Viaggi
comments 4

Siena low cost: consigli su come visitarla in 2 giorni spendendo poco

A Siena tra romanticismo e sobrietà: suggerimenti per un week end low cost

Una fuga dalla città low cost è una buona abitudine. Può avere gli stessi effetti una mela al giorno: leva il medico e lo stress di torno.
Ispirati a questa lungimirante filosofia zen, io e la Cavia abbiamo fatto una capatina a Siena. Di mezzo c’era un decennale di onorata conoscenza (dicasi anniversari per i meno restii al romanticismo).
Ne scrivo qui, perché si è dimostrata un weekend a Siena low cost, grazie a quattro fattori:

  1. programmazione del viaggio in anticipo. Questo ha un ruolo significativo sui costi dei trasporti Roma/Siena;
  2. incontri fortunati. Decisivo, non lo nego, è stato il fato. Al Consorzio Agrario di Siena mi ha riconosciuta Patrizia di Andante con Gusto. Un paio di chiacchiere attorno al pecorino toscano e qualche dritta su quel ricciarello che mi e ci ha cambiato la vita :);
  3. cercare di imparare qualcosa di nuovo ogni volta che ci torna;
  4. sfruttare gli eventi cittadini come scusa. Siamo tornati, infatti, per Terre di Siena Ultramarathon 2016.

Da cui, posso darti ben 10 consigli per un fine settimana a Siena low cost.

Viaggiare low cost: in corriera da Roma

Siena è raggiungibile da Roma (almeno) o col treno o col bus.
L’opzione treno è già stata testata in passato e tutto si  gioca attorno agli orari delle coincidenze dei treni per/da Chiusi. Lì, infatti, è obbligatorio cambiare treno.
Per il fine settimana low cost abbiamo puntato sugli autobus:

  • del gruppo Baltour, la prima volta. I biglietti si possono acquistare online dal sito di Sena. Esistono collegamenti per Siena non solo da Roma (Tiburtina), ma anche Trieste, Venezia, Bologna etc.;
  • di Megabus, la seconda. Qui il collegamento è più diretto non essendoci fermate intermedie. Siena è una tappa di una viaggio in corriera più lungo che giunge fino a Torino o Genova.

Spesa: Programmando il viaggio in anticipo si possono acquistare i biglietti a prezzi scontati. I posti sono assegnati. La nostra spesa per 2 persone e biglietti andata/ritorno è stata complessivamente di € 20 con Baltour e di ben, rullo di tamburo, € 4.50 con Megabus.
Con Baltour l’autobus arriva non lontano da Piazza del Campo. Raggiunge infatti Piazza Gramsci. Mentre con Megabus si arriva solo alla stazione ferroviaria di Siena. Da qui si raggiunge il centro con un bus urbano.

Attenzione a: I tempi del viaggio, sopratutto se si torna alla Capitale il domenica pomeriggio/sera. La durata ufficiale del viaggio sono 3 ore. Se non c’è particolare traffico i tempi sono rispettati, sennò bisogna affidarsi alla celerità delle code in autostrada.

Siena low cost vista

Dormire low cost: Le Tre Donzelle

A Siena l’ideale è avere un alloggio non distante da Piazza del Campo, come negarlo!
Esiste e a buon mercato, se le aspettative non sono alte.
L’hotel Le Tre Donzelle è la soluzione. Ha una stella sola, ma questa non è dovuta alla pulizia, ma all’arredamento decisamente spartano e all’assenza dell’ascensore. Le stanze sono o col bagno in comune (le più economiche) o col bagno privato (spesso però separato e moderatamente distante dalla stanza).
Nelle camere oltre il letto, i comodini, un tavolinetto ed un lavandino non c’è altro.
La biancheria e l’ambiente sono puliti. In camera è presente, sul lavandino, del sapone liquido.
Ma per una fuga a Siena low cost Le Tre Donzelle è irrinunciabile.
Se si vuole una stella in più, sempre su via delle Donzelle e con la stessa gestione, c’è l’hotel Etruria.
Spesa: La nostra spesa è stata di € 49 + tasse di soggiorno per una notte in camera doppia con bagno privato. La colazione non è inclusa nel prezzo, ma c’è.
Le tasse di soggiorno dal 1 marzo 2015 sono €2.50 a persona per notte.
Quando siamo tornati a febbraio 2016 abbiamo speso in tutto € 49, tassa di soggiorno inclusa.
Attenzione a: I rumori esterni dipendono dal piano e dall’affaccio della stanza. Su Via delle Donzelle il sabato sera ci potrà essere un po’ di rumore.

Il Consorzio Agrario di Siena

Siena low cost consorzio

Un weekend a Siena low cost non significa mangiar male, merito del Consorzio Agrario.
Lo si nota subito passeggiando verso Piazza del Campo, su via Via Giuseppe Pianigiani.
Il Consorzio Agrario di Siena è una sorta di spaccio dei prodotti locali. Esteticamente piacevole, gastronomicamente imperdibile. E’ una sorta di via di mezzo tra i mercati di Campagna Amica e l’approccio di Eataly, senza perchè molte contaminazioni esterne a Siena.
Ci ha invitato con l’angolo del pane in bella vista. E ci ha risolto due pranzi.
Spesa: Per due pranzi seduti al sole in Piazza del Campo, per due panini/focacce a testa con finocchiona, la spesa totale è stata di € 10.
Non ho però rinunciato, su consiglio di Patrizia di Andante con Gusto alla farina Verna e la Cavia qui ha preso dei ricciarelli per la famiglia rimasta a Roma. Diciamo altri € 8-9 in totale.
Attenzione a: A non farvi prendere la mano. L’angolo salumi offre anche prodotti sottovuoto. Non avendo con noi l’apribottiglie abbiamo rinunciato ad una birra del territorio, ma ci sono anche loro. Se poi vuoi provare la Birra La Diana, non lontano su via della Stufasecca, trovi anche la Birreria La Diana.

Aggiungi anche: Gino Cacino in Piazza del Mercato.

I classici di Siena low cost (e non solo)

Siena low cost contrade (2)

Cosa fare a Siena oltre mangiare, bere e dormire?

  1. Ammirare Piazza del Campo;
  2. Visitare il Duomo per cui esistono diverse tipologie di biglietti;
  3. Seguire i percorsi a piedi consigliati dall’Ufficio del Turismo di Siena.

Le nostre mete preferite sono la Basilica San Domenico e Basilica dei Servi per la vista sulla città e per i percorsi che portano ad esse.
Spesa: nessuna.
Attenzione a: al clima. Si tratta solamente di camminare e godersi cielo, sole (nella migliore delle ipotesi) ed il suono dei passi sulla strada. Questa è  la parte slow del viaggio.

Liberamente Osteria

Da turisti o non da turisti? Come lo vedi un aperitivo a Piazza del Campo?
Ci ha calamitati il Campo. La scelta è caduta su Liberamente Osteria.
Il menu di Liberamente Osteria va dall’aperitivo alla cena. Dal mio punto di vista è fortemente incentrato sui cocktail, la lista dei vini è più contenuta anche se trasparente e chiara.

Ritornando a Febbraio 2016 il menu aperitivi di Liberamente Osteria è risultato spettacolare. C’è molta attenzione ai cocktail per tutti, guidatori e non ed appassionati e non.

Spesa: Prezzo complessivo per due calici (un vino ed un Kir) in orario aperitivo, e quindi serviti con anche due piatti con piccoli assaggi, ha raggiunto un accettabile prezzo di € 13.
Gli assaggi sono stati un tocco in più, piacevole, semplice ed originale assieme.
A Febbraio 2016 ho speso di più. Non ho saputo resistere alla Riserva Carlo Alberto Vermut Rosso (€9).
Attenzione a: nulla da dichiarare.

Il Forno Il Magnifico

Siena low costo ricciarelli

A due passi da Piazza del Campo, in via Pellegrini, c’è il Forno Il Magnifico.
Ahimè non abbiamo incontrato Lorenzo ( Andante con Gusto sarà per la prossima volta), ma siamo stati molto ben accolti. I ricciarelli, una delle specialità de Il Magnifico, erano freschi.
Sono in vendita confezionati o a pezzo singolo.
Spesa: Per due ricciarelli freschi, di cui ci è stato spiegato il segreto, la spesa è stata di € 1.
Attenzione a: alla mandorla. E’ lei l’artefice di questi impareggiabili ricciarelli. Una volta assaggiati, il 99.9% degli altri ricciarelli in circolazione deluderà.

Frittelle Savelli

Siena low cost savelli

Cosa ci fa una sorta di baita in Piazza del Campo?
Perché tanta gente ne esce con delle frittelle?
Sono le Frittelle Savelli la risposta. Si tratta di frittelle di riso e arancia, soffici, a modo loro persino etere. Di fatto: imperdibili.
Spesa: 8 fritelle € 2.
Attenzione a: non esagerare:) e ad andare a Siena tra febbraio e marzo. Poi niente Savelli al Campo.

Pici all’Aglione & Ribollita

Forse non sarà il tipico piatto per una cena romantica, ma per noi i Pici lo sono. Scoperti a Città di Castello, stanno diventando un classico delle nostre fughe dalla città.
A Febbraio 2016 ho avuto un debole per la Ribollita al Ristorante Grotta Santa Caterina.
Spesa: In giro per Siena, anche in ottime osterie, hanno un prezzo che oscilla tra i € 7-9 euro a testa.
Attenzione a: prenotare la vostra osteria/trattoria/ristorante preferito soprattutto nel fine settimana e soprattutto nel fine settimana dell’Ultramarathon Terre di Siena.

Pinacoteca Nazionale di Siena

Siena low cost pinacotecaPer chi, come noi, sarà a Siena la prima domenica del mese, si ricordi dei musei statali pubblici.
La Pinacoteca Nazionale di Siena è articolata su due piani. Il percorso segue un ordine temporale.  Ogni borsa va lasciata nel ripostiglio, ma le macchine fotografiche o cellulari sono concessi con flash spento. I tempi per una visita sono di circa 1 1/2 – 2 ore.
Spesa: nulla la prima domenica del mese, più low cost di così!
Attenzione a: alla prima domenica del mese, scusa se mi ripeto, e all’orario di chiusura (il 1 marzo la Pinacoteca chiudeva alle 13).

Sguardi sulle contrade

Siena low cost contrade (1)

Ultimo ma decisamente non meno importante consiglio.
Ammetto di avere un debole per il Palio, per quanto questo, sotto certi aspetti, possa apparire politicamente non corretto.
Altrettanto spudoratamente ammetto che durante la passeggiata del sabato pomeriggio, ci siamo lasciati guidare dal rumore dei tamburi per arrivare alla Basilica dei Servi. Arrivati ci ha accolto un tranquillo sabato pomeriggio di contrada. C’erano prima i piccoli che suonavano i tamburi sotto l’occhio vigile di un grande, poi sono arrivati i più grandi ed esperti.  Nel prato le bandiere prendevano il volo. Un padre col figlioletto di fronte, uno con una grande bandiera, l’altro con una più piccola, imparavano e si divertivano orgogliosamente.
Spesa: nulla.
Attenzione a: a mantenere il segreto sulla vostra contrada.

4 Comments

  1. Mi è piaciuto talmente tanto questo tuo post che se non fossi di Siena, partirei subito.
    Ma non sarei risparmiosa come te, perché i ricciarelli del Magnifico io me li faccio fuori in fila per quattro e sulle frittelle, beh, lasciamo perdere. Quello è un segreto come la Contrada!
    Bellissime immagini. Un abbraccio forte e alla prossima però chiamami.
    Baci, Pat

  2. rossdibi says

    @Patty Siamo stati moderati anche perché viaggiavamo con i Nidi di Marmellata.
    Torniamo presto, ci siamo accorti di aver bevuto troppo poco vino per essere in Toscana 🙂

  3. Paolo Bersani says

    Ecco, uno organizza una sontuosa vacanza, con spese imponenti (poco conta che fossero regolarmente divise in due) per celebrare la prima volta che lei ha avuto la fortuna di vedermi e mi si parla di low cost…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *