Torte
comments 9

La torta con quinoa, cioccolato e caffè

ingredienti torta con quinoa, cioccolato e caffè

Ci sono voglie che ti portano in cucina anche solo per una torta con quinoa, cioccolato e caffè.
La banalità vuole che un venerdì, mentre le lancette passavano indefesse in ufficio, scoppiò un desiderio: era arrivato il tempo di fare una torta con la quinoa e guarda caso pure col cioccolato. Il profumo del caffè è esploso dopo.

La Quinoa quella pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae che viene  dalle Ande. La Quinoa quell’ingrediente di molte insalate e zuppe che dovrei chiamare chisiya mama, la madre di tutti i semi in lingua quechua. E ora anche la madre di molti capricci culinari.

Non è una mia invezione l’usare la quinoa in un dolce. Io l’ho imparato da Barefeet In The Kitchen e da Patricia and Carolyn. Come ogni buona Gemelli che si rispetti, ho voluto aggiungere del mio vuoi con quel cucchiaino di caffè solubile e vuoi per via dello zucchero muscovado che andava utilizzato.  E soprattutto ho eliminato il burro e scelto di far fare la parte di star a quel kefir a cui non riesco più a dir di no.
Così è nata questa torta con quinoa, cioccolato e caffè.

L’occasione non era speciale al di là del fine settimana di San Valentino. Quindi solo una voglia (un’altra!) silente di far qualcosa di particolare.
L’esito è stato talmente convincente che prevedo torte di quinoa a go go nel mio futuro.
E’ soprattuto lei, la quinoa, a farla da star senza tormentare il sapore. La semplicità di questa torta reclama esperimenti infiniti.
Il dolce con queste dosi è molto morbido, può ricordare per questo persino una torta caprese o una devil food cake. Ma come potrebbe essere con più quinoa? O con un sapore più primaverile?
Prima di diventare il piccolo chimico della torta di quinoa eccoti la ricetta della:

Torta con quinoa, cioccolato e caffè

torta con quinoa, cioccolato e caffè

100 grammi quinoa
200 grammi acqua

100 grammi cacao in polvere
175 grammi zucchero muscovado
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale

4 uova
200 grammi kefir (o yogurt)
1 cucchiaino di caffè solubile

Il primo passo è la cottura della quinoa nei 200 grammi di acqua. Richiede circa 10 minuti. Una volta che l’acqua è stata assorbita non rimane che far riposare il tutto per altri 10 minuti.

Nel frattempo, o dopo 10 minuti, si possono mescolare in una ciotola gli ingredienti secchi: cacao, zucchero muscovado, bicarbonato di sodio e sale. Se hai lo zucchero di canna va benissimo. Io avevo quello muscovado per caso e fortuna e ho scelto di usarlo per dare alla torta un colore più scuro e un sapore lievemente affumicato.
Amalgama tutto bene, non vi devono essere grumi nè di zucchero nè di altro.

In un’altra ciotola monta rapidamente le uova e lo yogurt (io come il solito ho puntato sul kefir).
Poi unisci, sempre mescolando, gli ingredienti secchi.
Crea una sorta di crema a cui andrai ad aggiungere prima la quinoa e poi il cucchiaino di caffè solubile.
Unisci gli elementi liquidi a quelli secchi solo quando la quinoa è pronta all’uso, altrimenti attivi inutilmente il bicarbonato di sodio.

Preriscalda il forno a 180°C.
Versa la crema in una tortiera di 22 cm di diametro.

Cuoci in forno caldo a 180°C per 45-55 minuti.
Fai la prova dello stecchetto. Deve uscire leggermente sporco.

Fai raffreddare ed assaggia 🙂
La torta con quinoa, cioccolato e caffè che effetto ti fa?

9 Comments

  1. Io non amo particolarmente la quinoa, però sta torta mi stuzzica, sarà per caso il cioccolato??? Nooooo!!!!

  2. rossdibi says

    @EleL Dico che è il kefir 🙂 Perché mai il cacao??!

  3. Ma che idea intrigante! Io adoro la quinoa e non avrei mai pensato di usarla per un dolce.
    La voglio provare perché m’incuriosisce troppo. Appena mi riesce, ti vengo a raccontare le mie impressioni 😉
    Veramente grazie per lo spunto molto interessante… ciao!

  4. Che bella ricetta Rossella!
    Amo molto la quinoa, un tempo ci facevo una sorta di budino dolce per la colazione, con latte di riso, uvette, mandorle etc.
    Ora la uso meno perché ho letto un articolo sul Guardian di come il suo boom alle nostre latitudini abbia influenzato l’economia alimentare di Perù Ecuador e Cile, dove era un ingrediente base della dieta.
    Purtroppo ora con il prezzo molto alto molte persone non se la possono più permettere, anche se son sicura il mio piccolo gesto di boicottaggio serva a poco 🙁
    Oh non voglio fare il gufo solo condividere una cosa che ho letto 😉
    Un abbraccio e buon finale di settimana
    Lou

  5. bene.
    perchè io ero convinta di averla finita.
    quindi venerdì l’ho ricomprata (bio e momenti chiedo una rateizzazione alla cassa).
    poi a casa visto che avevo un altro pacco.
    gambe in spalla ordunque! :*

  6. Brava, la quinoa è un cereale tra i più preziosi, da provare senz’altro questa sfiziosa golosità.

  7. Clode says

    questa torta è un tripudio di sapori lontani…l’ho presentata ai miei ospiti come ” torta degli Inca”..È davvero una torta che racchiude ingredienti antichissimi ..provenienti da mondi lontani…la quinoa, il caffè e il cacao.
    Fra tutti spicca la Quinoa..l’oro degli Inca.. in quanto si credeva aumentasse la resistenza dei guerrieri e la salute della popolazione.. considerata inoltre come “madre di tutti i semi”…per le sue elevate proprietà nutritive…in quanto ricca di proteine, fibre e minerali(come ferro,magnesio,manganese,lisina.)
    E passiamo ora al meraviglioso cibo degli dei..il cacao..dal gusto deciso ..amaro..inteso..afrodisiaco..che si mescola con il magnifico sentore di caffè..
    davvero complimenti!! questa torta per me è stata un viaggio di sapori..

  8. Tiziana says

    Ciao! Complimenti per l’insolita ricetta… Vorrei provarla, ma con la farina di quinoa. Quali potrebbero essere le dosi? Grazie.

  9. rossdibi says

    @Tiziana Mi è difficile dirtelo. Devo provare a farla. Farina di quinoa al posto della quinoa cambia assai le cose e pure il risultato finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *