Dessert, Libri in cucina, Senza categoria, Torte
comment 1

Torta al cioccolato bianco e vin santo

torta al cioccolato bianco

Torta al cioccolato bianco: quando la dolcezza diventa eleganza in una torta morbida e intrigante per il vin santo. Da The Baking Bible ad una torta casalinga.

Cos’ha di irresistibile una torta al cioccolato bianco?
Me lo chiedo constantemente. In realtà, la questione è più profonda. In questi benedetti 35 metri quadri si aggirano due golosi figuri. Una parteggia per il cioccolato fondente, l’altro si prosta ai piedi del cioccolato bianco. Come dire: una punta alla sostanza (essenziale) e l’altro ha un inspiegabile richiamo verso la dolcezza (estrema). Dove si incontrano questi due golosi?

A parte sotto lenzuola, pure si sfiorano in cucina. E’ lì che sorgono delle dispute. Immagina che…l’uno, lo sweetheart, arriva con tavolette bianche e candidamente chiede un semifreddo al cioccolato bianco. L’altra, quella che conosce il peso dell’altro, non cede: troppa panna nel semifreddo. Non trova di meglio da dire: “Ti farò altro”.
Altro cosa?

Ci è voluta Rose Levy Beranbaum. Rose ha dovuto pubblicare The Baking Bible.
Io, quella del cioccolato amaro, non sono un’estremista, se non dei sapori. Posso vivere bene senza editti, tavoli e bibbie. Certo, una The Baking Bible è ben lontana dai vangeli. Qui si delineano scrupolosamente passaggi e dosi. Qui si interpretano in versioni cupcake torte come the White Chocolate Whisper Cake.

Sarà che un nome come White Chocolate Whisper Cake mi richiamava alla mente Wisteria Lane. Perchè, si sappia, per me il cioccolato bianco nasconde qualcosa d’isterico. Troppa dolcezza.
Sarà che Rose Levy Beranbaum convince con la sua meticolosità.
Sarà che lo sweetheart mi ha regalato un robot in cucina, che, ammettiamolo, semplifica la vita di chi ha sempre fatto tutto a mano.
Sarà che ti sarà, ne è nata questa torta al cioccolato bianco e vin santo che riunisce capricci (chiaramente altrui) e necessità quali finire le tavolette di cioccolato bianco e non lasciare superstiti e far fuori le nocciole rimaste da Natale.
Eccola:

Torta al cioccolato bianco

torta al cioccolato bianco_lato

115 grammi di cioccolato bianco
3 albumi
160 grammi di yogurt
1 cucchiaino di Vin Santo
200 grammi di farina tipo 00
150 grammi di zucchero di canna
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale
85 grammi di burro freddo

Per decorare:
85 grammi di cioccolato bianco
1 cucchiaio di yogurt
1 manciata di nocciole

Tagliare a dadini il cioccolato bianco.
Sciogliere a bagnomaria o nel forno a micronde il cioccolato bianco e lasciarlo raffreddare.

Preriscaldare il forno a 180°C.

In una ciotola mescolare assieme gli albumi, lo yogurt, il Vin Santo.
In un’altra ciotola mescolare assieme la farina, il bicarbonato di sodio ed il sale.
Aggiungere agli ingredienti secchi il burro tagliato a dadini. Lavorare assieme con la punta delle mani od usando un robot da cucina. Si ottiene un composto sabbioso.
Aggiungere gradatamente, in tre volte, gli ingredienti secchi. Si consiglia l’uso delle fruste elettriche o di un robot.
Infine, versare il cioccolato bianco ed amalgamarlo bene al resto degli ingredienti.

Versare il composto in una tortiera di silicone o precedentemente imburrata ed infarinata. La mia tortiera ha un diametro di 22 cm.

Cuocere in forno caldo a 180°C per 45-50 minuti, ossia fino a quando lo stecchino inserito nella torta ne esce asciutto.

Lasciar raffreddare.
Per decorare la torta, una volta raffreddata, sciogliere a bagnomaria o nel forno a micronde il cioccolato bianco. Mescolarlo allo yogurt.
Tritare grossolanamente delle nocciole
Versare il cioccolato bianco sulla torta già impiattata.
Distribuirci sopra le nocciole tritate.

Post correlati

Dopo tanto (troppo) cioccolato bianco è tempo del mio vero cioccolato con:

E tu, che cioccolato sei?

1 Comment

  1. Ammazza che bella, collega!
    e sì, condivido la questione cioccolato bianco isterico. Tocca sempre compensarlo un po’, che in purezza a me fa un po’ paura 🙂
    bellissima torta e bellissimo post (e cmq vabbè, anche casa nostra si divide così, cioccolato fondente versus cioccolato bianco ;))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *