Month: giugno 2011

Cene a 4 mani

Non restiamo con le mani in mano per L’Aquila. La ricostruzione dopo un terremoto passa per diverse fasi e diverse voci ed iniziative. Percorsi di Gusto, il bistrot pizzeria a due passi dalla chiesa di Santa Maria Paganica, sta promuovendo un’iniziativa che agli amici gourmet può interessare. Da un’idea di Marzia Buzzanca e Davide Oldani nei promessi mesi si prospettano, non come chimere, diverse cene realizzate a quattro mani. Basta dare un’occhiata agli incontri in tabellone per capire che più di un senso, di un capriccio possono essere solleticati. Lascio a te scegliere se andarci, diffondere la notizia, commentare etc. Io non posso che dire che per ricostruire il centro storico, una città, una comunità 4 mani sono necessarie…non solo in cucina 🙂 Si comincia domenica 26 giugno 2011 con un menù del genere:

Blecs are on the table

…Where are you? Basta scuse. E’ ora di mettersi a fare i Blecs! Non è una parolaccia, ma un tipo di pasta fresca friulana. C’è chi li descrive come dei maltagliati a base di farina di grano saraceno. La prassi vuole che si condiscano con semplice formaggio o selvaggina o Tazzelenghe. Ma qui la prassi non conta. Conti tu! Sì, tu. I Blecs vogliono aprirsi al mondo, alla modernità, ai capricci di noi curiosi, instancabili golosi e buongustai moderni 🙂 Il contest Blecs are on the table Blecs are on the table è una sfida aperta a blogger e non blogger (che per vedere pubblicate le loro ricette possono scrivermi su rori.rori[@]libero.it). Cosa bisogna fare? 1. Preparare la ricetta base della pasta dei Blecs. 2. Preparare un condimento alla pasta secondo il proprio gusto, estro, esigenze, disponibilità etc. Sentiti libero di personalizzare il condimento. 3. Pubblicare la ricetta online nel proprio blog e/o inviarmela per email (rori.rori[@]libero.it). Se la pubblichi sul tuo blog, ti chiedo la gentilezza di pubblicare il link al tuo post nei commenti qua …

Quinoa al ravanello nero e tomatillo

Il mercato è un luogo che mi attira sempre. E’ l’unico momento che in città mi fa risentire, anche solo per qualche istante, ancora in campagna. Ancora in contatto con la terra e le stagioni. E non c’è mercato in grado di stupirmi di più di quello di via S.Teodoro, zona Circo Massimo, qui a Roma (a luglio aprirà solo il sabato fino alle 14). Ne sono una vittima. Spesso mi coglie impreparata, ma cerco di recuperare appena arrivo a casa. Così sabato scorso, arrivo, faccio il giro di tutte le bancherelle, ma poi rieccomi lì. In quella bancarella che stavolta offre ravanello nero e coriandolo fresco, ma non abbandono a sè neanche il loro aglio, che la volta scorsa comprai fresco. Arrivata a casa ammiro il tutto e comincio ad impiattare la:

Rapid Aperitiv Moments

Ossia come fare un aperitivo casalingo quando si torna dal lavoro con le energie depauperate dalle isterie  lavorative della settimana, ma l’animo già vuole buttarsi su momenti di relax raffinato o comunque diverso dal solito. La soluzione è semplice. Hai per caso in giro per casa qualche leccornia dimenticata dopo qualche viaggio? Hai mai sentito parlare dei preparati per focaccia? Sì, lo so, una foodblogger giudiziosa dovrebbe farla da sola la focaccia, ma neanche per lei questo è umanamente sempre possibile. E anche lei vuole viziarsi con le tentatrice offerte della modernità 🙂 Ecco allora nascere i Rapid Aperitiv Moments. Tornata la bella stagione, quella che impone, più che suggerire, di star fuori, ecco ricominciare gli aperitivi in terrazzo. L’anno scorso avevo suggerito l’Aperitivo Pret à Porter, quest’anno una sua evoluzione. Ecco cos’è successo venerdì scorso. Di ritorno al lavoro ho ripreso in mano due souvenir comprati durante l’ultima visita ai genitori e sorella in Friuli: lo sciroppo di fiori di tarassaco dell’ azienda Agricola “Riu dai Mus” di Sutrio (UD) e i tomatilli sciroppati …