All posts tagged: frittata

Cocotte con piselli e friggitelli per felicità di tre tuorli

Cocotte con piselli e friggitelli per tre tuorli rimasti Erano tre tuorli, soli erano rimasti dopo aver infornato la torta di fragole e mandorle. L’aroma del Cassis doveva ancora sprigionarsi dalla torta. Ed ero con tre tuorli davanti. Li fissavo e non mi rispondevano. Sgarbati veramente. Ero in procinto di gettarli, incurante del loro valore. Ma le cocotte mi fecero tornare in me. Così si creò quasi da sé un pranzo speciale in due. Il dolce dopotutto sarebbe stato pronto di lì a poco. Mi basto mescolare un po’ gli ingredienti non prima però di essermi divertita a togliere dal baccello i piselli freschi di mercato. Pian piano si formò anche un tavolazza di colori. Il verde dei piselli e dei friggitelli si mescolò al curry rosso. Non servivano altri tocchi. Il compleanno da trentottenne fece da colonna sonora. Cocotte con piselli e friggitelli. What else? Il mio debole per le cocotte forse si può notare. In casa di sicuro lo è stato. Prima le cocotte con pane di segale e formaggio, poi con uova, …

riso venere_gli aironi rdb

Il tempo della torta di riso Venere

Ad ogni cosa il suo tempo. Così mi placava la mamma quando adolescente ambivo alla vera vita. La vita, quella viva, che affascinava, lasciava a bocca aperta era sempre nella mia testa altrove. Lontano da casa, dalle abitudini e dalla famigerata routine. Allora un riso della mamma al pomodoro, inondato di formaggio Latteria vecchio, sì era gradito, ma non era il massimo della vita. Quando l’università mi portò nella cittadina più vicina, la vita quella vera era ancora altrove. Ma lei imperterrita. Ad ogni cosa il suo tempo. Sempre lei, sempre la mamma, che voleva far fare al tempo il suo calmo corso, mentre io ero alla ricerca delle rapide. Ed io mi buttavo, lo ammetto, sul riso precotto. Poco tempo e poco sapore. Ma io avevo fame di vita, non di chicchi. Giunsero i mesi intensi e frenetici tra le grandi città del Nord. Non mi lasciavano il tempo di ascoltare. Ma lo so, lei lo diceva. Ad ogni cosa il suo tempo. Il tempo era poco, pasti rapidi, efficienti, c’erano ambizioni da sfogare. …

valdieu-souffle-rdb

Le mie cocotte

…e ora sono cocotte tue! Ho scoperto le cocotte e me ne sono innamorata. E’ come un piccolo gesto acquisisse forma nuova. Spesso è frittata, altre volte crumble. Ogni volta quella dolce sorpresa che la semplicità può regalare. Bastano loro a rendere incantata l’atmosfera. Sarà la forma, ma l’occhio ne viene attirato e la golosità ecc0la pronta a comparire. Idee per due innamorati, un po’ troppo adulti per sfornare sguardi a forma di cuore, ma che più realisticamente sorridono e ridono. E tra scherzi, fatti di quotidiano stress e serenità, si insinuano loro. Le cocotte. Prima fu un crumble pensato per il Natale. Mi ritrovai a viaggiare nei Natali passati, fatti di pigri pomeriggi in casa. Il calore della cucina a legarci tutti in sala da pranzo. Libri e riviste a distrarci tra un tè e l’altro. E ho pensato a quell’energia di Piccole Donne, che portava a dire “grazie” con una rapida esecuzione teatrale. Con la cocotte in mano, una fetta di pane nell’altro palmo, è nata l’idea di un crumble di mele alla …

trentingrana cocotte uova

Cocotte, uova e Trentingrana

Quando si dice che gli uomini in cucina se la cavano bene. Questa ricetta nasce da un’idea di mio marito, anzi da una sua abitudine. Una sera stanca e stufa del  dover faticare ancora l’ho implorato di preparare la cena. Niente pizze surgelate a facilitargli il compito. Lui non demorde. Prende le uova e … Mi presenta in tavola una frittata di pane. L’osservo curiosa. Assaggio ed un bacio sulla guancia divenne d’obbligo. Un piatto semplice, comune nella sua famiglia, decisamente assente nella mia.

frittata

Frittata time

L’idea: pranzare. L’ingrediente principale: voglia di stare all’aria aperto. Conseguenza: star poco in cucina. Soluzione: prendi 4 uova, 1 cipollotto, 1 cucchiaino colmo di tapenade di olive nere (comprata o fatta in casa), una fettina fatta  a dadini di pecorino romano alle erbe aromatiche. Esecuzione: la sai fare una frittata? Trucco: sbattere ben bene le uova. Pensa alla settimana di lavoro e ti riuscirà facile 🙂 Esito: frittata bella gonfia, saporita con un colorito tendenze al marroncino. Così sembra ancora più sana 🙂 Commenti: i bocconi famelici della Cavia parlano da soli, ancor meglio dei “Ottimo” usciti spontanei poco dopo.