Riso
comments 7

Resti del picnic e pranzo raffinato

… Si fa per dire.

Mi dispiaceva passare una settimana molto incentrata sul lavoro e poco sul blog. E mi dispiaceva non farvi sapere come il giorno dopo il picnic ho sfruttato quello che mi era rimasto assieme alla poca voglia di passare del tempo ai fornelli.

Mi rimaneva: farro del Pungolo (si è capito che mi piace), orzo (dall’inverno), un po’ di rughetta (o rucola, come si chiama fuori Roma) e dei pomodori secchi.

Ho fatto semplicemente un’altra insalata fredda combinando tutti questi ingredienti.

Son stata contenta del mio risultato. Sto imparando proprio a viziarmi anche quando sto da sola. Ben fatto…però cucinare per Cavia e amici è sempre meglio.

INSALATA FREDDA DEL GIORNO DOPO

Per una sola persona, l’altra era dalla mamma

1 pugno di farro del Pungolo

1 pugno di orzo

4-5 pomodori secchi

Un po’ di rucola

Aceto balsamico

Pecorino grattugiato

Dado vegetale

Ho messo in una pentola con un po’ di olio, acqua e aceto balsamico i pomodori secchi. Li ho cotti per 5-10 minuti.

Nel frattempo ho messo nell’acqua bollente con poco dado vegetale prima il farro e dopo 10 min anche l’orzo. Li ho fatti cuocere per 20-30 minuti.

Dopo aver tagliata la rucola, l’ho unita ai pomodori sgrondati dal liquido di cottura. Ho anche unito pochissimo pecorino grattugiato.

Alla fine ho unito i vari ingredienti e … buon appetito cuoca. Stanca ma felice del picnic e del pranzo solitario.

Povera Cavia dalla mamma.

7 Comments

  1. Pingback: The Heart of the Matter « Ma che ti sei mangiato…

  2. Pingback: Un po’ di link « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *