Antipasti
comments 5

Crackers al Prosciutto di San Daniele

Avevo del Pinot Grigio 2010 di Villa Job tra le mani.
Lo rimiravo ricordardomi di quella volta col Risic Blanc sempre di Villa Job.
Negli occhi comparve il profilo di San Daniele del Friuli. Sempre là, dalla finestra della camera dove studiavo.
Il profilo alpino, una corona che si vestiva di un blu quasi magico se la pioggia bussava alla porta  e ancora nessuno le apriva. Ai piedi dell’irrequieta corona, il monte di Ragogna,ne distinguevo le fronde dei boschi. Un ricordo di Gemona sulla destra, troppo lontano per delinearsi netto.
Mentre più marcata era la presenza di San Daniele. Il campanile, le case sparpagliate sulla collina che elegante (ed un po’ posh) voleva farsi notare. E durante la festa del prosciutto, che ai miei tempi 🙂  era ad agosto, era più che notata. Strade intasate, autobus navetta, orari strategici per visitare una cittadina dove finivano ogni giorno con la cartella in groppa. Orde di gente a scoprire quel prosciutto, a farne orgoglio e delirio per un fine settimana.

Col Pinot Grigio 2010 di Villa Job  volevo una ricetta all’altezza di questa fama e di questi ricordi. Deciso l’ingrediente principale mancava ancora qualcosa. Biscotti salati, così mi ero detta. Ma come farli?
Ripensai a quel blu magico della corona  alpina. Là per alcuni attimi feci abitare degli affascinanti elfi durante l’adolescenza poetica. Così…abbandonati gli elfi mi sono concessa agli angeli.

Gli angeli si aiutano. Fernadowine chiama angeli noi blogger che si divertiamo ad abbinare cibi ai vini che osa scegliere lui.
Anche Kitty’s Kitchen è uno degli angeli, un po’ come me. Ed io sono un angelo un po’ curioso, che non disdegna di fare un salto nel blog di Elisa, alias Kitty. L’ha trovai una ricetta che bene poteva fungermi da base per i miei:

Crackers al Prosciutto di San Daniele

230 gr farina tipo 0
25 gr farina di mais biologica
40 gr Prosciutto di San Daniele tagliato in fette sottili
25 gr olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaio di semi di sesamo
115 gr acqua a temperatura ambiente

Prima di tutto ho tagliato a pezzettini,con le mani, le fette di Prosciutto di San Daniele del Friuli.
In una ciotola ho mescolato assieme la farina tipo 0 e la farina di mais.
Ho aggiunto il prosciutto tagliato a pezzetini e l’ho mescolato con le mani alla farina. Qui lo scopo è separare tra di loro i vari pezzi di prosciutto.
Poi ho aggiunto l’olio extra vergine d’oliva ed i semi di sesamo. E ho mescolato il tutto con un cucchiaio di legno.
Infine, ho aggiunto l’acqua ed ho prima amalgamato il tutto aiutandomi con un cucchiaio e poi con le mani.
Dopo 5 minuti l’impasto, lavorato sia dentro la ciotola che sul piano di lavoro, è bello che omogeneo.
Va solo arrotolato nella pellicola alimentare e messo nel frigorifero per almeno un’ora.

Preriscaldato il forno a 180°C, si può cominciare a stendere l’impasto e a tagliarlo usando un tagliabiscotto a forma di quadrifoglio.
Accesso anche il grill nel forno, ho cotto i crackers per 10-12 minuti circa.

L’aroma si è subito diffusa per la cucina e l’attesa è stata lunga prima dell’aperitivo.
Ma come si usa dire: ne è valsa la pena!

5 Comments

  1. Direi che la ricetta è stata davvero all’altezza dei tuoi ricordi. Sembrano davvero ottimi!

  2. Quanto sono belli questi ricordi, ricordi condivisi, ricordi di blu. Magnifiche le foto, impeccabili, da rivista. Brava

  3. pasticciona says

    Fai venire l’acqualina in bocca:quasi quasi addento la tua foto con i craker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *