Crackers, Pane e lievitati
comment 1

Biscotti al Gruyère e spianata romana: tentazioni da aperitivo

Biscotti al Gruyère con spianata romana: durante un aperitivo un salatino ci vuole. Mettici di mezzo anche lo yogurt. Tra questioni linguistiche e sguardi.

Chi può dire qual è la differenza che corre tra un biscotto salato, un cracker ed un salatino? 
Non mi aspetto che tu sia a lanciare la prima pietra (anche se mi piacerebbe leggerti all’opera), ma non vorrei nemmeno passare per una di quelle blogger che usa le parole a caso. Qui a caso e a casa è solo la gola.

Carte in tavola! 
Farina, Gruyère, yogurt e spianata romana: sul piano di lavoro c’erano loro. Pensare di avvicinare un salame romano allo yogurt può apparire ardimentoso. Ma a volte è bene non porsi troppi problemi, perché se lo yogurt va a calmierare la quantità di burro, la spianata romana va a struzzichevole anche il più timido biscotto salato.
In un salatino che si rispetti ci vuole poi quel tocco tra lo sbarazzino e lo sfrontato, che nelle versioni commerciali si risolve col sale. La spianata romana garantisce, però, già un buon apporto salato, ecco allora sorgere il desiderio di aggiungere l’amata harissa.

Ciak si gira!
Creati (non dal nulla), cotti e raffreddati e … non so come chiamarli.
Giungono in tavola (senza musica di sottofondo).
Ciak si gira! Azione!
Nessun dubbio. Si mangiano. Uno dopo l’altro.
Le mani si susseguono nel piatto con i biscotti salati al Gruyère e alla spianata romana.
Mi pare di avere sempre bisogno di un ultimo biscotto.
Nessun rumore di sottofondo. Ci sono pochi crack a distrarmi.
Il desiderio irrefrenabile, quasi passionale, non passa. Non c’è tempo per una prolungata pausa pubblicitaria. Scatta il momento flashback.
Sono bambina con i salatini serviti nelle occasioni speciali. Sì, quelle in cui arrivavano ospiti a casa e regali tra le mie braccia.
Intanto, nel presente, l’azione continua. Nessuno che mi dica basta. La Cavia si unisce a questo rincorsa di un biscotti salato in più.
All’improvviso cala il silenzio.
Sguardi bassi. Poi mi guarda. Non me ne domando il perché. Non ne ho tempo.
“Quando pensi di rifare questi biscotti? Tra quante ore?”
All’instante mi convinco che ha ragione lui.
La ricetta c’è. Il desiderio pure. Chi frena questi biscotti per l’aperitivo al Gruyère?

La scena finale, l’aperitivo, non è stata girata per assenza del protagonista principale: i biscotti al Gruyère. Sono scomparsi dalla sala di ripresa prima del tempo 🙂

Biscotti al Gruyère per l’aperitivo

biscotti al Gruyere e yogurt greco

Dosi per 30-40 biscotti:
85 grammi di farina di farro biologica
25 grammi di farina tipo 0
20 grammi di Gruyère grattugiato
60 grammi di burro morbido
50 grammi di yogurt greco
50 grammi di spianata romana dolce affettata
1/4 di cucchiaino di harissa in polvere
pepe nero macinato sul momento

Si parte grattugiando il Gruyère:
In una ciotola porre le farine, il Gruyère grattugiato e l’harissa e mescolare.
Unire il burro morbido tagliato a dadini e lavorarlo con la farina usando la punta delle dita.
Cominciare ad amalgamare il tutto aggiungendo lo yogurt greco. Consiglio di usare prima un cucchiaio e poi le mani.
Rapidamente si formerà un impasto omogeneo.
Unire la spianata romana tagliata a pezzettini con le dita.
Lavorare il tutto avendo cura di distribuire la spianata romana in maniera uniforme nell’impasto. Impasto che deve essere omogeneo.

Arrotolare nella pellicola alimentare l’impasto e porlo in frigorifero per almeno un’ora.

Preriscaldare il forno a 200°C.
Nel frattempo, tagliare a metà l’impasto e tagliare ogni metà in circa 20 pezzi dal peso di 7-10 grammi ciascuno.
Da ogni pezzo di impasto ottenere dei rotolini di circa 5 cm.

Porre i rotoli, detti anche fingers, sulla teglia ricoperta con carta forno.
Distanziare i rotoli di alcuni centimetri anche se non cresceranno durante la cottura.

Cuocere a 200°C per 13-15 minuti.
Far raffreddare e tentare di resistere ai biscotti al Gruyère.

Post correlati: biscotti salati per tutti

Dicevo, qui è di casa la gola. Tra biscotti e cracker sono sfornati:

Raccontami dei tuoi biscotti salati e organizziamo un assaggio comparativo. 

1 Comment

  1. pasticciona says

    Bentornata,cara blogger, sentivo la mancanza delle tue briose ricette. Questi stuzzicchini sono invitanti, e la preparazione non appare difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *