Senza categoria
comments 2

Insalata di lenticchie di Onano

Si parla tanto del parlare sano. Quel cibo fa bene a quello, questo a quell’altro. Quando te lo insegnano a casa o a scuola sembra quasi una questione così pesante, noiosa da apparire tra l’inutile e l’ovvio. Crescendo si “rischia” di imparare l’importanza di tutto questo.
Mi han sempre fatto innervosire le pastiglie da banco, che miracolosamente dovrebbero donare tutte le vitamine di questo mondo o tutto il betacavoli di cui il tuo organismo a bisogno per la tua giornata tipo. Ricorrere a soluzioni del genere mi è sempre parso pigro, artefatto.


Da grande sto lottando con l’acido folico. La sua carenza porta semplicemente stanchezza, a tratti forte da diventare un impedimento. Da brava donna moderna, mi son presa la compressa rossa, che avrebbe dovuto salvarmi dai vari tracolli. Poi mi sono accorta che faceva molto di più il “cibo giusto”. E allora ecco che la scorsa settimana, mentre barcollavo dalla stanchezza, ho creato questa insalata di lenticchie , perchè le lenticchie sono acido folico friends.

Insalata di lenticchie di Onano

Ingredienti per due persone

200 gr di lenticchie di Onano
abbondante acqua
sale

In una pentola ho messo l’acqua e le lenticchie. Ho portato l’acqua vicino al punto di ebolizzione e ho poi abbassato la fiamma. Ho cotto a fuoco moderato per 15-20 minuti. Qualche minuto prima di scolare le lenticchie ho unito il sale (un pizzico abbondante). Scolate le lenticchie le ho passate sotto l’acqua fredda.

1-2 fettine di trota
1/4 di cipolla rossa
1 ravanello nero
una manciata di semi di zucca (tostati un attimo in padella)
6 pomodorini passati in forno
sale

Ho tagliato a pezzettini le fettine di trota, a dadini la cipolla, a fettine il ravanello.
I pomodorini li ho tagliati in due, bagnati con dell’olio extra vergine d’oliva e li ho leggermente salati. Li ho lasciati nel forno caldo ma spento (dove prima avevo cotto della focaccia) per una mezzora.

Ho mescolato le lenticchie con tutti questi ingredienti.

In abbinamento, ho fatto una focaccia condita con olio, pecorino gratuggiato e pepe.

La Cavia ne è rimasta conquistata, con mia sorpresa, e l’acido folico si è impennato 🙂

2 Comments

  1. Carissima, siamo d’accordo con te in tutto e per tutto. Ricorrere a pillole per integrare quello che non introduciamo con la normale alimentazione è un atteggiamento da pigro, ma è soprattutto innaturale, è il cosidetto rimedio in extremis, della serie non mi amo, non mi tratto bene a tavola, quindi porrò rimedio a questa mia mancanza con una pillola. Il piacere del mangiare bene invece dovrebbe essere alla base. Noi amiamo mangiare, mangiare bene e amiamo variare e introdurre tutti gli alimenti salutari, sperimentare quelli che non conosciamo.
    La tua insalata di lenticchie è davvero eccellente, a parte che le lenticchie ci piacciono moltissimo, aggiungi che hai creato un abbinamento che ci incuriosisce tanto
    Bacioni da Sabrina&Luca

  2. Adoro insalata di lenticchie e la tua mi pare buonissima.Con queste giorni caldi un pasto cosi fresco…niente male.
    Ormai ti seguo su twitter.
    Un bacione
    Lu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *