Contorni
comments 2

Un’insalata dopo il lago

Le cuoche non vanno mai in vacanza? Beh, le foodblogger qualche volta sì, anche per poche ore. Poi però c’è il duro ritorno alla realtà. Infatti, dopo poche ore al Lago di Bracciano, località Anguillara per la precisione, sabato è sorta la necessità di pensare al pranzo. Ecco allora che la Cavia si ferma al discount. Ecco allora che il mio istinto “cucinifero” ha la meglio.

Il reparto frutta e verdura ha creato il nostro il pranzo: una bella insalatona che non so perché a me ricordava i giorni francesi.

Infatti, lo scorso anno le ferie le abbiamo fatte lungo la Loire, più o meno. Ahimè eravamo in treno e non in bici, anche l’unico tratto in bici, Tours-Villandry, si rilevò spettacolare. Vi consiglio caldamente un salto a Villandry. Le tappe di quel viaggio dopo un inizio anno un po’ travagliato furono: Bourges, Orleans, Blois, Tours, Angers, Pornichet, Chartres. Tutto bello, anche se la memoria dedica all’oceano di Pornichet un posto speciale, così come agli arazzi di Angers e al b&b di Chartres.

Tornando al dunque, si parlava di una insalatona. Eccovela.

INSALATONA POST LAGO E SVUOTAFRIGO

Ottima per un pranzo consumato alle 16.20

Ingredienti

Rucola (rughetta)

Asiago (poco) a dadini

Scalogno

Finocchio (poco) tagliato fine a fettine

Pomodori tagliati a fettine

Carote a rondelle

Peperone rosso (poco) a listarelle

1 uovo a persona

Olio extravergine

Aceto balsamico

Sale

Pepe (se gradite)

Unite le verdure e condirle a piacere.

Bollire le uova per 5-6 minuti, di modo da non avere uova sode. Devono avere il tuorlo non sodo.

Aggiungere alle verdure l’Asiago e l’uovo sgusciato tagliato in due. Salare il rosso dell’uovo.

Servire e mangiare.

2 Comments

  1. Pingback: Insalata di orzo svuota frigo « Ma che ti sei mangiato…

  2. Pingback: Un risotto con lo speck « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *