Eventi
comments 3

La Guarimba Film Festival

La cartolina de La Guarimba International Film Festival sta facendo il giro di Roma dentro la mia borsetta gialla. Da quando me l’ha data Giulio Vita  durante Pane, web e porchetta non riesco a separarmene. E’ quasi un amuleto di testardo e sano ottimismo che mi segue.

Già durante la sua presentazione de La Guarimba Film Festival non ho resistito. Ho mandato un sms ad una mia amica in Friuli grande appassionata di cinema per dirle che ad Amantea, in Calabri,a c’era un festival.
La Guarimba Film Festival è nuovo di zecca. Ad inizio agosto 2013 trasformerà Amantea in un palcoscenico per molti cortometraggi italiani e stranieri.

Non credere che la parola stranieri sia solo uno specchietto per allodole.
E’ un International Film Festival, tanto che in giuria c’è Nacho Vigalondo: attore e regista spagnolo  candidato al premio Oscar con il suo cortometraggio “7:35 de la mañana”  nel 2004.
Inoltre, la rassegna conterà su 200 cortometraggi ricevuti da 5 continenti, pari a 43 nazioni partecipanti.

Ma La Guarimba Film Festival è molto di più dell’ennesimo festival di cortometraggi.  E’ una pazzia, un sogno, un progetto che parte da Giulio Vita , italo-venezuelano che nel pieno di questa benedetta crisi che ci attanaglia è voluto tornare dove i suoi nonni sono partiti. Ad Amantea in Calabria.

Una volta tornato ha deciso di creare qualcosa. Perchè sì, il futuro per i giovani (e non) esiste, c’è, va costruito.
Ha mescolato ciò che sapeva fare con le sue abilità e quelle degli amici e ha puntato sul web. Ecco che i social media gli hanno aperto, grazie alla sua determinazione, nuovi spazi creando contatti e le famose sinergie.
In questo mare magnum l’ho incontrato.
Mi ha coinvinto che questo sono pazzie che vanno diffuse. Ecco allora che…

I protagonisti di questa intervista sono un italo-venezuelano, Amantea ed il Il Guarimba Film Festival. Non posso che cominciare con il mio solito “Perchè?”. Perché Giulio un italo-venezuelano va ad Amantea? Perché tornare dove non sei nato?

È un momento molto particolare in Occidente. È caduto un altro muro di Berlino, ma quello del capitalismo. La differenza è che non c’è nessuna voglia di libertà, da parte di nessuno. Allora il meglio è tornare alle radici, andare alla base, dov’è iniziato tutto.
Sono molto ossessionato dal passato e l’importanza che hanno le radici nell’Uomo e ho pensato che il posto migliore dove cominciare fosse qui, ad Amantea, la terra dei miei nonni.

 

L’idea de Il Guarimba Film Festival come è nata e cosa sta diventanto?

La Guarimba è nata per stanchezza, per ribellione alle regole imposte nel cinema ma anche credo in quelle della società, in generale.
All’inizio era una birra tra amici . Si  parlava di cosa avremmo potuto fare. Adesso sta diventando una realtà, un cosa bella.

Quanto c’è di sogno e di realtà ne Il Guarimba Film Festival ?

Di sogno c’è praticamente tutto.
I sognatori sono quelli che costruiscono la realtà e noi siamo in una fase di costruzione del sogno.
Capire che i sogni possano muovere le montagne, è molto difficile da accettare e ci vuole del tempo. Nel frattempo, noi, presi dal nostro sogno, stiamo realmente ricevendo cortometraggi, pulendo il cinema, facendo conoscere la nostra realtà, parlando con te.

Infatti, Giulio ha recuperato un cinema all’aperto abbandonato.
L’olio di gomito dei suoi amici sta dando nuova vita all’ Arena Sicoli tanto che ora non resta che sperare nel bel tempo.

Clicca sull'immagine per scoprire una storia legata a questo cinema.

Ma non si è limitato questo. La Guarimba Film Festival stupirà anche per i suoi manifesti, creati da disegnatori internazionali. Perchè signori i sogni ed i sognatori non sono ancora una specie estinta.

Il Guarimba Film Festival sarà un successo se …

La Guarimba è un successo. Il fatto che tu, una ragazza del Friuli che forse non aveva mai sentito parlare di Amantea, hai scoperto il mio piccolo paese, è un successo per me.
Ovviamente ci sono obiettivi sempre più grandi da seguire, come avere più partecipazione dalla gente.

Quindi ora tocca a te far finta di niente o aiutare a diffondere La Guarimba Film Festival. Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, il passaparola. Come preferisci. Se poi sei vicino ad Amantea dal 7 al 10 Agosto 2013 puoi sempre andare a darci un’occhiata…anche assieme a Foursquare.

Non esiste il cinema senza una storia.
Non esiste una storia senza le persone.
La Guarimba Film Festival è un successo!

Clicca sull'immagine per andare alla pagina Facebook dell'evento.

Giulio, aspetta…La Guarimba ? Ma cos’è?

La Guarimba ha due significati.
Uno legato agli indigeni venezuelani della costa. Per loro vuol dire “posto sicuro“.
Ed un’altro, deformato dalla nostra isteria collettiva come paese (ndr Venezuela), negli anni 70, agli studenti che si sono rivolti contro il governo. Questi manifestanti sono stati definiti come “guarimberos” e dopo questo termine politico è ritornato nel 2007 con Chavez, quando gli studenti sono usciti a protestare in favore della libertà di espressione. Chavez ci ha chiamato “guarimberos” e ha proibito di fare guarimbas.
Io sono stato uno di questi studenti e la polizia mi ha anche preso a calci. Quest’idea insieme a quella del posto sicuro mi sembrava giusta per quello che volevo fare con il festival.

Giulio Vita e La Guarimba.

3 Comments

  1. maria luisa Scognamiglio says

    Mi siete davvero molto simpatici e vi auguro tanto ma tanto successo.
    Con un affettuoso abbraccio Maria-Luisa detta in Italia marisa, marisella marisin. marisotta etc. ed in Venezuela maria-luisa marisa in famiglia e nicole come sopranonme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *