Month: novembre 2013

Xmas steps #1

Una settimana che appare rilassata. Nessun post nuovo nel blog. Solo un po’ di chiacchiere da Facebook e Twitter. Eppure qualcosa sobbolle. Ho voluto concedere un attimo di tregua all’ansia dello scrivere. E la ragione è una sola. Sta arrivando Natale. E’ un argomento trito e ritrito. Io lo amo, anche quest’anno e voglio creare la  mia atmosfera del Natale. Quindi calma, pace, profumi di spezie, musiche silenziose di neve che cade (altrove), dove siete? Vi voglio. Intanto mi metto in cammino in una sorta di viottolo natalizio. Il solito. E’ un viottolo personale e perpetuo dove, che anno dopo anno, mi lascio ammantare dalla poesia che sembra emergere un po’ qui ed un po’ là.  Sarò rimasta ancora ai tempi di quando con la sorellina si organizzavano i teatrini benefici del Natale in casa. Talmente benefici che poi si passavano a rastrellare le monetine e pure qualche banconata tra gli invitati selezionati (mamma, papà, nonno Bepi e Cia). Ora non ho sorelline chiacchiarine da arruolare tra le file di questo blog. Lei sì che …

In cucina con Roots

For the English version, click here. Lo puoi trovare nel posto più inaspettato! Questa è una regola aurea dell’amore e del buon cibo. Dai, confessa, anche a te è capitato di aver scoperto come un ingrediente sottovalutato possa in realtà essere speciale. Nevvero? Diane Morgan, ad esempio è convinta che le radici sono speciali. Le radici, carote, patate e affini: sto parlando di questo. Per Diane Morgan possono diventare i re e le regine della nostra dieta quotidiana. Ne è talmente convinta che ha lavorato sodo perché questo accadesse. Si è messo a scrivere Roots, The Definitive Compendium with more than 225 Recipes. Ossia Radici, il compendium definitivo con più di 225 ricette. E’ stata così convincente che la prefazione è stata scritta con uguale entusiasmo da Deborah Madison (te la ricordi? E’ l’autrice di Vegetable Literacy). Diane ammette di aver scritto il libro per ragione egoistiche: voleva imparare di più sulle radici. Ed un lungo viaggio è più piacere se fatto con buoni amici e lettori. Lei, Diane, mi ha conquistato  fin dall’introduzione appena comincia a …

Searching for Roots in your kitchen

Per la versione italiana, clicca qui. You find it in the unexpected place! That’s a golden rule for love and good food. How ofter do you discover that an undervalued ingredient is really special? Diane Morgan is convinced. Roots are special, they could be kings and queens of your everyday diet. She is so convinced that worked on The Definitive Compendium with more than 225 Recipes. She’s really convincing that can count on the forewords by Deborah Madison (do you remind her? She’s the author of Vegetable Literacy). While Diane admits that she wrote that book for selfish reasons: she wanted to know more on Roots. And a long journey is better if done with good readers and friends. She conquested me as soon as in the Introduction she tell of the vegetable diaspora from New World and Old World and reverse. Her aim is to share the history and the lore of the root cellar and provide basic botanital information on roots. To do that Roots is organized in 28 chapters arranged alphabetically by …

Quel Ein Prosit 2013 da foodblogger

Sappilo non c’è nulla di più divertente ed educativo di andare in giro come foodblogger. La parte migliore sono le altre foodblogger che ti accompagnano e ridono con te. Come si suol dire in questi casi, non so dove cominciare per spiegarti come ho combinato sotto l’hastag #5xEinPrositXV. Tante foto, tanti assaggi degustativi, tanti momenti di ascolto ammirato. Ma prima di tutto voglio farti capire cos’è Ein Prosit. Lo faccio fingendomi giornalista, pardon blogger. Ogni blogger che sia food ha alcune domande fisse in testa: Dove, Chi, Quando, Perché, Come e …Mi è piaciuto? Con l’ordine repentino che da qualche parte si annidia nei miei geni, comincio con: Dove Tra Tarvisio, Malborghetto e Camporosso. A Tarvisio abbiamo aperto le danze noi #5xEinPrositXV partecipando alla cena al Ristorante Raibl con le pizze di Ciro Salvo e le birre del Birrificio Foglie d’Erba e della Wold Top Brewery. Ed ho imparato come il Conciato di San Vittore stia bene pure su un ottimo impasto di pizza. Mi sono lasciata affabulare dalla pizza fritta con cui si è aperta …

EinProsit si fa in 5, anzi in 15

#5xEinPrositXV Non preoccuparti non sto dando i numeri, o almeno non ancora del tutto. Dico questo a ragione veduta. Mi, anzi, ci aspetta Ein Prosit dal 14 al 17 novembre tra Tarvisio e Malborghetto. A suon #5xEinPrositXV di Theodora Hurustiati, Valentina Cipriani, Alessandra Colaci e Giulia Godeassi ed io ti terremo aggiornato via Facebook, Twitter, Instagram. Non ti resta che sintonizzarti su questo hastag. Contandoci scopri che noi blogger con le radici in Friuli siamo il 5. Mentre è Ein Prosit che quest’anno fa 15.  Il programma di questa XV edizione ne ha per tutti i gusti, prova a scoprirlo su Ein Prosit. Se ti coglie un attimo di  smemoratezza geografica, Tarvisio è là in alto, in Friuli sul confine con Austria e Slovenia. Difficile da raggiungere? Dai, un minimo di buona volontà. Cosa non si fa per scoprire i vini arancioni o imparare qualcosa di più sul Ramandolo. Oppure…eh il programma ne ha veramente molte da svelare di buone ragioni. Noi intanto stiamo scaldando i motori, le macchine fotografiche, i cellulari, ma di sicuro …