Month: novembre 2015

Torta di ricotta tra Cedeira ed altre torte di formaggio

Perché iniziare un viaggio nel mondo delle torte di formaggio? Perché iniziare proprio con una torta di ricotta? Ricordi di Cedeira Torta de queso tutto cominciò con queste parole stampate sul menu de Taberna Praza Do Peixe a Cedeira. Lo so, non figura in molti album di viaggio, ma nel mio c’è e ne sono orgogliosa. Cedeira e la torta de questo (torta di formaggio) si trova nel nord della Spagna in Galizia. E’ un angolo di vita prezioso, come tutta la Galizia. Ce ne siamo innamorati fin da subito, io e la Cavia. Cedeira molto ha di quella pace, quasi irreale, dei film di Rosamunde Pilcher: maree ampie, sabbia fine, baie che sembrano fiordi, volti striati dal vento, una collina da varcare e poi l’infinito mare. Il clima che segue il vento e si fa di ogni nuvola un momento diverso: ci sembrò subito l’ambientazione ideale per una vita essenzialmente serena. L’oceano giunge placido sulla spiaggia di sabbia cittadina dove i bagnanti si conoscono bene tra di loro. Le generazioni si mescolano ed i …

Salone del Turismo Rurale: alla scoperta della RurEALITY d’Italia

Salone del Turismo Rurale: può  il Turismo Rurale finire dentro un Salone? A Verona ci hanno provato Per quanti anni la mia sorellina ha voluto andare alla Fiera dei Cavalli di Verona? Molti, tanti e pure troppi, talmente troppi che alla fine è stata la sorellona a finirci con la (non) scusa del Salone del Turismo Rurale. Il Salone del Turismo Rurale è la sorellina della Fiera dei Cavalli. Nel 2015 hanno compiuto rispettivamente 1 e 116 anni. Entrambi hanno voluto festeggiare dal 5-8 novembre con 160 mila visitatori. Il Salone del Turismo Rurale è giovane, ma vispo. Non soffre di alcun senso di inferiorità, forte dell’attenzione crescente che il turismo rurale calamita su di sè. La prima edizione del Salone ha potuto contare su 200 espositori distribuiti in maniera molto ragionevole su 15.000 mq espositivi. L’imbarazzo della scelta c’era dalla varietà di prodotti presenti all’alternarsi di stand, showcooking e degustazioni. Bastava studiarsi bene il programma. Così è successo che …

5 cose che ho imparato dei Colli Euganei

Colli Euganei: oltre il baccalà fino ad arrivare al Fior d’Arancio. Come scoprire i Colli Euganei comodamente a tavola. Correva il giorno 16 dicembre 2015 ed ero a Palazzo Rospigliosi, a Roma, non lontano dal Quirinale. L’invito era giunto dal Consorzio di tutela della DOC Colli Euganei. “Dove il gusto prende forma” era lo slogan della serata. Di fronte a me un Veneto diverso, visto varie volte dal treno. Oltre la parola terme e magari moscato pochissimo sapevo dei Colli Euganei, quell’area che si trova a sud ovest della provincia di Padova e che dista da Venezia 60 km e solo 25 km da Vicenza.  Sebbene la storia dei Colli Euganei, si riporta da più parti, cominci ben 35 milioni di anni fa, io mi interessai subito a cose che stagionano al massimo 19-20 mesi come il Prosciutto Berico-Euganeo. In questo clima di conoscenza reciproca ho imparato 5 cose dei Colli Euganei che forse possono convincere anche te a sederti ad approfondire qualche tema “euganeo” 🙂 Con i Colli Euganei è successo che:

Torta di noci e pane

Torta di noci e pane: non è la ricetta importante. Concentrati su ciò che ti circonda. Cosa può cambiare una torta di noci e pane? Mentre monti a neve gli albumi potrai sentirti sopraffatta dalla giornata. Ti basterà aggiungere lo zucchero (di canna) per avvicinarti alla pace dei sensi. Sono i piccoli trucchi che del cucinare fanno un toccasana. Non lasciarti distrarre dal desiderio di stupire con una torta che avvicina le noci ed il pane al pompelmo. Non devi essere sempre la più brava. Ogni torta di noci, e non, non deve essere la migliore. Non è la ricetta importante. Concentrati su ciò che ti circonda. La torta di noci, e non, è come te. Ha un destino che parte dalle tue mani e finisce sulla tavola dove la poggerai per te…e per chi ti circonda. Non sarai solo tu a stabilirne il suo successo. Non sarà lei a decretare la tua eterna vittoria. Vivrai anche senza questa torta di noci e pane. Ma io oso, perché nella torta di noci, resa ricca dalla spolverata …

Showcooking al Campus Etoile Academy

Showcooking al Campus Etoile Academy: dal Sushi Frozen ai paccheri all’ananas. Hai letto di come prepararsi la blog tour al Campus Etoile Academy? Diciamo che è solo una lettura consigliata, perché ti svela cosa accade dentro un ex convento francescano del 1300 a Tuscania. Ora, però, è tempo di sedersi a tavola per goderci uno showcooking preparato dagli allievi, esperti o in fervente crescita, di Rossano Boscolo. Per farti sedere a tavola, stavolta, ti invito sul divano. In un video di 1 minuto (impresa titanica) ho riassunto, il più fedelmente possibile, lo Showcooking for bloggers. Questo è il titolo del film sulla cena di benvenuto del blog tour al Campus Etoile Academy che si è tenuta il 30 ottobre 2015. Prima di lasciarti alla visione di questo tentativo, non balordo, di farti venire l’acquolina in bocca, mi sento in dovere di introdurti ai personaggi.