Eventi
comments 9

Una mela al giorno – Blog Event 3 Marzo 2008

Ho un pensiero che mi frulla da tempo nella testa. Beh non un tempo lunghissimo, quasi da un anno. Ossia rendere speciale in positivo il 3 marzo 2008. Avendo ora un blog, non posso non aver pensato ad un Blog Event. Da qui son nate varie incertezze su cosa proporre come tema dell’evento. Ma ora ho le idee chiare. “Una mela al giorno…” Blog Event sintetizza l’essenza del giorno, sebbene la mia dieta non abbia mai fatto schifo.

L’anno scorso, indovinate il giorno, ho avuto un ictus, non grave. Forse grazie anche all’assenza di fattori di rischio non indotti dal cibo.Si parla tanto di dieta e prevenzione, direi anche di ‘casi della vita’, ma è meglio parlare di dieta essendo in un food blog.

Ho visto varie liste di cibi che prevengono l’ictus, tra questi ci sono (che caso !) le mele. Una mela al giorno toglie il medico di torno. Beata saggezza popolare di quando le mele si raccoglievano dall’albero del giardino. Nel mio giardino crescono al massimo una ventina di mele l’anno, non sono grandi, non sono perfette, ma lo ammetto, il profumo ed il sapore non hanno pari. Peccato che il giardino sia a Udine ed io a Roma, ma almeno da casa mi dicono che sono ancora buone. Questo mi rasserena.

Allora, il Blog Event è sulle mele che devono però essere abbinate ad altri elementi che prevengono l’infarto. Ne ho selezionati alcuni anche in base alla stagione. Nella ricetta devono quindi esserci per forza le mele più a scelta anche solo uno degli altri alimenti:

MELE +
Cannella
Cioccolata amara
Mandorle
Peperoncino
Pesce
Pomodori
Tè nero

Basta anche un solo ingrediente di questi oltre ovviamente le mele. Volevo puntare sulla cioccolata, ma poi ho fatto la brava.

Voglio un piatto allegro, pieno di vita, carico di significato per voi, carico d’affetto per qualcuno a cui tenete, un piatto da ricordare. Fate qualcosa di speciale per voi.

Scrivetemi una email a rori[punto]rori[at]libero[punto]it entro la mezzanotte del 3 marzo 2008. Scrivete:

nell’oggetto: Una mela al giorno
chi siete
il nome del vostro blog
il link al vostro blog
il link al post con la ricetta
il nome del piatto
gli ingredienti della lista che avete usato
Ciao J

Sono stata fortunata, questo è un modo per ringraziare il fato, la famiglia, gli amici…e Paolo.

Se volete potete aggiungere il logo dell’evento ecco il codice:<a href=”https://machetiseimangiato.com/2008/02/01/una-mela-al-giorno-blog-event-3-marzo-2008/” mce_href=”https://machetiseimangiato.com/2008/02/01/una-mela-al-giorno-blog-event-3-marzo-2008/”>”><img src=’https://machetiseimangiato.com/wp-content/uploads/2008/02/an-apple-a-day.thumbnail.jpg’ title=’an apple a day’ alt=’an apple a day’ /></a>”.Nella pagina “Una mela al giorno” trovate il resoconto della serata del 3 marzo 2007. Vi assicuro niente scene scabrose o sanguinolente. Grazie a tutti.

9 Comments

  1. Io sono una specie di incarnazione di questo detto perche’ da anni (decenni) mangio almeno una mela al giorno, perche’ mi piacciono un sacco e negli anni ne ho provati tantissimi tipi. Ho in mente qualcosa da proporre.

  2. rossdibi says

    Wow Simona, che costanza sulla mela al giorno.
    Io faccio del mio meglio. Cercherò di imitarti d’ora in poi.

  3. Ho appena finito di leggere la tua storia. Davvero sconvolgente.
    Sono felice di partecipare alla tua iniziativa e di festeggiare con te l’anniversario del 3 marzo!
    Perchè bisogna proprio ringraziare e festeggiare.
    Vado subito a meditare una bella ricettina!

  4. ripercorrendo il link di Elisabetta ho scoperto quest’evento e anche a cosa è legato. la cosa mi ha scioccato, perchè mia mamma è stata più di un anno con una parte del corpo paralizzata ed era impossibilitata a parlare, ed io ho sempre sperato che non capisse fino in fondo cosa le stesse succedendo, lei che era così orgogliosa e schifignosa chissà cosa deve aver provato a ritrovarsi delle mani di estranei addosso, il suo calvario, come ti dicevo è finito poco più tardi di un anno dopo, un secondo ictus non le ha dato scampo.
    non so se ho appena fatto una ricetta con uno degli ingredienti, ci guardo subito, nel caso così non fosse cercherò di farmi una noticina per il 3 marzo di ogni anno.
    ciao e in bocca al lupo (a te, al grande Paolo e alla tua circolazione biricchina)

  5. Pingback: An apple a day… « Ma che ti sei mangiato…

  6. Secondo le ultime ricerche:
    il detto una mela al giorno leva il medico di torno, oggi ce ne vuole 7 mele.
    e non è solo le mele tutte le nostre frutta, l’arancio dopo tre giorni perde la metta di vitamina c, pensate che tutta la nostra frutta vengono racolte verdi cioè non prede tutto quello che la madre la doverbe trasmetere, poi il tempo che passa per arrivare a noi.
    Ancora ho il gusto delle pesche di una volta nella mia mente. oggi sono tutte farinose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *