All posts tagged: olio extra vergine d’oliva

biscotti con quinoa Nuove Terra

Biscotti con quinoa e curry rosso

Biscotti con quinoa e curry rosso: l’ennesima tentazione da mascherare con le proprietà nutrizionali della quinoa. La quinoa sul biscotto che scotta. Le ho tentate tutte. Ho lasciato trascorrere del tempo. Ma ogni momento era quello buono. La Cavia non c’era, mentre i biscotti con quinoa e curry rosso erano lì. Di fronte a me. Ancora fumanti, direi. Io, i biscotti con quinoa e l’ennesima tentazione. Pochi attori, poche distrazioni. Farina, olio extra vergine d’oliva, curry rosso e lei, la quinoa. Giuro, si pavoneggiava. E’ sua la colpa, non mia. Mamma credi a me 🙂 La quinoa ha fatto tutto senza glutine. Ma aveva le proteine dalla sua parte. Cosa potevo fare con i miei scarsi quarant’anni? Pure gli aminoacidi, lisina e metionina, l’avevano preferita. Non parliamo del magnesio e della vitamina C ed E. Non fidarti di quel biscotto che scotta…e che ti fa allungare verso di lui la mano anche quando lo ha lasciato lì a raffreddare. E’ l’ennesima prova che sano è buono e pure ruffiano. Leggermente croccante, sfizioso col curry, rapido da preparare …

uova in cocotte

Uova in cocotte e piselli al vermouth

Uova in cocotte e piselli al vermouth accompagnate con biscotti alla paprika e za’atar: no, non un’esagerazione, ma un’idea per un pranzo lento con l’Olio Clara. Quante volte ti sei sentita dire “Meglio sole che male accompagnate“? Quanto volte hai desiderato di correre tra i fiordalisi nell’erba folta del prato con un compagno di giochi? E poi, quello stupido desiderio, per passare qualche ora al sole, è diventato voglia di altro. Altro? Cosa stai pensando? Vedo il tuo sguardo furbo. Per chi mi hai preso! Sono una blogger di mondo 🙂 Il mio altro è (oramai) un pranzo di un sabato. Pigro e vizioso, nel suo voler fermare il tempo, lo stress, i pensieri. Pigro e vizioso come delle uova in cocotte. Ma le uova non bastano. Chi ti accompagna è importante e va trattato con tutti i crismi. E soprattutto tu, sì proprio tu, non devi morir di fame. Hai bisogno di energie per poi poter correre nel prato. C’è ancora del tempo per fare dei biscotti salati alla paprika e zatar (o za’atar …

libro sull'olio

L’olio non cresce sugli alberi

Un libro sull’olio, un incontro, un blend: non solo scuse per avvicinarsi al futuro dell’olio d’oliva oltre quel poco che già si sa L’olio non cresce sugli alberi … a Cremona, lo dice subito Giovanni Zucchi quando è chiamato a presentare il suo libro sull’olio e sul blending. E’ successo anche a Roma alla Libreria Fandango Incontro il 28 aprile 2015. Il detto popolare vuole che l’olio ricorda. Porta le tracce di quello che è, le sue origini. Ha una sorta di memoria delle olive racchiusa nel suo fluire. Quanto ne sappiamo, tra luoghi comuni e pregiudizi, dell’olio d’oliva? Il ruolo di Giovanni Zucchi, quale amministratore delegato dell’Oleificio Zucchi di Cremona, lo si intuisce quando svela subito le cifre sulla produzione d’olio da olive prodotto in un anno in Italia (350.000 tonnellate per la cronaca) o quando fa notare che la produzione nostrana d’olio copre il 40% del fabbisogno. Eppure “siamo” il secondo esportatore al mondo con i “nostri” 170 milioni di alberi d’olivo ed i “nostri” 750 cultivar. Un libro sull’olio L’olio non cresce sugli …

Galletti olio lato rdb

Biscotti con olio e cocco

Biscotti. Sì, ancora loro. Non è un segreto che io ami i biscotti. Un po’ bambina, un po’ golosa ed un po’ chioccia mi diverto, letteralmente, a sfornare un biscotto dietro l’altro. Stavolta però lascio il burro da parte. Basta! E’ tempo di cambiare. Con questo animus da rivoluzionaria ironica ti invito ad addentare questi biscotti dove la farina tipo 0 si mescola alla semola, e nel mezzo cocco grattugiato e arancia si lasciano trascinare dall’olio extra vergine d’oliva. Quasi a voler stuzzicare i commenti sagaci della mia parca madre, non trovo nulla di meglio da fare che sottolineare che la scelta dell’olio è cosa importante. Oramai da mesi in cucina gira l’olio extra vergine d’oliva che abbiamo scoperto presso l’Agriturismo Buonasera di Bagnoregio (Viterbo). Viene prodotto presso il Frantoio di Piensi. Ci convinse per il suo garbato sentore di erbe selvatiche e foglie. Da solo fu in grado di rendere memorabile una cena a base di prodotti del territorio. Questa ricetta è già stata pubblica sul numero di Maggio 2013 di q.b. Quanto Basta …