Friuli, Pasta
comments 2

Insalata gnocchetti di farro e Fil di Fumo

Perché mai pensavo che una volta detto farro avessi detto tutto?
Col “mio” farro del Pungolo già mi sentivo speciale. Eppure tra le colline di Scansano al Quarto Podere eccola lì, la prova che non si sa mai tutto.
E’ un farro piccolo che sembra sia la prima specie coltivata di frumento già 9000-10000 anni fa. Ma dall’età del Bronzo (4000-5000 anni fa) il farro bi-cocco è stato preferito. Un po’ come se Two is megl che One.
Ora però quel One si è rifatto vivo. Infatti, negli ultimi anni ce ne stiamo reinteressando noi esseri umani. In quel cocco infatti si nascondono molte carotenoidi e proteine e sembra che sia meglio tollerato dai chi ha problemi col glutine.

Così durante la Morelline Wine Experience al Quarto Podere ho trovato sulla mia strada del farro monococco e della pasta, gnocchetti, fatti con lui. Non ho potuto che provarli.

Un piatto di pasta con piselli e friggitelli è nato facilmente. Per averli mi è bastato andare al mercato.
Ancora più volentieri l’ho fatto con il Fil di Fumo, orgoglioso acquisto romano di una friulana trapiantata. Ultimamente mi piace eliminare il salmone affumicato e sostituirlo con la nostrana trota, più delicata. Se poi trovo i prodotti di FriulTrota sono ancora più felice.

Insalata di gnocchetti di farro e trota di San Daniele

Ingredienti per 2 persone

200 gr gnocchetti di farro monococco
80 gr piselli freschi e sgusciati

1/4 cipollotto
40 gr friggitelli
poco sedano
60 gr Fil di Fumo

un pizzico di sale
pepe nero macinato sul momento
olio extra vergine d’oliva

E’ un’insalata di pasta quindi va fatta bollire dell’acqua. Io non l’ho salata stavolta.
Quando l’acqua ha raggiunto il bollore ho gettato la pasta assieme ai piselli freschi.
Ovviamente i minuti che l’acqua impiega per bollire sono ottimi per sguasciare i piselli appena presi al mercato.

Mentre i gnocchetti di farro cuociono assieme ai piselli, ho controllato l’orologio e cominciata a pulire e tagliare a pezzettini il  cipollotto, i friggitelli ed il sedano. Nonchè ho tagliato prima a strisce e poi a pezzi il Fil di Fumo di FriulTrota di San Daniele del Friuli.

I 7-8 minuti di cottura dei gnocchetti sono così passati rapidamente.
Ho scolato la pasta ed i piselli e ho passato tutto quanto sotto l’acqua corrente fredda. Mi sono divertita a riempire una ciotola di acqua fredda ed immergerci lo scolapasta con pasta e piselli finchè la temperatura della pasta si è abbassata.
Poi ho lasciato scolare tutto quanto dall’acqua.

Durante la “scolatura” ho saltato in padella con poco olio extra vergine d’oliva le verdure e il Fil di Fumo.
Poi in una ciotola gradevole da essere portata in tavola ho messo le verdure saltata, una volta raffreddate, la pasta ed i piselli.
Ho condito il tutto con del sale e del pepe nero macinato sul momento. Senza esagerare.

E’ arrivata così l’ora di pranzo.
Questa semplice insalata arricchita dalla trota e da verdure di stagione ha ricevuto il plauso della Cavia.

2 Comments

  1. Manuela says

    Davvero invitanti!
    E come racconti, non si è mai detto abbastanza sui piccoli grani antichi!
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *