2 persone 150 gr riso 1 bustina di zafferano Mezzo melone Mostarda Sale Pepe Olio d’oliva (la ricetta originale prevedeva anche limone e menta) Bollire il riso in acqua leggermente salata con lo zafferano (ovviamente aprite la bustina). Intanto, ne avete di tempo, tagliare a dadini il melone. Quando il riso è quasi cotto, scolarlo e lasciatelo sotto l’acqua fredda per un po’, di modo da fermare la cottura. Quando il riso è freddo e asciutto, unire un po’ di olio, sale e pepe. Mescolare. Poi unire il melone ed uno o due cucchiai di mostarda. Vi assicuro ha un gusto unico, ricercato. A noi ci è piaciuto. Altre ricette di …

Uno Streusel in famiglia

Fare o non fare un dolce nuovo per una festa di famiglia ? Bel dilemma, ma come mio solito ho osato. Le novità mi attirano in cucina, una nuova ricetta fatta è sempre un sapore nuovo ed un sapere di più.   La fonte era autorevolissima: Cansado di Coquinaria. Cansado è un esperto di cucina tedesca e greca, da quello che ricordo ed uno che non ha paura di dire quello che pensa. Fidandomi di lui, ho cercato la ricetta base dello Streusel condivisa da lui tempo fa su Coquinaria. Il suo recente Traubenstreusel mi aveva conquistato subito, ma le discussioni delle altri Coqui mi avevano, erroneamente, fatto dubitare. Alla fine, Cansado aveva ragione.   Si tratta di una ricetta facile. La torta non si può definire leggera, ma di sicuro è buona e con molte potenzialità ancora. Voglio provarla a fare a breve con le susine rosse, il colore vivace, secondo me, dona un’ulteriore tocco di glamour. Il composto del primo strato della torta è fantastico, è stato un piacere lavorarlo. Ho capito da …

Pasta integrale

Della serie di una bella cena non si butta via niente. Dopo esserci coccolata con la cena speciale di lunedì scorso, nel frigo de La Cavia erano rimasti alcuni ingredienti: fricicarelli, pancetta e mezza zucchina tonda. Avevo bisogno di mangiare della pasta integrale, così ha detto il medico. Per l’esattezza mi ha detto di mangiare pane e pasta integrale e bere vino rosso e birra. Non ci credete! Siete come mia madre, che al telefono mi ha risposto con un “Certo!”. Solo La Cavia mi capisce ! Ecco allora una pasta creata lì per lì, con un sugo dal punto di vista cromatico ben riuscito…anche il gusto non è stato male, La Cavia ha apprezzato. PASTA INTEGRARE CON PANCETTA E FRIGITELLI Ingredienti abbondanti per 2 persone 200 gr di penne integrali Mezza zucchina tonda 1 scalogno 2-3 frigitelli 2 fette di pancetta 1 cucchiaio di crescenza Olio d’oliva Sale Mettere a bollire l’acqua e regolarsi col sale. Tagliuzzare lo scalogno e soffrigerlo con poco olio. Aggiungere la pancetta tagliata a dadini. Cuocere la pasta e …