Month: agosto 2012

E’ tempo di vacanze

Se è ferragosto, la foodblogger va in vacanza. Per piccolo che sia, si allontana dalla cucina. Si volta un attimo per salutarla ancora. Poi guarda avanti. Un sospiro. Libertà dai doveri, obiettivo pedalata. Il Danubio chiama anzi richiama. Ai curiosi viandanti del web, che lasciare? Qualche immagine su cui cliccare. Così facile, così moderno.  

Blog summer mania

E’ tempo di estate, quasi di saluti. Prima però è giusto parlarti dei blog che mi stanno intorno. Niente polemiche, senza facili buonismi, solo i link a ciò che mi piace. Per me il bello ed il buono del web sta in questo, nel dire apertamente ciò che piace e nel dare risalto a chi lavora per farci avere tutto ciò. La vita di un blogger è fatta di passione, dedizione, un pizzico di testardaggine e quel quanto basta di amore proprio che porta a scrivere a tutti, senza distinzione. Se tutto questo fatto sul serio o per gioco mi piace, trovo giusto farlo scoprire agli altri. Sia mai che abbiamo gli stessi gusti! Già in passato avevo segnalato 52 foodblog da seguire e pure 5 blog che rivisiterò quanto prima. L’estate scorsa poi mi ero dilettata segnalare gli Amori (non solo) estivi. Ti rimandavo a A way to garden, not Martha, Bea W Kuchni, Helena Ljunggren, 101 cookbooks e all’immancabile  Tirebouchon. Quest’anno rilancio con:

Ricottina, ancora lei

Ancora lei, sempre lei, solo lei. Ed ora peccato che sia tutto finito. Anche le cose buone finiscono. Perchè quella ricottina affumicata al ginepro di Anversa degli Abruzzi ha lasciato un segno indelebele. Semplice, garbata, elegante. Perfetta per l’estate. Così anche su E birra sia di Honest Cooking la presento. Dopo l’insalata che ha creato un’atmosfera di cucina durante i primi giorni delle Olimpiadi, eccola servita con dei crostini ideali per l’estate. Che ne dici di ricotta affumicata, senape di Dijon e Saison Dupont? Maggiori dettagli e sorsi su Saison transumante su E Birra sia.

I fichi nel pane

Capita di bighellonare in rete anche alle persone più serie. Succede poi che un post ti illumini e ti metta in azione in men che non si dica. Così leggevo Life’s a feast e ho scoperto Twelve Loaves. Jamie di Life’s a Feast, Lisa di  Parsley, Sage and Line Drives  e Lora di Cake Duchesse hanno pensato un evento mensile per le blogger e non. Quello che mi ha fatto sobbalzare sulla sedia e scattare verso il mio lievito madre è stato il tema. Con Twelve Loaves si avrà a che fare ogni mese con i lievitati. Insomma, mani in pasta sempre. Ma vuoi che ad agosto con caldo che fa ci si metta a fare il pane? Certo, non mi conosci 🙂 Per agosto Twelve Loaves suggerisce di fare dei pani con la frutta estiva. Puoi metterla nell’impasto, come ripieno o come decorazione sopra. As you like. Frutta di stagione. Uhm. Che frutta uso? Li osservo e mi ricordo. Quanto li disprezzavo da bambina. Splash. Cadevano con quel suono sordo che ti lasciava immaginare …

La Alpujarra

Bubiòn. Ultimi giorni, tardo aprile e noi abbandoniamo Granada. L’hombre alla guida, i tornanti cominciano presto a farsi vedere. Riusciranno i noi eroi ad arrivare fin lassù. Da Lanjarón la montagna sovrasta decisa. Sì, dai, quello deve essere Bubiòn. Un parcheggio, lungo la strada, subito. Il Teide ci accoglie e nel miglior inglese incontrato finora ci da le indicazioni per la spettacolarmente semplice e tipica Las Terrazas de la Alpujarras. Nel hostal troviamo letti separati, ma i colori dei tendaggi, la loro tipicità rinfrancano durante la separazione 🙂 Immediata è la voglia di sgambettare in giro.