Tè ed infusi
comments 5

Brulé soul

Brulé.
Non voglio spaventarti, anzi.
Certo non fa ancora freddo per avere una buona scusa per difendersi con un vin brulé. Non ha ancora tutta la conoscenza necessaria per parlarti delle varie versione di questa caliente e potente bevanda. Per ora ne ho provata qualcuna in giro per l’Europea, ma prima di scriverne più ampliamente, ho un’urgenza.
Devo darti il prima possibile una ricetta speciale.
L’ho letta sull’ultimo numero di Jamie Magazine, ossia la rivista mensile di Jamie Oliver.
Ha a che fare col vin brulé anche se qui di vin non se ne vede un goccio. Intendo nella ricetta, non nella mia vita quotidiana 🙂

Niente vin, però c’è il brulé.
Jamie voleva del rum, io da brava friulana inside indovina un po’ con cosa l’ho sostituito?
Inoltre, ho avuto una valente recipe taster. Sara, l’amica che avevo salutata col pane di segale e nocciole, si è rifatta viva. O meglio io le ho scritto, ne sentivo la mancanza. E tra una parola e l’altra mi fuggì di scrivere di un Succo di Mela Brulé.
Lei giustamente pretese la ricette. Giustamente poi la mamma di Sara la spedì a comprare tutti gli ingredienti.
Resposto fu e fu positivissimo.
Fidati di questa indipendenza di giudizio data dai seicento chilometri che separano Sara da me. Lei dice che vale la pena di farla anche senza grappa…su questo io avrei da ridire 🙂

In compenso ho la ricetta.

Succo di mela brulè

Il succo di mela brulé di Sara...lei sì che ha i chicchi di cardamomo.

Ingredienti per 2 persone

Metti in un pentolino:

2 tazze di succo di mela bio (insomma, metti tanto succo quanto vuoi berlo)
1 fettina di 1 cm di zenzero fresco tagliata a meà
1/2 pera (non dura) tagliata a fettina
1 stecca di cannella (l’ho tagliata con le mani a metà e usata tutta)
1 cucchiaino di zucchero di canna
la buccia intera di metà limone bio (ho usato il pelapatate)
il succo di metà limone
1/2 cucchiaino scarso di cardamomo in polvere (non avevo i chicchi)

Scalda il tutto finchè sobbolle e fai sobbollire alcuni minuti.
Versa nelle tazze e aggiugni un po’ di grappa/acquavite, semplice o fruttata.

Et voilà.

A noi è molto piaciuta. C’è una grande tentazione di farne un bis, sai per finire il succo di mela.
Così almeno scrivevo a Sara, qui il succo di mela è finito oramai. Tutta colpa della nostra Brulè soul 🙂

Sara ed il suo succo di mela brulé...Io e la Cavia ce lo beviamo con tutti gli ingredienti inside e ci mangiavo alla fine le fette di pera.

5 Comments

  1. ma voi messe assieme siete incredibili. qui si rischia seriamente da quando, improvvisamente, nella mia vita la percentuale di friulani è aumentata 😀 me la metto da parte e giuro che appena la temperatura giustifica qualcosa del genere la faccio!!

  2. Confermo, ottima ricetta, buonissima, allieva il principio di raffreddore e fa felici tutti, babbo incluso!!

  3. Dev’essere buonissimo il succo di mela brulè, segno la ricetta e lo provo. Buon pomeriggio Daniela.

  4. Conc says

    metti un pomeriggio in casa prima di natale, metti il freddo fuori e tu dentro e poi metti un Apple Juice Brulè … che meraviglia!

  5. Pingback: Il caldo vino d'inverno, il vin brulè | Fernando Wine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *