Discussioni, Senza categoria
comments 3

Blog summer mania

E’ tempo di estate, quasi di saluti.
Prima però è giusto parlarti dei blog che mi stanno intorno. Niente polemiche, senza facili buonismi, solo i link a ciò che mi piace.
Per me il bello ed il buono del web sta in questo, nel dire apertamente ciò che piace e nel dare risalto a chi lavora per farci avere tutto ciò. La vita di un blogger è fatta di passione, dedizione, un pizzico di testardaggine e quel quanto basta di amore proprio che porta a scrivere a tutti, senza distinzione.
Se tutto questo fatto sul serio o per gioco mi piace, trovo giusto farlo scoprire agli altri. Sia mai che abbiamo gli stessi gusti!

Già in passato avevo segnalato 52 foodblog da seguire e pure 5 blog che rivisiterò quanto prima. L’estate scorsa poi mi ero dilettata segnalare gli Amori (non solo) estivi. Ti rimandavo a A way to garden, not Martha, Bea W Kuchni, Helena Ljunggren, 101 cookbooks e all’immancabile  Tirebouchon.

Quest’anno rilancio con:
Il blog di Sara R per un momento di serietà e attualità mischiati assieme. Ora è a Roma ed è curioso rivivere i primi momenti in questa metropoli dal sapore paesano;
Parla Food di Katie Parla. Non vorrei ripertermi, ma vedere l’Italia attraverso gli occhi degli stranieri è sempre utile, soprattutto ora che affronta anche London (ah, London, London, London);
Pareti di Zucchero perchè la dolcezza di Giulia non deve avere limiti;
Evoluzione culturale dato che prossimamente io e Lucia Galasso ti riempiremo di novità, intanto lei ti può far scoprire un altro volto del cibo;
Cronache di birra immancabile punto di riferimento per chi vuole scoprire il mondo della birra artigianale. Da anni lo seguo e sa sempre insegnarmi qualcosa.

Ma che davvero e Sonia nel paese delle stoviglie che da London mi incantano e mi fanno sorridere;
Percorsi di vino di Andrea Petrini. Sommo rispetto a chi ha avuto la pazienza di organizzare una cena friulana a Roma…e non è finita qui 🙂
Confessions of a food stylist vi stupirà anche se non siete maniaci del mondo del cibo;
Burro ed alici conosciuta grazie al Taste&Match, incrociata a qualche semaforo a sua insaputa, rivista mentre si preparava ad uno dei corsi della sua associazione culturale, tal WorkInProject;
The Chef is on the table
merita un ringraziamento. Sempre pieni di iniziative, sempre coinvolgenti. Quest’anno è stata la volta della Cena in bianco;
Griottes per lo stile inimitabile e sognante;
Azahar’s Sevilla Blog che apre le porte su Siviglia, lo leggo e mi ricordo il viaggio di nozze;
Sarah Wilson ha tutta l’energia, anche grafica, che mi piacerebbe saper trasmettere;
The Beeroness l’ho scoperta lavorando per E birra sia e ora non la mollo più;


You grow girl dato che voglio rinvigorire il balcone di casa mi sto dilettando a farmi una cultura tra il suo libro e blog;
Mondo Mulia conosciuta su Twitter, mi travolge con la sua London;
Cake Duchess e la sua avventura di Twelve Loaves;
Ricette per bene, è un libro fatto da foodblogger per Genova dopo la terribile alluvione. Cliccare per scoprirne di più.

e last but no least, ossia ultimo ma non meno importante, il tocco finale di ottimismo: Oh Happy Day!

Tu cosa consigli?

L'immagine di apertura del post è tratta ad Fine Art America.

3 Comments

  1. Grazie prima di tutto 🙂
    Poi: è bello leggere questi post. Ho imparato nuove direzioni, sbirciato in altri blog, scoperto altre vie. Questo è il vero arricchimento del web!
    Un abbraccio! Mariachiara

  2. Vedo che sei spietata, eh! 😀 Ma fai bene, è così che si deve essere: no al buonismo! Darò un’occhiata ai blog consigliati 😉 E visto che sei sincera… passa da me e dimmi spietatamente cosa ne pensi 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *