Senza categoria
comments 3

Ho avuto cannella, ho dato noce moscata…

Ho avuto cannella, ho dato noce moscata…E’ un modo un po’ strano di riassumere una serata, ma ieri è andata così.

Era la serata single, avevo voglia di vedere un’amica e di cucinare. La soluzione è stata un invito a cena partendo dall’idea della zuppa. Non osavo fare ad un’amica, invece che alla cavia ufficiale, una zuppa che mi sembrava ardita avendo un ingrediente, il peperone, che mi è un po’ estraneo. Allora sono andata nel blog de Il Cavoletto di Bruxelles e ho trovato la Zuppa di Carote con Mandorle e Cannella.

L’amica ama sperimentare in cucina, anche in maniera ardita devo dire. All’abbinamento biscotti Abbracci e maionese io non ci sono mai arrivata. Poi ha una dispensa di cannella paurosa, sebbene il pepe in casa sua latita. Però..però..mi è arrivata con due confezioni di cannella nuove nuove in risposta alla mia richiesta di cannella a domicilio. Sono riuscita a schivarne una, ma ora ho una confezione quasi nuova di cannella macinata. Ed io che volevo svuotarle casa. In compenso attirandola con l’inganno, facendogliela annusare, ho ricambiato con la noce moscata che avevo in eccesso.

La serata è stata molto food-oriented, ma si è parlato a tratti anche di cose serie. Il CafèScienza di cui scrivevo ieri, l’inaugurazione dell’anno accademico a La Sapienza, religione partendo dai preti ortodossi che si sposano ed arrivando ai veti religiosi legati al sesso, a cosa è più importante dei vangeli se il messaggio di Cristo o il suo vero stile di vita ….Nel mezzo preparavamo la zuppa.

zuppacarote4.jpg

Ma poi di fronte alla zuppa fumante, la discussione è degenerata sui tè da regalare facendo però un po’ di giri logici intorno al tema. Per me una bella serata con una ricetta ottima dal gusto orientale…anche per questo ho esibito le spezie portatemi da amica dal Marocco e dall’India e che ancora non ho mai avuto il coraggio di usare.

ZUPPA DI CAROTE CON MANDORLE E CANNELLA
Ingredienti per 2 amiche affamate nonostante la dieta di una delle due
Contorno: chiacchiere varie

zuppacarote6.jpg

550 gr carote
1 manciata di mandorle
1 cucchiaino di cannella
1 scalogno
Mezzo spicchio di aglio
Olio d’oliva extravergine

Tritare grossolanamente le mandorle, affettare lo scalogno e tagliuzzare l’aglio. Spelare le carote e tagliarle a pezzetti (non troppo fini, non serve, poi si frulla tutto). Nella pentola designata mettere 3 cucchiai di olio d’oliva, aggiungere scalogno, aglio e mandorle. Dopo un paio di minuti aggiungere le carote e la cannella. Mescolare. Coprire con acqua e cuocere per una ventina di minuti fino a quando le carote sono morbide. La cucina sarà invasa da un aroma dolce e intrigante di cannella.A fine cottura passare il tutto al frullatore. Aggiungere il sale a piacere e servire caldo. Mangiando bisogna chiacchierare.

Per i tè da regalo, menzionati sopra, io alla mia amica ho consigliato il tè Giamaica (vaniglia e rhum) e Roobois Arancia e Cardamomo (spetti di “sniffarlo” Concy) e le mandorle ricoperte di gianduia che si trovano da BiblioTeq .

3 Comments

  1. Pingback: Venere e pane « Ma che ti sei mangiato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *